Seguici su

Fantacalcio

Serie A, i rebus dell’ultima giornata: gli allenatori varano il turnover

Ciro-Immobile-Lazio
© imagephotoagency.it

Alla 38^ giornata sono già diverse le squadre senza più obiettivi ed il rischio di rimanere in 10 al fantacalcio è alto: ecco i big che potrebbero riposare

Il campionato è ormai giunto al termine. Le squadre si preparano dunque ad affrontare l’ultima settimana di lavoro della stagione, che culminerà nel weekend con la 38^ ed ultima giornata di Serie A. Diversi già i verdetti: Juventus Campione d’Italia e Napoli in Champions League, Lazio in Europa League, Chievo e Frosinone retrocesse in Serie B. Tante formazioni però si giocano ancora molto: per raggiungere i rispettivi obiettivi stagionali hanno ancora bisogno degli ultimi 90′, sia in chiave europea che salvezza. L’ultimo turno di Serie A propone quindi veri e propri scontri diretti, ma anche partite “inutili” dal punto di vista della classifica. Proprio per questo, gli allenatori stavolta non si tratterranno dal varare un po’ di turnover: diversi i giocatori che sono scesi in campo in quasi tutte le partite, ed il prossimo weekend sarà quello giusto per far riposare qualcuno e dar piccole soddisfazioni a qualcun altro. I fantallenatori dovranno quindi stare attenti: l’incognita c’è, ed il rischio di giocare in 10 è dietro l’angolo. Ecco quindi tutti i titolari che potrebbero andare in panchina alla 38^ giornata di Serie A.

Bologna

Il Bologna si è salvato alla 37^ giornata grazie al pareggio all’Olimpico contro la Lazio. L’ultima sfida casalinga contro il Napoli sarà quindi solo una passerella finale per salutare al meglio i propri tifosi. Mihajlovic dovrebbe quindi dar spazio in porta a Da Costa, che quest’anno non ha ancora esordito in campionato. Meritato riposo per Skorupski quindi, che ha difeso alla grande la porta emiliana nella seconda parte di campionato. Di certo non scenderà in campo l’infortunato Mattiello, ma neanche gli squalificati Dzemaili e Danilo. In dubbio gli stessi Poli e Sansone, che potrebbero andare in vacanza anzitempo per lasciar posto a Svanberg ed Edera.

Cagliari

Proprio come il Bologna, anche il Cagliari è tranquillo a quota 41 punti. Anche i sardi hanno appena ottenuto la salvezza grazie al pareggio di Genova, e possono quindi godersi l’ultimo match alla Sardegna Arena contro l’Udinese. Maran darà probabilmente spazio a Rafael in porta al posto del titolarissimo Cragno: l’estremo difensore brasiliano ha appena rinnovato il suo contratto di un anno, ed avrà la possibilità di festeggiarlo davanti ai suoi tifosi. Il tecnico non disporrà di Faragò e Ceppitelli per infortunio, ma è in dubbio anche Pavoletti: facile dunque prevedere una sua panchina a favore di Cerri e Joao Pedro.

Chievo

Il Chievo è già retrocesso da settimane, e Di Carlo ha da tempo deciso di affidarsi ai giovani e di dare qualche possibilità di mettersi in mostra a chi ha giocato meno. Sicuramente non chiuderanno la stagione gli infortunati Giaccherini e Sorrentino, ma neanche gli squalificati Barba e Stepinski. Difficile ipotizzare un ulteriore impiego da titolare per Pellissier – che ha già salutato il suo Bentegodi: spazio sicuramente per Meggiorini e Vignato.

Frosinone

Come i clivensi, anche il Frosinone ha finito la sua stagione anzitempo per lo stesso motivo: ecco quindi che sabato la 38^ giornata sarà aperta proprio da un antipasto di Serie B al Benito Stirpe. Baroni non potrà contare sui soliti infortunati Salamon, Gori e Chibsah. Poche sorprese per il resto: sono settimane che c’è qualche rotazione, ma dal primo minuto o dalla panchina saranno più o meno sempre gli stessi uomini a scendere in campo.

Juventus

La Juventus ha vinto il campionato da un paio di mesi, ma non per questo ha regalato le ultime partite. L’intensità e la foga agonistica sono sicuramente un’altra cosa, ma i nomi mandati in campo da Allegri sono comunque di primissimo livello. Il primo sicuro cambiamento avverrà però in porta: il tecnico aveva già preannunciato che Pinsoglio avrebbe fatto almeno una partita, e gli toccherà proprio l’ultima contro la Sampdoria. Panchina dunque per Szczesny. In difesa infortunato Cancelo, che verrà sostituito da De Sciglio. In mezzo fuori sicuramente Chiellini e forse anche Bonucci: ecco quindi Rugani e forse Caceres. A sinistra potrebbe invece toccare a Spinazzola al posto di Alex Sandro. A centrocampo squalificato Matuidi: verso la titolarità quindi Bentancur, ma occhio alla panchina per Pjanic a favore del giovane Nicolussi. Davanti squalificato anche Bernardeschi. Certo del posto il solito Ronaldo, ma – tolto Douglas Costa – chiunque potrebbe scendere in campo al suo fianco.

Lazio

La Lazio è matematicamente fuori dalla Champions League, ma può dormire sogni tranquilli. Già prima del pirotecnico pareggio casalingo contro il Bologna, conosceva già il suo destino: avendo vinto la Coppa Italia contro l’Atalanta, i biancocelesti sono ufficialmente ai gironi di Europa League. Ecco quindi che Inzaghi proseguirà sulla falsariga dell’Olimpico, dove ha lasciato a casa diversi acciaccati senza problemi: dopo i riposi di Caicedo e Luis Alberto, stavolta potrebbe anche toccare ad Immobile contro il Torino. Il centravanti non è in corsa per la classifica capocannonieri e non sta vivendo un grande momento: potrebbe quindi esser mandato in vacanza prima dal tecnico, almeno inizialmente. Di sicuro non ci sarà lo squalificato Correa, ma neanche gli infortunati Patric, Berisha e Lukaku. Probabile avvicendamento in porta invece: fuori un imperfetto Guerrieri, dentro Proto.

Napoli

Il Napoli conosce il suo destino ormai da due mesi: la Champions League è comunque un ottimo risultato per la squadra di Ancelotti. Probabilmente il tecnico confermerà in porta Karnezis, che ha ben fatto quando chiamato in causa: riposo certo dunque per i “due titolari” Meret e Ospina. Non ci saranno nemmeno gli squalificati Koulibaly e Allan: dentro quindi probabilmente il giovane Luperto e Younes. Davanti potrebbe tornare Insigne al posto di uno tra Mertens e Milik, mentre occhio alla mina vagante Verdi che potrebbe far rifiatare un eterno Callejon. Infortunato Ounas.

Parma

Il Parma ha ottenuto la salvezza alla 37^ giornata grazie alla vittoria di misura sulla Fiorentina. I ducali possono quindi “godersi” l’ultimo match all’Olimpico contro la Roma, dove però troveranno un clima a dir poco teso per via dell’addio di Daniele De Rossi. D’Aversa potrebbe dar spazio in porta a Frattali al posto di un immenso Sepe. Per il resto, pochi cambiamenti per via anche dei continui acciacchi: non sono infatti al meglio gli attaccanti Inglese, Gervinho e Siligardi. Fuori sicuramente Schiappacasse.

Sampdoria

La Sampdoria chiude la sua buonissima stagione in casa con la Juventus. I blucerchiati sono esattamente a metà classifica, dove meritano di stare. L’Europa è sempre stata troppo lontana, anche se un fenomenale Quagliarella ha fatto sognare: proprio per questo, Giampaolo lo manderà in campo fino alla fine con l’obiettivo di alzare ulteriormente il suo record personale di gol in un campionato. In difesa non ci saranno Murru e Andersen causa infortunio. A centrocampo potrebbe riposare ancora Linetty, ma anche Ekdal: cerca posto Ronaldo Vieira. Davanti scalpita Caprari: probabile panchina per almeno uno tra Ramirez e Defrel.

Sassuolo

Il Sassuolo ha fatto un gran campionato, salvandosi con settimane d’anticipo. De Zerbi sta continuando a chiedere il massimo ai suoi ragazzi, ripetendo di non voler concedere “contentini” a nessuno. Contro l’Atalanta potrebbe però tornare titolare Babacar al posto di uno tra Djuricic e Boga: difficile che non giochi Berardi invece, che deve alzare la sua cifra realizzativa. Di sicuro non saranno del match gli infortunati Sensi, Magnani, Peluso e Marlon. A centrocampo rientra Bourabia: rischia dunque Duncan.

Spal

Anche la Spal è salva da un po’, e potrà dunque godersi il finale di stagione davanti ai suoi tifosi al Mazza: domenica sera arriva il Milan, che si gioca l’accesso alla Champions League. Semplici potrebbe schierare per la seconda volta consecutiva Gomis in porta al posto di Viviano. In difesa assenti Simic e Felipe, Missiroli a centrocampo. Pochi cambi dunque per il resto: cerca solo spazio davanti Antenucci, che potrebbe scalzare Floccari al fianco di Petagna.

Torino

Il Torino ha dovuto dire addio al sogno europeo solo alla 37^ giornata, quando ha perso malamente 4-1 ad Empoli. I granata erano addirittura ancora in corsa per la Champions League, ma le vittorie delle altre e la finale di Coppa Italia alla Lazio ha tagliato fuori i granata anche dalla corsa all’Europa League. La squadra di Mazzarri scende dunque in campo solo per lo spettacolo, in casa domenica pomeriggio contro la Lazio. Con Ansaldi ancora in dubbio, i laterali saranno Aina e De Silvestri. Potrebbe star fuori Sirigu, dentro quindi Ichazo che ha disputato solo 3 partite in questa Serie A. Davanti potrebbe rivedersi Zaza, o magari Iago Falque dall’inizio. Non dovrebbe però rischiare capitan Belotti.

Consulta anche:

Corsa Champions: combinazioni, classifica avulsa e calendario a confronto


Calcio d'Angolo è anche su Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici CLICCANDO QUI
Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Di più in Fantacalcio