Seguici su

Calciomercato

Calciomercato, tutte le trattative e le ufficialità di oggi 17 giugno

twitter.com/OfficialASRoma

Totti dice addio alla Roma, Sabatini sbarca a Bologna. Il Milan pensa a Mario Rui e Veretout, rallenta la trattativa Dzeko-Inter. Doppio colpo Atalanta

La giornata fa registrare il rumoroso addio di Totti alla società giallorossa dopo 30 anni di militanza. L’Inter rallenta nella corsa a Dzeko, il Milan pensa a Veretout e Mario Rui, mentre la Juventus saluta Caceres in attesa di piazzare il primo blitz per il neo tecnico Sarri. Doppio colpo per l’Atalanta che riscatta Pasalic dal Chelsea e chiude per il ritorno in Serie A di Muriel dal Siviglia, nonostante l’infortunio patito in Coppa America. Tutte le operazioni e le ufficialità della giornata.

Juventus, arrivederci Caceres

I bianconeri cercano il primo colpo da regalare al neo tecnico Sarri, ma in realtà hanno prima salutato Caceres: il contratto dell’uruguaiano scade infatti il 30 giugno e la società non rinnoverà l’accordo con il difensore ex Lazio. Caceres, attualmente impegnato in Coppa America con la sua Nazionale, ha voluto salutare i tifosi bianconeri attraverso un post Instagram dopo aver giocato gli ultimi 6 mesi con la maglia bianconera. Esperienza che si va a sommare a quelle delle stagioni 2009-2010 e del periodo 2012-2016.

Come cambia la Juventus con Sarri

Inter-Dzeko, non ci siamo

La giornata di oggi fa registrare il brusco rallentamento della trattativa che poteva portare Dzeko in maglia nerazzurra: la Roma infatti ha alzato le pretese e, stando alla Gazzetta dello Sport, si è spinta alla soglia dei 22 milioni di euro a fronte di un’offerta nerazzurra di circa 13 milioni  più contropartita da scegliere per l’attaccante bosniaco. Chi invece potrebbe invece fare ritorno dalle parti di Appiano è Kovacic: il centrocampista, fresco vincitore dell’Europa League con il Chelsea di Sarri, sta pensando di rientrare in Italia visto il poco spazio che si profila al Real Madrid dopo gli acquisti di Mendy e del suo ex compagno di squadra Hazard. L’Inter può farsi avanti, trovando la formula migliore per arginare i 35 milioni di costo del cartellino, e avrebbe già la disponibilità del giocatore.

Calciomercato Inter, Kovacic vuole tornare: snobbato il Real Madrid

Il Milan pensa a Veretout, Mario Rui e Gabbiadini

Sull’altra sponda dei Navigli si attende l’ufficialità di Giampaolo, ma le operazioni di Maldini e Boban proseguono incessantemente. Si susseguono, infatti, gli incontri tra la dirigenza milanista e gli agenti principi del calciomercato. Stavolta è stato il turno di Giuffredi, procuratore di Veretout e Mario Rui che sono nel mirino del Milan nonostante l’abbondanza soprattutto sulla fascia sinistra di difesa. Giampaolo vorrebbe però portare con sé anche un suo pupillo, che risponde al nome di Gabbiadini e che conosce il modulo voluto dall’ormai ex tecnico doriano.

L’addio di Totti

In casa Roma risuonano fragorosamente le parole di addio di Totti che in una conferenza stampa, tenutasi questo pomeriggio al Coni, ha sentenziato l’addio ai colori giallorossi dopo 30 anni trascorsi tra campo e tribuna. Le motivazioni dell’ex numero 10 sono varie, ma su tutte spicca lo scarso ruolo riservatogli da Pallotta e dal resto del gruppo di comando della società. “Mi dimetto non per colpa mia – ha dichiarato Totti – ma non mi hanno mai fatto fare niente”. Una lunga critica al club e un arrivederci ai tifosi romanisti, racchiuso nella lunga lettera d’addio che il Pupone ha riservato ai supporter della Roma. Per Totti sarebbe già arrivata l’offerta da un altro club italiano, così come da Fifa e Figc.

Roma, la conferenza di addio di Totti

Le altre trattative e ufficialità

Tra le altre trattative di giornata si registra l’ufficialità di Sabatini come coordinatore dell’area tecnica del Bologna (e dei Montreal Impact), e il doppio colpo dell’Atalanta che riscatta Pasalic dal Chelsea e chiude, come riportato da Sky Sport, per il trasferimento a titolo definitivo di Muriel dal Siviglia – nonostante l’infortunio rimediato in Coppa America. L’Empoli, attraverso le parole del presidente Corsi, svela che Caputo rimarrà in Serie A ma non si sbilancia su quale delle pretendenti riuscirà ad aggiudicarsi le prestazioni dell’attaccante.

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Di più in Calciomercato