Seguici su

Pagelle

Genoa-Torino 0-1, le pagelle: missile Ansaldi, Sanabria evanescente

Cristian-Ansaldi-Torino
© imagephotoagency.it

Il Torino espugna il Marassi e si avvicina al quarto posto. Ansaldi regala la vittoria ai suoi, Sirigu strepitoso. Nel Genoa pessimo Sanabria

Un Torino solido come sempre vince contro un Genoa abbastanza arrendevole. Adesso i granata possono credere addirittura alla Champions, infatti il Milan dista tre punti e nel prossimo turno c’è lo scontro diretto all’Olimpico. Periodo buio per il Genoa, sempre più in zona retrocessione.

Una partita spezzettata, con due ammonizioni nei primi venti minuti, quella tra Genoa e Torino. A causa dell’importanza della partita le squadre lottano su ogni pallone e bisogna aspettare metà primo tempo per vedere la prima palla gol: punizione di Sturaro scodellata in mezzo e Zukanovic di poco manda a lato di testa. Qualche minuto più tardi ci prova Lapadula ma non trova la porta di poco. Ma la grande occasione è sulla testa di Lerager che schiaccia su cross di Criscito ma Sirigu ha un riflesso straordinario.

In apertura di secondo tempo ci riprova Lapadula ma il suo tiro si spegne alto sulla traversa. Il Torino si rende pericoloso da calcio piazzato con il tiro di Baselli che fischia a lato del palo sinistro. Sirigu ancora una volta è decisivo per mantenere il risultato quando Kouamè prova di testa a pareggiare i conti ma l’ex Psg è un autentico muro. Il Genoa preme poco per il resto della partita e consegna la vittoria ai granata, ora a 3 punti dal quarto posto. Ecco le nostre pagelle che anticipano i voti del fantacalcio.

Genoa-Torino 0-1, le pagelle

Genoa

Radu 6,5: una parata grandiosa a partita la fa praticamente sempre. Stavolta è super nel finale su Parigini, non può niente sul missile di Ansaldi.

Romero 6: che sia una linea a 4 o a 3 poco importa, lui gioca sempre con la solita grinta.

Radovanovic 5,5: alla fine gioca a centrocampo insieme a Veloso per dare equilibrio. Non una grande partita.

Zukanovic 5,5: meno brillante del suo compagno di reparto, alla fine prova a mettere qualche cross ma c’è poco da fare.

Lazovic 5,5: ha il compito di trovare la superiorità numerica per la sua squadra ma si vede di più in difesa.

Lerager 6: un’occasione colossale nel primo tempo ed è solo merito di Sirigu se il suo nome non si vede sul tabellino luminoso del Ferraris.

Veloso 5: viene messo in campo da Prandelli per mettere ordine a centrocampo ma il portoghese si nasconde per la maggior parte del tempo e viene sostituito.

dal 65′ Bessa 5: dovrebbe dare brio con la sua tecnica ma tutte le sue giocate sono fini a se stesse.

Sturaro 6: una forte botta lo costringe al cambio alla mezz’ora, fino a quel momento gioca discretamente tra le linee e dà una bella palla a Zukanovic che spreca.

dal 33′ Rolon 5: entra e fa davvero poco, non si vede quasi mai.

Criscito 6: lui fa buona guardia e da buon capitano non molla mai, bene anche da terzino sinistro.

Sanabria 5: l’impatto con il mondo Genoa è stato devastante ma si sta spegnendo pian piano, oggi si vede pochissimo.

dal 53′ Kouamè 6: cerca di dare la giusta scossa alla sua squadra con un colpo di testa che trova prontissimo Sirigu. Difficile pensare ad un Genoa senza di lui.

Lapadula 6: messo in campo un po’ a sopresa dà molto fastidio alla difesa del Torino in un paio di occasioni ed è soltanto sfortunato. Si impegna molto.

All. Prandelli 5: forse un po’ avventata la decisione di lasciare Kouamè in panchina in una partita così importante.

Torino

Sirigu 7: quest’anno con lui davvero non si passa. Le prende proprio tutte e per bucarlo è sempre un’impresa. Oggi vola su Lerager e Kouamè.

Izzo 6: la difesa del Torino è solida anche grazie a lui che interpreta il ruolo di centrale di destra sempre al meglio.

N’Koulou 6: l’unico neo è il giallo rimediato ad inizio primo tempo, per il resto niente da dire.

Moretti 6: senza Djidji tocca a lui giocare e come sempre è preciso ed efficace.

Aina 6: ritorna dopo la squalifica e gioca molto bene sulla fascia sfruttando anche l’assenza di De Silvestri. Il nigeriano è sempre affidabile.

Meité 6: dopo qualche prestazione non all’altezza oggi gioca bene sia in fase offensiva che in fase difensiva.

Rincon 6: la sua grinta è un elemento al quale Mazzarri non rinuncia mai, oggi esegue bene il suo lavoro di interdizione.

Ansaldi 7: un esterno completo che oltre a puntare l’uomo e mettere cross ottimi sfodera un missile che si insacca alle spalle di Radu. Stagione pazzesca la sua.

Baselli 6,5: la sua posizione tra le linee disturba la retroguardia del Genoa e va vicinissimo al gol con una punizione che pietrifica Radu ma va fuori di poco.

dal 83′ Lukic: s.v.

Berenguer 5,5: una prestazione grigia e senza particolari spunti. Poteva fare di meglio in quella posizione.

dal 71′ Parigini 5,5: buona alternativa per ripartire in contropiede ma sciupa un’occasione colossale.

Belotti 6: anche quando non fa gol è comunque sempre utile alla squadra lottando su ogni pallone.

All. Mazzarri 6: buona gestione dei cambi e se il Torino in difesa è un bunker è soprattutto merito suo.

Tutte le pagelle della 33^ giornata di Serie A

Tutti i tabellini della 33^ giornata di Serie A

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Di più in Pagelle