Seguici su

Fantaschede

FANTASCHEDE – Juventus, ecco Buffon: usato sicuro per la porta dei bianconeri

Ritorno nostalgico per la porta della Juventus. Tutto su Gianluigi Buffon per il fantacalcio: ruolo, caratteristiche e inclinazioni a bonus, malus e infortuni

Chiusa l’ennesima stagione vincente – nella quale è però mancato ancora una votla il salto di qualità in Champions League – la Juventus programma la nuova stagione con acquisti di valore come de Ligt, Ramsey e Rabiot, ma anche qualche opportunità. A partire dalla porta, dove – a distanza di un anno dal suo addio – ritorna Gigi Buffon in scadenza di contratto con il Psg. La redazione di Calcio d’Angolo ha analizzato il profilo del giocatore: caratteristiche, ruolo, inclinazione a bonus e malus e continuità di rendimento. Tutto quello che c’è da sapere prima di decidere se comprarlo o meno al fantacalcio.

Chi è Gianluigi Buffon

Nato a Carrara il 28 gennaio del 1978, Buffon comincia la sua carriera calcistica all’età di 13 anni entrando a far parte delle giovanili del Parma. Completato tutto il percorso con i ducali, nel 1995 passa in prima squadra. L’esordio in Serie A arriva il 19 novembre del 1995, in un Parma-Milan,nel quale un giovane Buffon riesce a tenere la porta inviolata con una fenomenale prestazione. Nel corso degli anni al Parma cresce tanto da diventare uno dei migliori portieri italiani in circolazione. Dopo sei anni – e tre trofei – con il Parma, nel 2001 alla sua porta bussa la Juventus che paga 75 miliardi di lire e il cartellino di Jonathan Bachini per portarlo a Torino.

Diventato il portiere più pagato di allora (prima dell’avvento dei vari Alisson e Kepa) e l’acquisto più oneroso nella storia della Juventus (iniziando una scia che arriva Higuain e Cristiano Ronaldo), a Torino Buffon trova fin da subito una maglia da titolare. Dopo un avvio di esperienza non dei migliori, si ambienta sempre di più nel corso delle giornate e contribuisce allo scudetto bianconero, primo in carriera per lui. Nel corso delle stagioni diventa un pilastro per la porta della Vecchia Signora, continuando a vincere trofei. Nel 2012 – dopo l’addio di Alessandro Del Piero – eredita la fascia di capitano, indossata fino all’estate del 2018, quando decide di provare una nuova esperienza. Passa dunque al PSG, che lo preleva a parametro zero. Arrivato per fare il titolare, con i parigini finisce per diventare un secondo portiere, anche se a fine anno le presenze totali saranno 25. Nell’estate del 2019 rifiuta il rinnovo e lascia la Ligue 1 per rientrare in Italia alla Juventus, che lo prende a sua volta a titolo zero.

Da incorniciare la sua esperienza con la nazionale italiana. Dopo aver fatto il suo esordio con l’Under 15, Buffon fa tutta la trafila fino all’Under 21, portando a casa gli Europei di categoria del 1996 senza giocare nemmeno una partita. Nell’estate del 1997, vince anche il primo trofeo da protagonista, portando a casa i Giochi del Mediterraneo di Bari con l’Under 23. L’esordio in nazionale maggiore non tarda ad arrivare, con Buffon che gioca circa 60′ della gara tra Italia e Russia valida per le qualificazioni ai Mondiali del 1998. Diventato titolare all’età di 20 anni, la sua esperienza più importante arriva nel 2006, vincendo il Mondiale di Germania da assoluto protagonista. L’esperienza azzurra termina nel 2018, quando decide di smettere dopo 176 presenze con la nazionale maggiore.

Consulta tutte le fantaschede degli ultimi giocatori arrivati in Serie A

Ruolo, caratteristiche e rendimento: 8

La fama lo procede. È stato uno dei migliori portieri al mondo per tanti mostrando le sue caratteristiche in Italia e nel mondo. Nel corso dell’ultima stagione ha confermato di poter ancora dire la sua nonostante l’età, in un campionato nuovo per lui come la Ligue 1. Il voto sarebbe potuto anche essere superiore, ma i 41 anni ormai si fanno sentire.

Indice di titolarità: 4

Tranne il primo anno con il Parma e l’ultimo con il PSG, Buffon è sempre stato un titolare nelle squadre nelle quali ha giocato. Sono infatti ben 901 le presenze complessive accumulate in carriera. Nella sua esperienza alla Juventus le cose saranno però leggermente diverse, con l’ex capitano bianconero tornato a Torino per fare il vice di Szczesny. Possibile che giochi qualche partita in campionato, per battere il record di presenze di Maldini in Serie A.

Inclinazione ai bonus: 7,5

Per bonus si fa chiaramente riferimento al numero di rigori parati, con un piccolo sguardo anche al numero di reti inviolate. Dei 106 rigori fronteggiati in carriera, l’ex capitano dei bianconeri è stato capace di pararne ben 32: neutralizzando dunque il 33% dei tentativi. Alto anche il numero delle reti inviolate, sono 405 le clean sheet di Buffon in 901 presenze, poco meno della metà.

Frequenza malus: 6,5

I malus non sono uno dei punti deboli di Buffon, che in tutta la sua lunga carriera ha rimediato appena 15 cartellini gialli e cinque cartellini rossi. Non elevatissimo anche il numero di gol incassati, con una media di 1,19 a partita.

Frequenza agli infortuni: 6

Considerata la carriera – e l’età – di Buffon, non sono tantissimi gli infortuni rimediati nel corso della carriera. Lo stop più grave risale alla stagione 2009/10, quando a causa di un’ernia del disco fu costretto a stare fuori 206 giorni, saltando 28 partite. Nelle ultime stagioni il numero di infortuni si è leggermente ridotto, con il portiere carrarese che ha subito l’ultimo stop nel corso della stagione 2017/18 con la maglia della Juventus saltando nove partite a causa di un infortunio alla coscia, per un totale di 52 giorni.

Prendere Buffon al fantacalcio? 6,4

Il totale del fantavalore è “viziato” dalla straordinaria carriera di Buffon, tornato alla Juventus per fare però soltanto il secondo di Szczesny. Le presenze nel corso della stagione non saranno tantissime, ma è consigliato prendere Gigi in coppia con il polacco per avere ben saldo il ruolo dei portieri.

La fantascheda di Buffon

Caratteristiche: 8

Titolarità: 4

Bonus: 7,5

Malus: 6,5

Infortuni: 6

Fantavalore: 6,4

Il fantavalore è la media aritmetica delle valutazioni assegnate dalla redazione di Calcio d’Angolo alle caratteristiche del giocatore, alla titolarità, alla frequenza dei bonus, alla capacità di evitare malus e all’inclinazione agli infortuni.

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere in anteprima la guida all’asta del fantacalcio. CLICCA QUI – “Se vuoi vincere non puoi perderla!”


Commenta

Rispondi

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Classifica

Di più in Fantaschede

Calciodangolo.com fornisce pronostici sulle principali competizioni calcistiche, confronta quote e offerte dei Bookmakers da noi selezionati, in possesso di regolare concessione ad operare in Italia rilasciata dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Il servizio, come indicato dall’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni al punto 5.6 delle proprie Linee Guida (allegate alla delibera 132/19/CONS), è effettuato nel rispetto del principio di continenza, non ingannevolezza e trasparenza e non costituisce pertanto una forma di pubblicità.   Loghi AAMS   © Calciodangolo.com - Testata reg. Trib. Locri (RC) n.1175/2016 del 18/07/2016 - P.IVA 03039540806 - Tutti i diritti riservati