Seguici su

La Classifica

I 10 portieri più pagati nella storia della Serie A

Gianluigi-buffon-portiere-juventus

Juventus protagonista, ma anche l’Inter ha spesso pescato il jolly. La top dieci dei portieri più costosi nel calciomercato italiano

Il calcio è un gioco relativamente semplice: per vincere, basta segnare un gol in più degli avversari. Ci sono giocatori bravi nel farlo, e altri che invece cercano di impedirlo. Il ruolo del portiere è diverso da quello di tutti gli altri, e può risultare determinante almeno quanto quello dei suoi colleghi che cercano di bucarlo. Riflessi, tuffo, sicurezza, talento e personalità sono le qualità principali di un portiere di calcio e, di conseguenza, quelle che ne determinano il suo valore – anche economico.

Le cifre non sono ovviamente quelle degli attaccanti o dei centrocampisti, ma nel corso degli anni la soglia si è drasticamente alzata anche per loro. Soprattutto in Italia, che ha una grande tradizione quando si parla di estremi difensori. Prezzi sempre più alti, come conferma il recente acquisto di Pau Lopez da parte della Roma. Di seguito la top dieci dei portieri più costosi nella storia della Serie A.

La classifica dei 10 portieri più pagati nella storia della Serie A

11. Ivan Pelizzoli: 14 milioni di euro (Roma, 2001)

Apre questa speciale classifica Ivan Pelizzoli, che cresce e si fa conoscere nelle giovanili dell’Atalanta. Il ragazzo però promette bene, e non fa in tempo ad esordire in prima squadra che di lui si accorge la Roma Campione d’Italia in carica. I giallorossi lo acquistano quindi nell’estate del 2001 per 14 milioni di euro: un sogno per la Dea, che non era certo la potenza di oggi. Dopo gli inizi difficoltosi, il ragazzone rimane a Roma fino alla stagione 2004/05. Pelizzoli totalizza in tutto 92 presenze e 102 gol subiti, a cui si aggiungono 33 ‘clean sheet’.

10. Sebastien Frey: 14 milioni di euro (Inter, 1998)

Sebastien Frey esordisce nel grande calcio con la maglia del Cannes. Dopo una sola stagione, però, ecco la chiamata della vita per lui: c’è la Serie A, con l’Inter che lo acquista nell’estate del 1998 al prezzo degli odierni 14 milioni di euro. Il ragazzo prometteva bene, ma la sua prima esperienza con la squadra milanese non va molto bene: solo 7 presenze stagionali in Serie A, per poi tornare due anni dopo passando per il prestito all’Hellas Verona.

9. Samir Handanovic: 15 milioni di euro (Inter, 2012)

Punto fermo – e capitano, dopo il declassamento di Icardi – dell’Inter, Samir Handanovic ha vinto diversi premi individuali in Serie A. Dopo aver mostrato tutte le sue qualità all’Udinese, il presidente Moratti lo ha scelto come sostituto di Julio Cesar, uno degli ultimi eroi del ‘triplete’. Nel 2012, i nerazzurri hanno infatti versato 15 milioni di euro nelle casse dei friulani.

8. Angelo Peruzzi: 17,9 milioni di euro (Lazio, 2000)

Uno dei portieri italiani più forti di sempre. Campione del Mondo a Germania 2006 – con il ruolo di terzo portiere – il ragazzone si è tolto anche la soddisfazione di vincere la Champions League con la maglia della Juventus nel lontano 1996. Dopo una sola stagione all’Inter, passa alla Lazio campione d’Italia in carica nel 2000. I biancocelesti pagarono l’estremo difensore 17,9 milioni di euro. Peruzzi rimase a Roma – prima di ritirarsi – sette stagioni, diventandone ben presto il leader: per lui 226 presenze, 242 gol subiti e 75 ‘clean sheet’.

7. Angelo Peruzzi: 19 milioni di euro (Inter, 1999)

Subito prima di approdare alla Lazio, Peruzzi vanta anche una stagione all’Inter. Arrivato dalla Juventus ci ha messo un po’ per farsi accettare, ma poi le sue prestazioni hanno parlato per lui. Con la maglia dell’Inter ha totalizzato soltanto 38 presenze in una stagione. I nerazzurri lo hanno acquistato infatti nel 1999 dalla Juventus al costo di 19 milioni di euro, per rivenderlo un anno dopo alla Lazio.

I trasferimenti più costosi della Serie A

6. Emil Audero: 20 milioni di euro (Sampdoria, 2019)

Dopo una stagione in prestito è arrivato il riscatto per il portiere di origini indonesiane, che con la maglia blucerchiata ha garantito grande sicurezza. Giampaolo si è fidato e Audero lo ha ripagato con ottime prestazioni, fatta eccezione per qualche errore un po’ grossolano. Per assicurarsi le sue prestazioni la Sampdoria ha sborsato 20 milioni di euro alla Juventus.

5. Sebastien Frey: 21 milioni di euro (Parma, 2003)

Dopo l’avventura all’Inter, per Frey si aprono le porte del Parma. Per rimpiazzare Buffon – trasferitosi alla Juventus – i ducali investono 21 milioni nel portiere francese. Il classe 1980 rimarrà quattro stagioni in Emilia prima di trasferirsi nel 2005 alla Fiorentina. Con la maglia del Parma colleziona 159 presenze, 202 gol subiti e 44 ‘clean sheat’.

4. Alex Meret: 22 milioni di euro (Napoli, 2019)

Nell’estate del 2018, il Napoli riesce a vincere la concorrenza delle altre squadre di Serie A portandosi a casa il talentino scuola Udinese. Dopo una grande annata – anche se terminata con un infortunio – con la maglia della Spal, il classe 1997 si trasferisce in Campania per 22 milioni di euro: cifra ovviamente record per una squadra non del nord Italia. Nel Napoli di Ancelotti, Meret si è dovuto alternare con Ospina a seconda dei momenti della stagione ma a fine anno è scattato il diritto di riscatto che gli vale il gradino più basso del podio.

3. Pau Lopez: 23,5 milioni di euro (Roma, 2019)

Il mercato estivo 2019 della Roma è ricco di cessioni importanti, ma parte dei soldi incassati viene reinvestita per rinforzare la squadra. Uno dei nuovi arrivi è il portiere Pau Lopez, che giunge nella capitale per 23,5 milioni di euro. Dopo aver ben figurato tra i pali della porta del Betis Siviglia, lo spagnolo ha il compito di far dimenticare in fretta la sciagurata stagione del collega Olsen.

2. Francesco Toldo: 26,5 milioni di euro (Inter, 2001)

L’estate del 2001 è segnata dai due trasferimenti più onerosi nella storia della Serie A per quanto riguarda i portieri. Uno vede come protagonista Francesco Toldo, che passa dalla Fiorentina all’Inter per 26,5 milioni di euro. Dopo otto stagioni con la viola, i nerazzurri piombano sull’allora portiere titolare della nazionale italiana che rimane a Milano nove anni prima di ritirarsi: tra le tante soddisfazioni, il portiere si è goduto in extremis anche la vittoria di quella Champions League che non arrivava da ben 45 anni.

1. Gianluigi Buffon: 52,88 milioni di euro (Juventus, 2001)

Sul gradino più alto del podio troviamo uno dei portieri più forti della storia del calcio: Gianluigi Buffon. Giovane e sfrontato, si fa conoscere ed ammirare a Parma. Dopo sei grandi stagioni con i ducali, viene comprato dalla Juventus nell’estate del 2001. Nelle casse degli emiliani va la cifra record di 52,88 milioni di euro. Nei 17 anni con la casacca bianconera – prima di trasferirsi al Psg a parametro zero – Buffon vincerà quasi tutto. La sua carriera è ovviamente impreziosita dal Mondiale del 2006 vinto da protagonista.

Leggi anche: i 10 portieri più pagati nella storia del calcio

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Di più in La Classifica