Statistiche

Serie A, le squadre a trazione anteriore della stagione 2018/2019: Juventus fuori dal podio

Raul-Albiol-Cristiano-Ronaldo-Juventus-Napoli
© imagephotoagency.it

La Juventus campione d'Italia non è la formazione che gioca più palloni nella metà campo avversaria. L'Empoli fa meglio di molte formazioni salve

In un campionato combattuto come la Serie A, la trazione anteriore non sempre paga. La Juventus, campione d'Italia per l'ottava volta consecutiva, ha infatti conquistato il tricolore pur senza essere la formazione che gioca più palloni nella metà campo avversaria. Sul podio spiccano Napoli, Inter e Atalanta, quest'ultima anche con il miglior attacco dell'intero torneo. Nella parte destra della classifica, l'offensivo Empoli di Andreazzoli non riesce a conquistare la salvezza nonostante il gioco d'attacco e la vena di Caputo sotto porta. Ecco le squadre a maggior trazione anteriore della Serie A 2018/2019 calcolate sulla base dei dati Panini Digital.

Napoli, eredità sarriana oppure rivoluzione ancelottiana?

Dopo l'avvicendarsi estivo sulla panchina del Napoli tra Sarri e Ancelotti, molti ritenevano che senza il 4-3-3 del tecnico toscano i partenopei non potessero ripetere i risultati e i fasti offensivi dello scorso anno. Invece gli azzurri hanno confermato il secondo posto in graduatoria, sebbene a una media punti inferiore a quella della stagione 2017/2018, e hanno affrontato le partite stabilmente nella metà campo avversaria. A testimonianza di quella che può essere interpretato sia come retaggio sarriano sia come evoluzione proposta da Ancelotti, parla un dato: la media di palloni giocati nella metà campo avversaria in stagione è pari a 368,7 per partita, meglio di tutte le altre partecipanti alla Serie A. Segno che il 4-4-2 mascherato dell'ex allenatore del Real porta i terzini a giocare in posizione molto avanzata e le ali a stringersi a ridosso della prima punta in una sorta di 2-4-2-2.

Inter, meglio della super Atalanta

La squadra di Gasperini ha chiuso con il miglior attacco del torneo (77 reti segnate) grazie alla vena realizzativa di Zapata con 25 centri. Tuttavia sul secondo gradino delle squadre più offensive del campionato troviamo l'Inter: i nerazzurri infatti vantano una media di 333,6 palloni giocati nella metà campo avversaria contro i 332,8 degli orobici. L'assenza di un grande bomber nel girone di ritorno (ad esempio, Icardi) ha inciso sui punti conquistati dalla formazione di Spalletti?

Leggi anche > Serie A, le squadre più efficaci della stagione 2018/2019

Juventus, fuori dal podio

I campioni d'Italia per l'ottava stagione consecutiva, finiscono giù dal podio in questa graduatoria: con un valore medio di 319,8 infatti i bianconeri sono quarti per palloni giocati dalla cinta di centrocampo in su. Nonostante l'innesto di Cristiano Ronaldo, la mentalità speculativa della squadra di Allegri non ha consentito un'occupazione massiva della metà campo avversaria. Il risultato è stato comunque soddisfacente, dato che la Vecchia Signora ha mantenuto la miglior difesa del torneo con 30 reti subìte e ha piazzato CR7 a ridosso della top three dei marcatori con 21 reti in stagione.

Empoli, mentalità offensiva tra le “piccole”

Nella parte bassa della classifica spicca la verve offensiva dell'Empoli che nonostante la retrocessione in Serie B presenta una media di 253,7 palloni giocati in avanti. Valore migliore a quello di molte altre formazioni rimaste nel massimo campionato, come Cagliari, Udinese, Genoa e Spal. Caputo ha beneficiato della proposizione offensiva dei toscani, mettendo a segno 16 reti, e risultando un terminale insostituibile per il gioco degli azzurri.


Partenopeo e parte milanese, classe 1988. Amante delle doppie cifre e delle iniziali uguali. Vivo il calcio in ogni suo aspetto e ogni giorno sogno un giro in motorino con De Laurentiis

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in Statistiche