Seguici su

La Classifica

La classifica | I 5 marcatori più giovani nella storia della Nazionale

Moise Kean Nazionale Italia

Grazie al gol contro la Finlandia Moise Kean è diventato il secondo più giovane di sempre a segnare un gol per l’Italia: la classifica dei marcatori più giovani nella storia della Nazionale

È iniziato nel migliore dei modi il cammino dell’Italia verso gli europei del 2020, nella prima gara del girone di qualificazione gli azzurri sono infatti riusciti ad ottenere una vittoria ai danni della Finlandia. Ma le buone notizie non sono finite qui, infatti la vittoria è arrivata grazie ai gol di Barella e Kean, entrambi alla prima marcatura con la maglia dell’Italia. Per il giovane attaccante della Juventus – primo del nuovo millennio ad andare in gol per gli azzurri – è inoltre un gol che sa di storia, sia perché arrivato alla prima da titolare, sia perché lo ha fatto diventare il secondo calciatore più giovane di sempre a segnare un gol per la Nazionale italiana. La classifica dei marcatori più giovani nella storia della Nazionale.

La classifica dei 5 marcatori più giovani nella storia della Nazionale

5. Giuseppe Meazza: 19 anni e 170 giorni (Italia-Svizzera 4-2, 9/2/1930)

Molti, soprattutto tra i più giovani, lo conosceranno perché dopo la sua morte gli venne intitolato lo stadio di San Siro; Giuseppe Meazza è stato però uno dei più importanti giocatori dell’Inter, se non il più importante. È proprio lui infatti a detenere il record di miglior marcatore della storia nerazzurra, con 284 gol divisi in 14 stagioni. Un altro dei suoi record è però appunto quello legato alla Nazionale. All’esordio assoluto in maglia azzurra fu infatti capace di segnare addirittura una doppietta, a 20 anni non ancora compiuti, nell’amichevole vinta per 4-2 contro la Svizzera.

4. Carlo Rampini: 19 anni e 166 giorni (Francia-Italia 2-2, 9/4/1911)

Nonosante la breve carriera, chiusa ad appena 24 anni, Carlo Rampini resterà per sempre nei libri di storia del calcio. Nelle sei stagioni giocate con la Pro Vercelli, Rampini fu infatti in grado di vincere addirittura cinque campionati di Serie A di fila, trascinando i suoi a suon di gol: per lui addirittura 106 marcature in 99 presenze. A lui va anche la medaglia di legno tra i marcatori più giovani nella storia della Nazionale, grazie al gol segnato alla Francia alla seconda presenza in azzurro, nell’amichevole finita 2-2.

3. Gianni Rivera: 19 anni e 106 giorni (Italia-Turchia 6-0, 2/12/1962)

Sul gradino più basso del podio troviamo un’altra leggenda del calcio italiano. Storico centrocampista del Milan e primo pallone d’oro italiano non oriundo, Rivera può vantare anche una bella carriera in Nazionale. Carriera che ebbe inizio addirittura a 18 anni. Il primo gol arrivò però qualche mese dopo, grazie alla doppietta rifilata alla Turchia nel 6-0 dell’Italia, nel match valido per le qualificazioni agli europei del 1964.

2. Moise Kean: 19 anni e 23 giorni (Italia-Finlandia 2-0, 23/4/2019)

Anche se la sua carriera da professionista è iniziata relativamente da poco, Moise Kean può già vantare diversi record destinati a rimanere nella storia. Oltre ad essere il primo millennial a giocare da titolare e segnare un gol per la Nazionale, è anche il primo ad aver esordito in Serie A e in Champions League, oltre che il primo a segnare un gol nei migliori cinque campionati europei. Il gol trovato con l’Italia contro la Finlandia, nel match valido per le qualificazioni agli europei del 2020, gli vale inoltre il secondo posto nella classifica dei marcatori più giovanu nella storia della nazionale.

1. Bruno Nicolè: 18 anni e 258 giorni (Francia-Italia 2-2, 9/11/1958)

Il primato resta però di Bruno Nicolè, ex attaccante anche della Juventus, con la quale realizzò 47 gol in 141 presenze. Il padovano, che chiuse la sua carriera ad appena 27 anni, detiene infatti due record che sono destinati a durare ancora per diverso tempo. Oltre ad essere il più giovane di sempre ad essere andato in gol con la Nazionale, grazie alla doppietta segnata all’esordio nell’amichevole terminata 2-2 contro la Francia, è infatti il più giovane di sempre ad essere stato capitano della Nazionale maggiore, all’età di 21 anni e 61 giorni.

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Di più in La Classifica