Seguici su

Serie A

Cagliari-Lazio, Inzaghi: “Complimenti ai ragazzi, ora tre finalissime”

Simone-Inzaghi-allenatore-Lazio
© imagephotoagency.it

Il tecnico biancoceleste ha parlato al termine della sfida al Cagliari della 36^ giornata di Serie A, vinta per 3-1 dai capitolini

La Lazio batte per 2-1 il Cagliari nel secondo anticipo della 36^ giornata di Serie A riavvicinando Roma e Milan e ricandidandosi a una delle posizione valide per la qualificazione a una competizione europea. Al termine della gara il tecnico Simone Inzaghi ha parlato ai microfoni di Sky Sport della gara appena conclusa e di quella importantissima da giocare mercoledì prossimo.

Consulta le pagelle commentate di Cagliari-Lazio 1-2

Le parole di Inzaghi

Sulla partita: “I ragazzi hanno fatto una grande gara, siamo mancati nella finalizzazione un po’ per demerito nostro e un po’ per poca fortuna, come sulla traversa di Badelj o sul tiro di Parolo. Ai ragazzi però ho fatto i complimenti“.

Sulla corsa alle coppe europee: “Penso che tutti abbiano rimpianti. Guardiamo la classifica: siamo a un punto da Roma e Milan, paghiamo qualche mancanza nel girone d’andata, ma siamo qui a giocarci cose importanti per il terzo anno consecutivo, quindi io posso solo ringraziare i ragazzi che mi seguono sempre e danno sempre tutto. Mancano ancora tre finalissime per noi, e la prima sarà la più importante“.

Sui tre attaccanti: “Siamo tanti e bisogna accettare le scelte. Io sinceramente penso siano più importanti quelli che entrano rispetto a quelli che cominciano dall’inizio. Abbiamo tre attaccanti importanti, chi entra deve sapere di contare ancora di più, perché le partite le vinci coi giusti subentri. Quando qualcuno si sente vittima di un’ingiustizia ci sono problemi, ma ho ragazzi seri che accettano e obbediscono. Partono tutti e tre alla pari per mercoledì, credo però ne giochino solo due. Proverò a fare le scelte giuste per la partita“.

Sulle scelte per la Coppa Italia: “Il mio obiettivo è arrivare mercoledì con tutti a disposizione e già sarebbe una grande cosa visto l’andazzo quest’anno. Penso di dover valutare Milinkovic, che non ha dato buone risposte nell’allenamento di ieri. Lo valuteremo nelle prossime ore. Badelj ha giocato e meritava questa chance perché sta facendo bene, anche se Leiva sta facendo grandi cose per due anni e mezzo“.

Sul suo futuro: “Il giudizio della società penso sarà su tre anni, su come si è giocato e sulla mentalità che si è data. Le partite a volte possono essere decise da episodi che non possiamo controllare, dobbiamo esser bravi a giocarcela nei migliore dei modi mercoledì davanti ai nostri tifosi“.


Commenta

Rispondi

Annuncio pubblicitario
Pubblicità Fantacalcio Fantardore 2020-21
Annuncio pubblicitario

Classifica

Di più in Serie A