Seguici su

Fantaschede

Guida all’asta del fantacalcio, la scheda del Napoli: difesa granitica e fantasia in attacco

Mertens-Insigne-Napoli
imagephotoagency.it

Acquisti mirati per inseguire il sogno scudetto. Tutto sul Napoli: formazione tipo, nuovi acquisti e consigli per il fantacalcio

Il secondo mandato ancelottiano ha un chiaro obiettivo: provare a infastidire la Juventus fino all’ultima giornata e ambire alla conquista di un titolo. Dopo l’esaltante triennio con Sarri in panchina, squadra e tifosi devono porre nel mirino l’ex comandante e restare incollati alla corazzata bianconera per non ritrovarsi senza motivazioni all’inizio del girone di ritorno. La formazione rodata, la disponibilità del presidente ad inserire un top player in organico e la fine del periodo di ambientamento per coach Ancelotti sono tutti fattori che possono concorrere positivamente alla causa azzurra.

Principali movimenti di mercato

Il club partenopeo si è mosso con oculatezza sul mercato in entrata, prelevando in primis il terzino destro dell’Empoli Di Lorenzo. A seguire sono arrivati un top player come Manolas – in sostituzione di Albiol tornato in patria al Villareal e nell’ambito dell’operazione che ha portato Diawara in giallorosso – e una scommessa intrigante come Elmas. Tonelli rientra dal prestito alla Sampdoria. Colpo in attacco per gli azzurri, che acquistano il talento Lozano dal Psv e lo svincolato ex Juventus Llorente. Salutano anche Ounas – che passa in prestito al Nizza – Chiriches, direzione Sassuolo, e Verdi, al Torino.

La formazione tipo del Napoli

Formazione-tipo-napoli

4-4-2: Meret; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Ghoulam; Callejon, Allan, Ruiz, Zielinski; Milik, Insigne. All. Ancelotti

Variabili di formazione

4-2-3-1: Meret; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Zielinski; Callejon, Mertens, Insigne; Milik

Consulta le formazioni tipo delle 20 squadre di Serie A

Rosa Napoli

Portieri: Karnezis, Meret, Ospina

Difensori: Di Lorenzo, Ghoulam, Hysaj, Koulibaly, Luperto, Maksimovic, Malcuit, Manolas, Mario Rui, Tonelli

Centrocampisti: Allan, Callejon, Elmas, Gaetano, Ruiz, Younes, Zielinski

Attaccanti: Insigne, Llorente, Lozano, Mertens, Milik

I nuovi arrivi

Di Lorenzo: il terzino ottiene meritatamente la sua occasione in una big dopo un’ottima annata con l’Empoli, in cui ha segnato 5 reti e servito 3 assist. Parte avvantaggiato rispetto a Malcuit.

Manolas: il centrale greco comporrà una coppia fantacalcisticamente da sogno con Koulibaly. L’ex difensore della Roma non ha bisogno di presentazioni dopo le stagioni ad altissimo standard di rendimento nella capitale, condite da 5 gol in 156 partite.

Elmas: il centrocampista macedone è un calciatore estremamente duttile che può ricoprire tutti i ruoli del centrocampo. Arriva dal Fenerbahce, non ha ancora compiuto vent’anni e si è messo in mostra per le doti di palleggio e di verticalizzazione che sono anche il minimo comune denominatore della mediana partenopea.

Tonelli: ritorna alla base dopo una stagione ricca di alti e bassi con la Sampdoria, chiusa con un gol, 5 ammonizioni e un autogol in 19 partite.

Lozano: dopo un lungo corteggiamento l’attaccante messicano classe ’95 sbarca al Napoli per 38 milioni di euro. Ala destra o sinistra non fa differenza, Ancelotti ha una freccia a disposizione nel suo arco che contenderà il posto ai titolari.

Llorente: Ancelotti voleva una punta a tutti i costi, e De Laurentiis lo ha accontentato con l’acquisto dell’ex Tottenham Fernando Llorente. Il suo biglietto da visita è rappresentato da 173 gol e 58 assist in 558 partite ma, soprattutto, sono solo 10 le partite saltate per infortunio in carriera. A quasi 35 anni.

I ballottaggi

Ghoulam-Mario Rui

Di Lorenzo-Malcuit

Callejon-Lozano

Milik-Mertens

I tiratori

Rigori: Insigne, Mertens, Milik

Punizioni: Milik, Insigne, Mertens

Angoli: Insigne, Ghoulam, Callejon

I giocatori consigliati

Koulibaly: lo strapotere del senegalese sui campi di Serie A è evidente. Da qualche stagione Kalidou spadroneggia sia al cospetto di attaccanti veloci e tecnici sia forti fisicamente. Il 26 è un mix di esplosività, senso dell’anticipo e stacco di testa. Regala pochi gol a stagione (nell’ultima appena 2, concentrati nella gara contro il Chievo), ma se volete fare una follia per la difesa è lui il nome giusto.

Ruiz: da sorpresa a top player nel giro di un anno. Lo spagnolo proveniente dal Betis Siviglia ci ha messo poco per stregare Ancelotti e tutti gli addetti ai lavori con la sua qualità, intensità e visione di gioco. Atteso all’anno della definitiva consacrazione in Serie A – dopo il titolo di miglior calciatore dell’Europeo Under 21 vinto con la Spagna – il centrocampista può essere titolare sia nel 4-4-2 sia nel 4-2-3-1 del Napoli. Ha già messo a referto 5 gol e 3 assist nei suoi primi 12 mesi all’ombra del Vesuvio.  

Milik: per il polacco nell’ultima Serie A sono stati 17 i centri in 35 presenze, con un digiuno prolungato nelle ultime 6 giornate dovuto anche alla mancanza di obiettivi di squadra. Ha dato sfoggio delle sue capacità balistiche anche su calcio piazzato e ha timbrato gol pesanti come quelli in trasferta contro Atalanta e Cagliari. Certe zampate mancate, come quella contro il Liverpool che poteva sancire il passaggio del turno in Champions League, possono turbarlo per un breve periodo ma si candida con forza a essere il terminale offensivo del Napoli a trazione anteriore.

I giocatori sconsigliati

Callejon: il fantacalcio è un gioco profondamente diverso dal calcio. Premessa necessaria per giustificare l’inserimento del numero 7 azzurro in questa lista dei “cattivi”. Lo spagnolo, infatti, a Napoli ha ricoperto praticamente qualsiasi ruolo, con abnegazione e rendimento elevatissimi. Ancelotti tuttavia gli chiede un lavoro da equilibratore tattico che lo porta spesso troppo lontano dalla porta e lo sta testando anche da centrocampista centrale nel corso delle amichevoli estive. Un ulteriore compito che potrebbe minare la sua appetibilità all’asta, dopo essere già passato dai 10 centri del 2017/18 ai 3 della scorsa stagione.  

Mario Rui: per il laterale portoghese si prospetta un impiego minore rispetto alla scorsa stagione, considerando il recupero di Ghoulam. L’algerino, infatti, ha rinunciato alla vittoriosa avventura in Coppa d’Africa per recuperare al meglio e tirarsi a lucido per la stagione del riscatto, dopo il brutto infortunio al ginocchio, e parte avvantaggiato nel turnover azzurro. Sulla valutazione di Mario Rui pesa inoltre l’elevata incidenza di cartellini gialli, 6 in 20 partite tra cui l’ingenua doppia ammonizione nel big match contro la Juventus allo Stadium.

Ospina:  il colombiano ha disputato 17 partite nella scorsa stagione, soprattutto all’inizio in virtù dell’infortunio di Meret. Il pieno recupero del portiere dell’Under 21 azzurra potrebbe limitare l’alternanza tra i pali e far diventare Ospina il portiere di “coppa”, sfruttando la sua maggiore esperienza internazionale.

La possibile sorpresa

Elmas: il diamante del centrocampo azzurro ha appena 19 anni, ma qualità e carisma da vendere. Sa svariare su tutta la linea mediana e cerca insistentemente la verticalizzazione. Può essere un calciatore molto adoperato da Ancelotti, che qualche regista in carriera ha saputo farlo sbocciare.

Gli infortunati

CLICCA QUI per scaricare la nostra guida all’asta del fantacalcio. Se vuoi vincere non puoi perderla!

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Di più in Fantaschede