Seguici su

Calciomercato

Chi è Skov Olsen: terribile mancino danese classe 1999

Il talento danese può essere il prossimo rinforzo della faraonica campagna acquisti del Bologna: dal Nordsjaelland un mancino tutto da scoprire

Prosegue senza sosta la campagna di rafforzamento del Bologna in previsione della stagione 2019/2020: dall’arrivo di Sabatini infatti i felsinei hanno messo in fila una serie di importanti colpi in tutti i reparti del campo. La difesa beneficerà dell’arrivo di Bani, Denswil e dell’ultimo arrivato Tomiyasu, a centrocampo ci sarà spazio per le geometrie di Schouten e in avanti – senza dimenticare i riscatti di Soriano, Sansone e Orsolini – Mihajlovic potrà contare anche sul talento di Skov Olsen, classe 1999. Il giovane esterno offensivo danese, che ha disputato l’ultima stagione tra le fila del Nordsjaelland, sbarcherà in Emilia per una cifra vicina ai 6 milioni di euro.

Talento naturale

Andreas Skov Olsen è un attaccante esterno danese nato a Hillerod il 29 dicembre 1999. La sua maturazione calcistica –  almeno la prima parte di essa, dato che parliamo di un calciatore neanche ventenne – avviene con la maglia del Nordsjaelland con cui ha militato dalle giovanili fino all’estate 2019. Il percorso comincia nel 2009, si impreziosisce con i 15 centri in 14 partite realizzati con la squadra Under 19 e si conclude con il debutto in prima squadra nella sfida contro il Brondby del luglio 2017. Appena un minuto in campo per Skov Olsen, scena che si ripeterà nel corso di quell’annata anche contro Lyngby e Silkeborg per un totale di 180 secondi sul rettangolo di gioco con i “grandi”. Numeri che non bastano a far mettere in luce tutto il suo talento, anche se l’appuntamento con la deflagrazione della giovane stella del calcio danese è solo rimandato di qualche mese.

La campagna europea

L’occasione di brillare viene fornita ad Andreas dai preliminari di Europa League a cui partecipa il Nordsjaelland: l’attaccante classe 1999 realizza tre reti in 6 partite – tra cui la sua prima in assoluto contro gli scozzesi del Cliftonville e le due successive timbrature contro Aik Solna e Partizan Belgrado. Biglietto da visita che non basterà a far qualificare la sua squadra alla fase a gironi, eliminati proprio dai serbi del Partizan, ma servirà da viatico per conquistare un posto da titolare. Il tecnico dei danesi Hjulmand non riesce più a fare a meno del suo gioiellino nella stagione 2018/2019 e Skov Olsen lo ripaga con 26 reti in 44 incontri disputati in tutte le competizioni. L’ultima vetrina gli è stata offerta dall’Europeo Under 21, manifestazione in cui si è messo in luce con la sua Nazionale segnando 1 gol e servendo 1 assist nella seconda gara del girone B contro l’Austria.

Andreas Skov Olsen: statistiche e caratteristiche tecniche

Skov Olsen è dotato di un mancino d’eccezione e di una fisicità importante (alto 187 cm) che lo rendono un esterno offensivo davvero difficile da prevedere. Anche la sua posizione non agevola la lettura da parte dei difensori avversari, in quanto lo svedese ama partire da destra per accentrarsi sul piede forte. Può migliorare in fase di ripiegamento, ma il giovane danese si distingue per un ottimo dribbling e una precisa conclusione dalla media distanza. E con un maestro come Sinisa, le traiettorie del suo sinistro potranno diventare sempre più letali.

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Di più in Calciomercato