Seguici su

Fantacalcio

Bologna, dubbio centravanti: oltre a Destro e Santander, c’è anche Palacio

Rodrigo-Palacio-Bologna
© imagephotoagency.it

Nel 4-2-3-1 di Mihajlovic, l’argentino insidia il 22 ed il 9 nel ruolo di prima punta. Chi acquisterete al fantacalcio?

Il campionato si sta avvicinando: ieri è stato svelato il calendario della stagione 2019/20 di Serie A. Il via è fissato per sabato 24 agosto. Tutte le squadre si stanno preparando a dovere, testando le proprie tattiche con amichevoli sul campo. Queste partire servono proprio ai tecnici per sciogliere gli ultimi dubbi circa giocatori e ruoli, ma anche agli stessi fantallenatori per avere un quadro più chiaro sulla loro prossima rosa da acquistare all’asta. In questo senso, grosse indicazioni ha dato ieri l’amichevole di Neustift tra Schalke-04 e Bologna. I rossoblu hanno superato 3-2 i tedeschi nella seconda amichevole del proprio ritiro austriaco, anche senza Mihajlovic in panchina. A differenza del match – perso – contro il Colonia, la prima punta titolare non era Destro ma Palacio, che ha fatto molto bene. A loro si aggiunge anche Santander che – rientrato in ritardo e leggermente indietro di condizione – non è ancora sceso in campo. Il Bologna ha l’imbarazzo della scelta per quanto riguarda il centravanti, ma nel 4-2-3-1 del tecnico serbo c’è spazio solo per uno. Chi acquisterete al fantacalcio?

Palacio, centravanti sempreverde di movimento

Palacio è stato scelto per fare la prima punta titolare nell’amichevole vinta contro lo Schalke 04. Il centravanti argentino – oltre ad essere il più esperto – è anche il giocatore di maggior qualità tra i 3. Punta di movimento, è in grado di svariare su tutto il fronte offensivo, come ha ampiamente dimostrato contro i tedeschi: un palo, un gol annullato ed infine una rete a tutti gli effetti. Sempre imprevedibile, il numero 24 non è sicuramente un vero bomber d’aera di rigore, ma al fantacalcio vi regalerà sempre la prestazione. Oltre che gol, ha visione e piede per fornire assist importanti ai compagni. Inoltre, Palacio – tornato attaccante a tutti gli effetti nel Listone de “La Gazzetta dello Sport” – può giocare anche da esterno offensivo nel 4-2-3-1. Se sta bene, difficilmente il tecnico rinuncerà a lui. Sembra banale e ripetitivo, ma puntare ancora una volta sul sempreverde Palacio non è così sbagliato.

Leggi anche -> Fantacalcio 2019/20, tutte le novità: chi cambia ruolo e le new entry

Destro, killer d’area di rigore in cerca di riscatto

Questa deve essere la stagione di Mattia Destro. Se siete eccessivamente romantici o stracolmi di speranza, allora puntate su di lui. Ancora una volta. Mihajlovic – che con il numero 22 ha un rapporto splendido – ha deciso di riconfermarlo. E non solo. Gli ha procurato anche un personal trainer coi fiocchi, il suo amico ed ex pugile Cantatore. Destro ora sembra rinato, sia fisicamente che mentalmente. Deve però dimostrarlo sul campo. Schierato da titolare, non è andato bene nella sconfitta col Colonia, mentre ha giocato solo la mezz’ora finale contro lo Schalke 04. Destro è sicuramente un bomber d’area di rigore. Le sue qualità negli ultimi 16 metri sono fuori discussione, il problema è tutto il resto. Non è sicuramente quel centravanti in grado di andare a “fare la lotta” con gli avversari per tutta la partita. Può invece essere quella punta da fantacalcio, quel giocatore che se entra nel tunnel giusto è in grado di infilare una serie di bonus in diverse partite ravvicinate. Se siete pronti ad odiarvi per davvero, allora puntate ancora su Destro. O la va o la spacca. Chissà che questo non sia davvero il suo anno.

Santander, punta “sporca” pronta a fare a “sportellate”

L’attaccante meno “bello” da vedere è sicuramente Federico Santander. Numero 9 robusto e forte fisicamente, ama fare a “sportellate” per tutto l’arco dei 90 minuti. E’ meno bomber rispetto a Destro e molto meno qualitativo rispetto a Palacio, ma può tenere in piedi l’attacco da solo. Il classico attaccante che sa adattarsi anche al gioco “sporco” della squadra, il classico attaccante che lascerà sempre l’anima in campo. Di certo, non ruba l’occhio per la sua eleganza e le sue giocate, ma è funzionale. E comunque segna. Potrebbe partire leggermente dietro nelle gerarchie di Mihajlovic, ma alla fine si ritaglierà il suo spazio. Molto bravo di testa, sa anche fare da sponda per i compagni. E’ probabilmente la scelta che meno ispira al fantacalcio, ma è il centravanti che dà più garanzie: sa fare poche cose, ma sa farle bene. E difficilmente delude sotto porta.

Leggi anche – > Fantacalcio 2019/20, i giocatori più costosi all’asta ruolo per ruolo

 


Commenta

Rispondi

Annuncio pubblicitario
Pubblicità Fantacalcio Fantardore 2020-21
Annuncio pubblicitario

Classifica

Di più in Fantacalcio