Seguici su

Fantaschede

FANTASCHEDE – Cagliari, ecco Mattiello: corsa e duttilità sull’esterno

Federico Mattiello Bologna
bolognafc.it

I sardi acquistano il laterale in prestito dall’Atalanta. Tutto su Federico Mattiello: ruolo, caratteristiche e inclinazione a bonus, malus e infortuni

Con la cessione di Barella il Cagliari ha messo un bel gruzzoletto da parte. Uno dei primi acquisti tra i sardi risponde al nome di Federico Mattiello, arrivato per ricoprire i buchi lasciati dagli addii di Padoin e Srna. Il laterale si trasferisce in prestito dall’Atalanta, dopo l’anno passato a Bologna. La redazione di Calcio d’Angolo ha analizzato il profilo del giocatore: caratteristiche, ruolo, inclinazione a bonus e malus e continuità di rendimento. Tutto quello che c’è da sapere prima di decidere se comprarlo o meno al fantacalcio.

Chi è Federico Mattiello

Nato il 14 luglio 1995 a Barca (Lucca), la prima maglia vestita da Federico Mattiello è quella del Valdottavo, club locale, seguita da quella della Lucchese. Nell’estate del 2012 lo acquista la Juventus. Il ragazzo fa tutta la trafila delle giovanili bianconere, arrivando ad esordire in Serie A il 9 novembre 2014 nella goleada contro il Parma. L’esterno ha però bisogno di giocare, e nel febbraio del 2015 viene girato in prestito al Chievo. Proprio mentre stava cominciando ad ingranare subisce la rottura di tibia e perone. Mesi duri ed estate da inferno per il classe 1995, che torna in campo ufficialmente solo a fine ottobre, sempre con la maglia clivense. La sfortuna però non lo lascia: appena tre giorni dopo, durante l’allenamento, Mattiello subisce una nuova frattura – anche se composta – alla stessa gamba. Dopo appena 4 presenze con il Chievo, torna a Torino nell’estate del 2016. Il laterale non scende però mai in campo durante la stagione 2016/17 perché fermo ai box, passando così l’estate dopo – ancora in prestito – alla neopromossa Spal.

A Ferrara Mattiello sembra rinascere. Gioca con buona continuità, totalizzando in una stagione agli ordini di Semplici 29 partite di Serie A e 2 di Coppa Italia. Nell’estate del 2018 passa quindi all’Atalanta, che a gennaio lo aveva acquistato a titolo definitivo dalla Juventus ma aveva deciso di lasciarlo fino al termine del campionato in prestito agli estensi. Il ragazzo non rimane però tre le file della Dea, che opta per il nuovo prestito con destinazione Bologna. Mattiello si trova fin da subito molto bene con Inzaghi, che gli regala anche il primo gol in carriera: il 23 settembre 2018 nella vittoria al Dall’Ara contro la Roma. Ulteriori problemi fisici non gli permettono poi di disputare una buona seconda parte di stagione con Mihajlovic in panchina. Alla fine saranno – tra Serie A e Coppa Italia – 19 presenze, 1 gol e 2 assist con la maglia rossoblu. Nell’estate del 2019 ripassa quindi da Bergamo, ma l’Atalanta sceglie l’ennesimo prestito: Mattiello si accasa quindi a Cagliari.

Federico Mattiello non ha mai esordito con la maglia della nazionale maggiore, e nemmeno con quella dell’under 21. Il ragazzo è arrivato fino alla selezione under 20, totalizzando 4 presenze. L’esordio è avvenuto il 9 ottobre 2014 nella sconfitta di Elite League contro la Polonia. Contando anche le selezioni minori, Mattiello ha collezionato 18 presenze con la maglia azzurra. Solo una rete con l’under 16.

Consulta tutte le fantaschede degli ultimi arrivati in Serie A

Ruolo, caratteristiche e rendimento: 6

Mattiello è un esterno destro di tutta fascia. Sia a Ferrara che a Bologna è stato schierato come quinto di centrocampo, abbastanza indifferentemente tra destra e sinistra. Non è di certo un laterale offensivo: non può quindi giocare nel tridente. Ha invece più volte vestito i panni del terzino, anche in questo caso su entrambe le fasce. All’occorrenza, può comunque anche fare il centrocampista esterno. In carriera, il classe 1995 ha totalizzato in Serie A – tra Juventus, Chievo, Spal e Bologna – 52 presenze, 1 gol e 2 assist.

Indice di titolarità: 6

Maran gioca con la difesa a quattro. Ciò significa che Mattiello farà il terzino. Il ragazzo è stato preso per ricoprire il buco lasciato da Padoin e Srna. Sicuramente, la doppia opzione destra e sinistra è un vantaggio per lui. Probabilmente si giocherà in continuazione il posto da titolare con i suoi compagni di reparto. È l’ultimo arrivato e potrebbe faticare un po’ all’inizio, ma ha le qualità per partire sempre dal primo minuto. A destra il ballottaggio sarà con Cacciatore, mentre a sinistra con Pellegrini e Lykogiannis.

Inclinazione ai bonus: 5,5

Mattiello è tutt’altro che un giocatore avvezzo ai bonus. Il laterale ha totalizzato in carriera, considerando tutte le squadre e tutte le competizioni, appena 6 gol e 7 assist in 117 partite. Il ragazzo ha messo a segno una sola rete in Serie A in 6 stagioni: lo scorso anno con il Bologna. La stagione 2018/19 con la maglia rossoblu ha regalato a Mattiello 1 gol e 2 assist in 19 presenze, tra campionato e Coppa Italia.

Frequenza malus: 6,5

Per lo meno, il classe 1995 non è solito incassare molti malus. Il ragazzo non è un giocatore eccessivamente falloso per natura, ed il suo ruolo di esterno implica una certa prudenza negli interventi. In carriera, Mattiello ha fatto registrare solo 16 ammonizioni, una doppia ammonizione ed una espulsione. Da questo punto di vista, la sua stagione peggiore è stata nel 2017/18 con la Spal, quando in 29 gare di Serie A si è visto sventolare in faccia 6 cartellini gialli ed un doppio giallo. Lo scorso anno a Bologna, Mattiello ha totalizzato 2 ammonizioni ed una espulsione in 17 match.

Frequenza agli infortuni: 4,5

Il fisico di Mattiello ispira – purtroppo – tutt’altro che fiducia. Oltre a qualche infortunio muscolare, il classe 1995 è stato molto sfortunato nella sua carriera. I primi due infortuni tra i professionisti sono stati disastrosi per lui, bloccandone completamente la crescita. Nel marzo 2015 si è fratturato il perone, rientrando dunque in campo solo nella stagione seguente. Poco dopo, in ottobre, Mattiello ha dovuto fare i conti con la frattura della tibia, che lo ha costretto a rimanere ai box per quasi un anno intero. Anche la scorsa stagione a Bologna il ragazzo è stato spesso assente: ha infatti saltato 14 partite, per un totale di 91 giorni di infermeria.

Prendere Mattiello al fantacalcio? 5,7

Mattiello è un laterale che rientrerà sicuramente nelle rotazioni di Maran per il ruolo di terzino: il ragazzo può giocare sia a destra che a sinistra. Classe 1995, ha ormai una buona esperienza, e dalla sua c’è la buonissima capacità di evitare malus. Tuttavia, il ragazzo molto difficilmente vi regalerà una gioia, anche perché ricoprirà il ruolo di terzino puro e non di centrocampista esterno: pochissimi bonus arriveranno dai suoi piedi. Inoltre, Mattiello è sempre una scommessa. Purtroppo per lui la sua carriera è piena zeppa di infortuni, ed il rischio di perderlo – anche al fantacalcio – per settimane, se non mesi, è piuttosto alto.

La fantascheda di Mattiello

Caratteristiche: 6

Titolarità: 6

Bonus: 5,5

Malus: 6,5

Infortuni: 4,5

Fantavalore: 5,7

Il fantavalore è la media aritmetica delle valutazione assegnate dalla redazione di Calcio d’Angolo alle caratteristiche del giocatore, alla titolarità, alla frequenza dei bonus, alla capacità di evitare malus e all’inclinazione agli infortuni.


Commenta

Rispondi

Annuncio pubblicitario
Pubblicità Fantacalcio Fantardore 2020-21
Annuncio pubblicitario

Classifica

Di più in Fantaschede