//cdn.iubenda.com/cookie_solution/cmp/beta/stub.js
Seguici su

Statistiche

Statistiche, chi cerca trova: la classifica tiri della Serie A dopo 28 giornate

Napoli-Lorenzo-Insigne

Tra chi lotta per il titolo di capo-cannoniere e chi, nonostante i tanti tiri, proprio non riesce a fare centro: la top 20 per conclusioni della Serie A

A calcio si vince segnando più gol dell’avversario e al fantacalcio, pur essendo trattandosi di fasce-gol, succede praticamente la stessa cosa. Ecco allora che in entrambi i casi è una manna dal cielo avere nella propria rosa uno o più giocatori aleggianti nelle zone più alte della classifica cannonieri, mentre è quasi inutile avere chi effettua una serie infinita di tiri senza mai fare però il colpo grosso. È anche vero però che chi cerca, trova, e il gol non fa eccezione. Per questo motivo ha un sapore agrodolce leggere il nome di un proprio attaccante nella classifica dei giocatori con più tiri di questa Serie A e non trovare corrispondenza nella classifica marcatori. Se da una parte c’è maggiore possibilità che la tendenza si inverta visto il grande numero di tentativi, dall’altra c’è infatti grande frustrazione per una sfortuna che abbraccia contemporaneamente il calciatore e il suo allenatore/fantallenatore.

Chi tira di più in Serie A

Doveva assolutamente primeggiare anche in questa speciale classifica lo juventino Cristiano Ronaldo, autore di ben 117 conclusioni nelle 26 presenze in campionato, ovvero ben 4,5 di media a partita. Ma pur tentando più di tutti gli altri, l’asso lusitano non è primo nella classifica cannonieri e quindi neanche per media gol/tiri. Meglio di lui sta facendo il doriano Fabio Quagliarella, autore di 21 reti, due in più del cinque volte Pallone d’Oro grazie a un totale di 81 conclusioni, ben 36 in meno. Il 36enne attaccante della Samp è però solo al terzo posto per tiri in questo campionato, preceduto sul secondo gradino del podio da Lorenzo Insigne, a quota 84. Un numero piuttosto elevato rispetto alle sole 9 reti siglate finora. In pratica ne segna uno ogni 9 tiri abbondanti, contro le medie di uno ogni 6 del portoghese e di 4 scarse del blucerchiato.

Stupisce trovare al quarto posto il romanista Dzeko, autore di 80 conclusioni ma solo 7 reti, una in più rispetto a quelle realizzate da Chiesa con un totale di 77 tiri. Incredibile invece il cinismo di Piatek, autore di 19 reti con soli 26 tiri in porta (74 totali), mentre molto meno bene va a Berardi, con soli 4 gol in 61 tentativi. Il primo difensore in classifica è invece Kolarov, 67esimo con 24 tentativi.

La classifica dei tiri in Serie A

  1. Cristiano Ronaldo – 117 (71 in porta, 46 fuori)
  2. Lorenzo Insigne – 84 (45, 39)
  3. Fabio Quagliarella – 81 (51, 30)
  4. Edin Dzeko – 80 (45, 35)
  5. Federico Chiesa – 77 (36, 41)
  6. Krzysztof Piatek – 74 (48, 26)
  7. Andrea Belotti – 69 (39, 30)
  8. Ciro Immobile – 67 (46, 21)
  9. Arkadiusz Milik – 65 (44, 21)
  10. Duvan Zapata – 63 (41, 22)
  11. Domenico Berardi – 61 (25, 36)
  12. Alejandro Gomez – 60 (34, 26)
  13. Rodrigo De Paul – 54 (27, 27)
  14. Piotr Zielinski – 53 (27, 26)
  15. Andrea Petagna – 52 (35, 17)
  16. Sergej Milinkovic-Savic – 51 (21, 30)
  17. Hakan Calhanoglu – 51 (20, 31)
  18. Dries Mertens – 51 (30, 21)
  19. Josip Ilicic – 50 (26, 24)
  20. Suso – 50 (32, 18)
Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Di più in Statistiche