Seguici su

Pagelle

Roma-Cagliari 3-0, le pagelle: sorpresa Pastore, Joao Pedro fantasma

pellegrini fazio pastore roma
© imagephotoagency.it

I giallorossi battono nettamente i sardi con le reti di Fazio, Pastore e Kolarov. Bene Kluivert e Cragno, non pervenuto Joao Pedro

La Roma batte per 3-0 il Cagliari nel secondo anticipo della 34^ giornata di Serie A grazie alle reti di Fazio e Pastore a inizio gara e al sigillo finale di Kolarov.

I giallorossi passano in vantaggio già al 5′, quando il palo e poi Cragno respingono il colpo di testa di Fazio con il pallone che aveva però già varcato la linea: l’arbitro dà uno sguardo al suo orologio e indica il cerchio di centrocampo. Lo shock per gli ospiti raddoppia già all’8′, con Kluivert ad ispirare e Pastore, a sorpresa titolare, a piazzare all’angolino non dando scampo al portiere avversario e portando la Roma subito sul 2-0. Mirante alza in angolo la prima conclusione in porta dei sardi scagliata dal piede di Pavoletti, poi alla mezz’ora Cragno blocca il colpo di testa di El Shaarawy. Florenzi spara largo al 39′, Pastore colpisce la traversa poco più tardi. All’intervallo si va sul 2-0.

La ripresa inizia con un pericoloso colpo di testa di Birsa che esce di poco e prosegue con un gol mangiato da Dzeko, pescato però in fuorigioco. Il bosniaco ci riprova poco dopo centrando il palo dopo la deviazione di Ceppitelli, poi Pellegrini sfiora il 3-0 col mancino. Cragno si supera sulla zuccata di El Shaarawy, poi sugli sviluppo Dzeko spara alle stelle un’ottima occasione. A 5′ dalla fine la Roma trova però anche il terzo gol con Kolarov dopo un mezzo miracolo di Cragno su Perotti. Finisce 3-0 all’Olimpico.

Tutti i tabellini della 34^ giornata di Serie A

Roma-Cagliari 2-0: le pagelle

Roma

Mirante 6: nel primo tempo viene chiamato in causa solamente una volta e risponde benissimo alzando in corner la conclusione di Pavoletti, poi compie solo interventi di routine.

Florenzi 6,5: con la fascia al braccio, il numero 24 giallorosso si rende anche molto pericoloso al 39′ dopo aver recuperato palla lui stesso. Da sottolineare la grande attenzione difensiva.

Manolas 6,5: era in dubbio, ma la Roma poteva difficilmente farne a meno e lo dimostra. Sempre ben posizionato, bravo sia in opposizione che in chiusura.

Fazio 6,5: l’argentino sfrutta subito un campanile nell’area avversaria per colpire di testa e segnare il suo quinto gol stagionale,

Kolarov 6,5: il serbo non è nel suo miglior periodo di forma e neanche uno dei migliori in campo, ma nel finale riesce a segnare il suo ottavo gol stagionale. Niente male per un difensore.

Nzonzi 6,5: il francese si piazza in mediana a recuperare palloni e a vincere contrasti aerei, cose che oggi gli riescono piuttosto bene.

Lo. Pellegrini 6: se Nzonzi è il frangiflutti, lui oggi è chiamato a dettare i ritmi di gioco. È come se, in una giornata positiva, lui e il francese riescano a sopperire all’assenza di De Rossi unendo le proprie caratteristiche. Sfiora il gol col sinistro nella ripresa.

Kluivert 7: l’olandese approccia alla gara col piede giusto ispirando dalla destra il gol del raddoppio di Pastore e ogni volta che viene cercato prova ad accendersi e seminare il panico. Alle volte è solo smania, ma spesso è molto velenoso. Nelle gare in cui sbatte freneticamente contro le difese avversarie lo sottolineiamo: giusto farlo oggi in positivo.

Pastore 7: non giocava da titolare addirittura dallo scorso 29 settembre, e invece non solo ritrova una maglia dal 1′, ma va in rete dopo soli otto portando i suoi sul 2-0 con un millimetrico destro nell’angolino. Sfortunatissimo sulla traversa-linea poco prima dell’intervallo, non sarà del tutto continuo ma dimostra una classe sopraffina ogniqualvolta venga chiamato in causa.

dal 64′ Perotti 6,5: il Monito subentra nella posizione di trequartista e duetta molto bene con El Shaarawy e Dzeko, battezzando anche la rete del 3-0.

El Shaarawy 6,5: il Faraone era senz’altro il giocatore più in forma tra i padroni di casa e, quando parte palla al piede, lo mette in evidenza. Bellissimo il velo con cui concede un rigore in movimento a Pastore al 43′, a un passo dal gol con un colpo di testa su cui Cragno è straordinario.

dal 74′ Under s.v.

Dzeko 6,5: funge ottimamente da centravanti di manovra, ma spreca almeno un paio di occasioni clamorose oltre a colpisce con grande sfortuna un palo. Quando ha la palla al piede, però, difficilmente gli viene sottratta.

All. Ranieri 7: la sua Roma approccia alla gara nel migliore dei modi, cosa che riesce solo alle squadre forti mentalmente (ovvero ciò che è sempre mancato ai giallorossi in questa stagione).

Cagliari

Cragno 6,5: il portiere ospite è sfortunato sul primo gol, quando con un guizzo riesce a smanacciare il pallone fuori dalla porta ma solo dopo che essa aveva varcato la linea, mentre può poco sul secondo. Prodigiosa la parata che compie nella ripresa sul colpo di testa di El Shaarawy deviato velenosamente da un suo difensore. Mura molto bene Perotti nel finale e tocca anche la successiva conclusione di Kolarov che però, per sua sfortuna, finisce comunque nel sacco.

Cacciatore 5: dalla sua parte ha un giocatore in forma come El Shaarawy, e limitarlo è davvero complicato.

dal 74′ Srna s.v.

Ceppitelli 5: rischia l’autogol sia sul tiro di Dzeko (quando colpisce il palo) che sul cross di Kolarov, si fa ammonire per primo condizionando così la propria gara.

Pisacane 5: si impegna nel duello con Dzeko, ma in diverse occasioni deve arrendersi al dominio tecnico e fisico del bosniaco.

Lu. Pellegrini 6: il classe ’99 di proprietà della Roma mette in mostra tutte le proprie caratteristiche, positive e negative. In avanti si propone con costanza cercando il cross e mettendo in leggera difficoltà il duo Florenzi-Kluivert, ma difensivamente soffre l’olandese.

Barella 6: buono soprattutto l’inizio del centrocampista classe ’97, che dà vita a trame interessanti in mezzo al campo. Alla lunga però molla un po’ la presa.

Cigarini 5,5: ha un destro molto preciso ed è sempre preciso nella manovra. Un po’ in affanno difensivamente.

Ionita 5: il moldavo partecipa meno dei suoi compagni di reparto e non mette in mostra le sue abilità in inserimento.

Birsa 5,5: nel primo tempo lo sloveno si rende protagonista di un paio di buoni scambi e poco più, mentre apre la ripresa con un colpo di testa di poco a lato.

dal 68′ Deiola 5,5: entra in un momento complicato, ma non influisce particolarmente sull’andamento della gara.

Joao Pedro 5: il brasiliano si vede un paio di volte nell’arco dell’intera gara, e non è di certo abbastanza.

dall’83’ Thereau s.v.

Pavoletti 5,5: prova a guidare la riscossa sarda già nel primo tempo, quando però Mirante gli nega il 2-1. In mezzo all’area mette in continua apprensione i difensori giallorossi, ma non viene servito a dovere. Ci prova anche al 91′, strozzando troppo.

All. Maran 5,5: il Cagliari subisce l’approccio perfetto della Roma e, dopo aver guadagnato il dominio territoriale a metà primo tempo, non riesce a ribaltare il risultato.


Commenta

Rispondi

Annuncio pubblicitario
Pubblicità Fantacalcio Fantardore 2020-21
Annuncio pubblicitario

Classifica

Di più in Pagelle