Seguici su

Fantaschede

FANTASCHEDE – Bologna, ecco Schouten: geometrie olandesi in regia

schouten excelsior

Centrocampista olandese di grande avvenire. Tutto su Jerdy Schouten per il fantacalcio: ruolo, caratteristiche e inclinazioni a bonus, malus e infortuni

Il Bologna fa sul serio per la prossima stagione, con l’obiettivo di ambire a qualcosa in più rispetto alla salvezza conquistata nello scorso torneo. In tal senso vanno letti gli investimenti del presidente Saputo che in questa sessione di calciomercato non sta badando a spese: dopo i riscatti di Soriano, Sansone e Orsolini,  nel capoluogo emiliano sono approdati anche Bani, Denswil, Tomiyasu, Skov Olsen e Schouten, centrocampista olandese di grande avvenire. La trattativa per il calciatore dell’Excelsior si è sbloccata dopo un pagamento di 3 milioni di euro. La redazione di Calcio d’Angolo ha analizzato il profilo del giocatore: caratteristiche, ruolo, inclinazione a bonus e malus e continuità di rendimento. Tutto quello che c’è da sapere prima di decidere se comprarlo o meno al fantacalcio.

Chi è Jerdy Schouten

Jerdy Schouten nasce nel gennaio 1997 a Spijkenisse, in Olanda, e può ammirare in famiglia – sin dai primissimi anni – un esempio calcistico di grande successo: lo zio Henk, infatti, ha militato per otto stagioni nel centrocampo del Feyenoord mettendo a referto ben 90 gol con il club di Rotterdam. Jerdy comincia il suo percorso nell’Ado Den Haag nel 2008, dopo essere stato scartato in più occasione ai provini per le giovanili dello Sparta Rotterdam: trafila che lo porterà all’esordio in Eredivisie nella gara del dicembre 2016 contro il Nec. La prima stagione, tuttavia, non fu fortunata per Schouten che riuscì a ritagliarsi poco spazio con appena 12 minuti giocati e alla fine del campionato viene girato in prestito al Telstar, formazione della cadetteria olandese. L’esperienza in una serie minore permette a Schouten di maturare e di trovare maggiore continuità sul rettangolo di gioco e a livello personale chiudendo l’esperienza con 4 gol e 2 assist in 37 presenze. Numeri che non gli valgono la conferma da parte dei due club coinvolti nell’operazione e quindi arriva il trasferimento all’Excelsior nell’estate del 2018. Qui, Schouten trova la sua dimensione in campo, acquisisce fiducia e gioca 31 partite in Eredivisie – impreziosite dal gol contro il Vitesse – prima dello sbarco al Bologna.

Consulta tutte le fantaschede degli ultimi giocatori arrivati in Serie A

Ruolo, caratteristiche e rendimento: 6

Per ritmo compassato e visione di gioco Schouten ha ricevuto un appellativo importante in patria: il “Pirlo d’Olanda”. Il talento olandese, tuttavia, abbina anche una buona fase di interdizione alle qualità in cabina di regia e può spaziare in più zone della mediana, ispirandosi a Fabregas per stile delle giocate e molteplicità delle posizioni in campo. Il suo ruolo preferito è quello di centrocampista centrale o trequartista, ma nella sua giovane carriera è stato impiegato in tutti i ruoli di metà campo e attacco.

Indice di titolarità: 5

La sua collocazione nello scacchiere di Mihajlovic dipenderà in parte anche dal futuro di Pulgar, ma per l’olandese si aprono le porte anche di un impiego in tandem con il regista rossoblu. A meno che il tecnico del Bologna non voglia provare a riportare Schouten nell’iniziale posizione di trequartista, innalzando nuovamente il suo raggio d’azione. Inizialmente ci sarà da faticare per trovare un posto in campo, ma alla lunga potrebbe farsi spazio.

Inclinazione ai bonus: 4,5

Nonostante lo scarso apporto in termini realizzativi, il classe 1997 ha fornito il contributo che l’Excelsior si aspettava da lui: geometrie a centrocampo e tanta qualità al servizio dei compagni. Per il fantacalcio però il bottino di appena un gol in Eredivisie e 4 reti nella Serie B olandese non possono essere di grande appeal.

Frequenza malus: 7

Il nome di Schouten è finito soltanto 6 volte nella lista dei “cattivi” stilata dai fischietti olandesi negli ultimi due anni. Con 6 cartellini gialli rimediati in una zona nevralgica del campo, il classe 1997 non può certo dirsi un habitué del malus.

Frequenza agli infortuni: 5,5

Un problema agli stinchi all’età di 12 anni stava per costare caro a Schouten, costretto ad una serie di interventi mirati e ad un lungo stop. La carriera del centrocampista tuttavia non ha mostrato strascichi di questa debolezza, che non ha costretto ad ulteriori pause il calciatore olandese. Un altra tipologia di problema ha però frenato la preparazione estiva con i rossoblu, perché il calciatore ha subito una lesione al legamento collaterale del ginocchio destro all’inizio del ritiro con il Bologna.

Prendere Schouten al fantacalcio? 5,6

Schouten si candida ad essere un centrocampista eclettico del Bologna di Mihajlovic, capace di interpretare più ruoli con qualità e determinazione. Le sue doti tecniche compensano lo scarso apporto dimostrato finora in zona bonus e ci inducono a consigliarvi di risparmiare qualche fiche per il talentino olandese.

La fantascheda di Schouten

Caratteristiche: 6

Titolarità: 5

Bonus: 4,5

Malus: 7

Infortuni: 5,5

Fantavalore: 5,6

Il fantavalore è la media aritmetica delle valutazioni assegnate dalla redazione di Calcio d’Angolo alle caratteristiche del giocatore, alla titolarità, alla frequenza dei bonus, alla capacità di evitare malus e all’inclinazione agli infortuni.

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere in anteprima la guida all’asta del fantacalcio. CLICCA QUI“Se vuoi vincere non puoi perderla!”

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Di più in Fantaschede