Seguici su

Champions League

Tottenham-Liverpool 0-2: Salah e Origi portano Klopp sul tetto d’Europa

© imagephotoagency.it

Un rigore di Salah, dopo appena due minuti, e una rete di Origi decidono la finale di Madrid e consegnano la Champions League al Liverpool

Il Liverpool vince il derby inglese contro il Tottenham e si aggiudica la Champions League edizione 2018/2019. Una rete di Salah, su rigore dopo appena 2 minuti, e una rete di Origi nel finale decidono la finale di Madrid e consegnano la coppa a Klopp dopo la sconfitta dello scorso anno contro il Real Madrid. A Pochettino non basta il rientro di Kane per ribaltare la gara come avvenuto contro l’Ajax in semifinale.

Tottenham-Liverpool inizia subito con il botto: dopo neanche 16 secondi, infatti, Sissoko colpisce di mano in area su un tocco di Mané lanciato in profondità e causa il calcio di rigore che apre le ostilità. Dal dischetto Salah non sbaglia e sigla il secondo gol più veloce nella storia delle finali di Champions League, dopo quello di Maldini proprio contro i Reds nel 2005. La formazione di Klopp prova ad approfittare del momento di sbandamento degli avversari, ma la conclusione da fuori di Alexander-Arnold sibila alla destra di Lloris al 17′. Gli Spurs provano ad alzare il baricentro, ma i centrali del Liverpool riescono a ingabbiare Kane, non al meglio della condizione, e sul finire di frazione sono ancora i ragazzi di Klopp a sfiorare il raddoppio con la botta da fuori di Robertson, alzata in corner da Lloris al 37′. Il Tottenham prova a scuotersi, ma quando Eriksen nel recupero riesce a ritagliarsi una mattonella interessante per la conclusione, spedisce alto dalla media distanza.

Nella ripresa i londinesi provano ad alzare la pressione, ma l’unica occasione prodotta è di Dele Alli che al 55′ viene murato in area da Van Dijk. Il Liverpool non riesce a esprimere il consueto gioco fatto di pressione alta e verticalizzazioni, ma per entrambe le formazioni il peso della gara si fa sentire con tanti errori in fase di impostazione. Pochettino lancia nella mischia Lucas, eroe della semifinale contro l’Ajax, ma la palla gol capita tra i piedi di Milner che per pochi centimetri non trova il raddoppio al 69′. Nel finale di gara doppia decisiva parata di Alisson prima su Son e poi su Lucas. Il portiere brasiliano blinda il risultato all’84’ con una super risposta sulla punizione tagliata di Eriksen, prima del raddoppio di Origi all’84’ con un preciso sinistro su assist di Van Dijk. E’ il gol che chiude la partita e consegna la Champions ai Reds di Klopp, per la sesta volta nella storia.

Liverpool finale Champions League 2018/19

© imagephotoagency.it

Tottenham-Liverpool 0-2: il tabellino

Tottenham (4-2-3-1): Lloris; Trippier, Alderweireld, Vertonghen, Rose; Winks (66′ Lucas), Sissoko (74′ Dier); Eriksen, Alli (82′ Llorente), Son; Kane. All. Pochettino

Liverpool (4-3-3): Alisson; Alexander-Arnold, Van Dijk, Matip, Robertson; Wijnaldum (62′ Milner), Henderson, Fabinho; Salah, Firmino (58′ Origi), Mané (90′ Gomez). All. Klopp

MARCATORI: Salah su rig. al 2′, Origi all’87’

ASSIST: Van Dijk

AMMONITI: —

ESPULSI: —

Pillola di Fanta

Nella sua straordinaria cavalcata verso la finale di Madrid, il Tottenham non è mai stato in vantaggio alla fine dei primi 45′ minuti. Nei 13 precedenti ha comunque conquistato 6 successi e due pareggi, ma il miracolo non è riuscito nell’ultimo atto della competizione. RIBALTONE MANCATO

Leggi anche > Le nazioni che hanno vinto più Champions League

1 commento

1 commento

  1. Alessio maria

    2 Giugno 2019 at 10:12 am

    Santo Allison….se non avesse fatto un miracolo su milik all ultimo minuto dei gironi ora stavano già tutti al mare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Di più in Champions League