Seguici su

Pagelle

Lazio-Chievo 1-2, le pagelle: Hetemaj lotattore, Milinkovic-Savic da horror

esultanza gol Emanuel Vignato Chievo Verona
imagephotoagency.it

Brutto stop per la Lazio, prima vittoria esterna del campionato per il Chievo. Ottima prova di Hetemaj e Correa, Vignato segna il primo gol in A: le pagelle per il fantacalcio

Primi minuti della ripresa da incubo e poi tante occasioni mancate nel finale: la Lazio perde inaspettatamente in casa contro il Chievo, che dimostra di voler chiudere al meglio la stagione. I biancocelesti non approfittando del pareggio del Milan a Parma e vengono sorpassati in classifica dal Torino (vittorioso sul Cagliari). I gialloblù – matematicamente retrocessi in Serie B – conquistano invece la loro prima vittoria fuori casa in questo campionato.

Primo tempo molto equilibrato, con la Lazio che prova  ad attaccare ma sbatte contro l’organizzazione difensiva del Chievo. Due episodi influenzano negativamente la squadra di Inzaghi nella prima frazione di gioco: al minuto 16’ Radu deve abbandonare il campo per infortunio – con Luiz Felipe al suo posto – e il rosso diretto di Milinkovic-Savic per un calcio rifilato a Stepinski dopo un paio di falli subiti dal polacco. L’occasione più importante di marca laziale arriva nel recupero, con una conclusione di Parolo – subentrato a Patric – respinta da Semper.

La ripresa inizia da incubo per la squadra di Inzaghi. Nel giro di due minuti – tra il 49’ e il 51’ – il Chievo pizza un uno-due micidiale: prima Vignato riceve palla da Stepinski e realizza il suo primo gol in A con un bel destro a giro, poi Hetemaj batte Strakosha con un colpo di testa su cross dalla destra di Depaoli. Dopo un iniziale momento di sbandamento la squadra di Inzaghi comincia ad attaccare con insistenza, più con la forza dei nervi che con raziocinio. Al minuto 67’ la Lazio ritorna in partita, con Correa che serve in area Caicedo e, a tu per tu con Semper, non sbaglia. Un gol che dà nuovo vigore alla squadra di casa, pericolosa anche nei minuti successivi. Il forcing laziale prosegue nel recupero, quando Correa calcia a botta sicura colpendo un palo clamoroso. Il Chievo resiste e porta a casa i tre punti. Nella formazione gialloblù in evidenza Hetemaj, Vignato e Cesar, mentre Caicedo, Correa e Parolo sono tra i pochi giocatori che si salvano nella squadra di Inzaghi. Nel finale espulso anche Luis Alberto. Le nostre pagelle per anticipare i voti del fantacalcio.

Lazio-Chievo 1-2: le pagelle

Lazio

Strakosha 5: poco impegnato nel primo tempo. Rivedibile in occasione del gol firmato di testa da Hetemaj.

Patric 6: buon lavoro sul piano difensivo, raramente va in difficoltà contro gli attaccanti clivensi.

dal 38’ Parolo 6: sua la migliore occasione laziale del primo tempo. Nella ripresa perde il confronto con Vignato in occasione del vantaggio clivense, ma poi è tra i giocatori biancocelesti che provano maggiormente a riaprire la gara.

Acerbi 6: dirige al meglio la retroguardia laziale. Nella parte finale della gara si fa vedere più volte in avanti.

Radu s.v.

dal 16’ Luiz Felipe 6: prestazione sufficiente per il difensore subentrato a Radu. Non ci sono grossi errori né giocate da ricordare da parte sua.

Marusic 5: prestazione non da ricordare sulla destra. Non molti i cross precisi per le punte da parte dell’esterno, che si perde Hetemaj in occasione del raddoppio clivense.

Milinkovic-Savic 4,5: mezzora da horror per il serbo. Pochi palloni giocati bene e, soprattutto, una reazione ingiustificabile dopo due falli di Stepinski che gli costano il rosso diretto.

Badelj 5,5: buon lavoro in fase d’interdizione. Lascia abbastanza a desiderare sul piano della costruzione della manovra.

dal 58’ Correa 6,5: ottimo impatto sulla gara. Entra in molte azioni laziali e serve a Caicedo l’assist per l’1-2. Nel corso del recupero, colpisce il palo del possibile 2-2.

Luis Alberto 5: non illumina la manovra laziale come le sue qualità gli imporrebbero di fare. La sua prova non migliora nella ripresa. Rosso nell’immediato post-partita per un atteggiamento irrisorio nei confronti dell’arbitro Chiffi.

Durmisi 5,5: si propone con grande costanza sulla corsia di sinistra, ma i suoi suggerimenti non arrivano sempre alle punte con precisione. Meno intraprendente nel secondo tempo.

Caicedo 6,5: dei due attaccanti laziali è quello che si rende più pericoloso. Nella ripresa firma il gol della speranza per la squadra di Inzaghi.

Immobile 5,5: primo tempo in ombra, viene contenuto bene dai difensori del Chievo. Meglio nella seconda parte della gara, per una prova comunque al di sotto della sufficienza.

All. Inzaghi 5,5: squadra troppo compassata nel primo tempo e sbadata ad inizio ripresa. La reazione nel finale non basta: tre punti che possono costare cari ai biancocelesti.

Tabellini e risultati della 33^ giornata di Serie A

Chievo

Semper 6: buon debutto per il portiere, attento su Parolo poco prima dell’intervallo e in qualche circostanza nella ripresa.

Depaoli 6,5: prova dai due volti per il terzino, che inizialmente soffre l’intraprendenza di Durmisi sulla sua corsia. Meglio nella ripresa, quando spinge maggiormente e, soprattutto, fornisce a Hetemaj il pallone del 2-0.

Bani 6,5: prova di sostanza per il centrale difensivo, che contribuisce a far arrivare poche conclusioni dalle parti di Semper. Non cala di lucidità nella ripresa, quando la Lazio si fa più minacciosa in avanti.

Cesar 7: imperioso al centro dell’area clivense. Ferma in più occasioni gli attaccanti laziali, con ottime chiusure difensive o prevalendo nei confronti aerei.

Barba 6: pensa prevalentemente alla fase difensiva, compito che svolge con diligenza tanto nei primi quanto nei secondi quarantacinque minuti.

Leris 6: accompagna con grande costanza la fase offensiva, ma non riesce a servire con grande precisione gli attaccanti. Non cala di intensità nel secondo tempo.

Rigoni 6: buona prova in fase d’interdizione, sempre in aiuto alla difesa quando la Lazio prova ad attaccare.

dal 69’ Diousse 6: maggior freschezza in mediana nella parte finale della gara con il suo ingresso in campo.

Hetemaj 7,5: il migliore in campo nella formazione clivense. Prova di grande sostanza a centrocampo con molti palloni recuperati e, come ciliegina sulla torta, il gol del 2-0 per il Chievo ad inizio ripresa.

Vignato 7: gara da ricordare per il giovane trequartista che, ad inizio ripresa, firma il gol del vantaggio clivense con un bel destro a giro. Primo centro in Serie A, per un ragazzo che promette bene.

Dal 77’ Kiyine s.v.

Meggiorini 6: un paio di conclusioni verso la porta nel primo tempo. Nel secondo tempo si sacrifica molto in fase difensiva.

Stepinski 5,5: eccezion fatta per l’assist a Vignato per il gol dell’1-0, il polacco non riesce ad incidere molto in fase offensiva nel corso dei 90 minuti.

dall’83’ Pellissier s.v.

All. Di Carlo 7: motiva a dovere i suoi, che sembrano tutt’altro che una squadra già retrocessa. Sta concludendo nel migliore dei modi un campionato da dimenticare.

Tutte le pagelle della 33^ giornata di Serie A

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annuncio pubblicitario
Calcio d'Angolo Quiz
Annuncio pubblicitario

Di più in Pagelle