Seguici su

Fantaschede

FANTASCHEDE – Inter, ecco Barella: cuore e qualità per Conte

Nicolo' Barella Under 21 Italia
imagephotoagency.it

I nerazzurri acquistano il centrocampista sardo dal Cagliari per circa 45 milioni di euro. Tutto su Nicolò Barella per il fantacalcio: ruolo, caratteristiche e inclinazione a bonus, malus e infortuni

Grande acquisto in casa Inter, che dopo settimane di telenovela chiude per Nicolò Barella. Conte ha letteralmente rivoluzionato l’ambiente nerazzurro, partendo dal mercato. Dopo Sensi, a centrocampo arriva dunque anche il prodotto di Cagliari. Al club sardo vanno in totale circa 45 milioni di euro. La redazione di Calcio d’Angolo ha analizzato il profilo del giocatore: caratteristiche, ruolo, inclinazione a bonus e malus e continuità di rendimento. Tutto quello che c’è da sapere prima di decidere se comprarlo o meno al fantacalcio.

Leggi anche -> I 10 centrocampisti più pagati nella storia della Serie A

Chi è Nicolò Barella

Nato il 7 febbraio 1997 a Cagliari, Nicolò Barella muove i primi passi nelle giovanili della squadra locale. Il ragazzo fa tutta la trafila, arrivando in prima squadra nella stagione 2014/15. L’esordio in Serie A con il Cagliari avviene il 4 maggio 2015 nella vittoria casalinga contro il Parma. A fine stagione, i rossoblu retrocedono però in Serie B. Barella sfrutta quindi l’occasione per crescere, sebbene a gennaio 2016 passi in prestito al Como, sempre in B. Nella serie cadetta totalizza 21 presenze e 2 assist. Nell’estate 2016, il ragazzo torna in Sardegna, stavolta in Serie A. Pian piano, il ragazzo si ritaglia un ruolo sempre più importante in rosa, diventando ben presto un titolarissimo. Rimane altre due stagioni a Cagliari, di cui l’ultimo anno e mezzo da capitano. Tocca le 100 presenze in Serie A, a cui si aggiungono 7 gol e 5 assist. Nell’estate del 2019, dopo lunghe trattative, l’Inter lo acquista in prestito con obbligo di riscatto.

Barella ha vestito la maglia di tutte le selezioni minori dell’Italia. Diventato ben presto pilastro dell’under 21, gioca da protagonista l’europeo casalingo dell’estate 2019. A 21 anni, arriva però per lui anche la chiamata della nazionale maggiore di Roberto Mancini. Il suo esordio avviene in amichevole, il 10 ottobre 2018 nel pareggio casalingo contro l’Ucraina. Da lì in poi, Barella entra nel giro totalizzando 7 presenze e 2 gol.

Consulta tutte le fantaschede degli ultimi arrivati in Serie A

Ruolo, caratteristiche e rendimento: 7

Barella è un centrocampista completo. Perfetto per giocare da mezzala, ha sia qualità che quantità. Ha buoni piedi, ma la tecnica non è forse la sua migliore caratteristica: Barella è infatti un ragazzo di grande grinta e temperamento, ideale dunque per il gioco di Conte. Una sorta di “nuovo Vidal”, in grado di giocare sia a destra che a sinistra del regista puro, e all’occorrenza anche di fare il trequartista. Sarà sicuramente un pilastro del nuovo centrocampo dell’Inter.

Indice di titolarità: 8,5

Conte giocherà con tutta probabilità con il 3-5-2. Con Brozovic che difficilmente verrà spostato dal ruolo di regista, ai suoi lati potrebbe toccare proprio ai due nuovi acquisti Sensi e Barella. L’ex centrocampista del Cagliari non avrà problemi a trovare spazio e sarà un titolare fisso: le sue doti lo mettono senza dubbio al di sopra di colleghi come Gagliardini e Borja Valero, ma anche di Vecino.

Inclinazione ai bonus: 6,5

Barella non è avvezzo ai bonus. Ha un buon piede, ma difficilmente segna o fornisce assist ai compagni. Spesso lontano dalla porta, è una mezzala dinamica che preferisce rimanere nel fulcro del gioco piuttosto che buttarsi in area. Può far male solo con qualche calcio piazzato o con tiri da fuori. Solo 11 gol e 7 assist in carriera. In Serie A, con la maglia del Cagliari ha totalizzato 7 reti e 5 assist in 100 presenze.

Frequenza malus: 4,5

Barella è un centrocampista sicuramente rude, di grande carattere e agonismo. Inoltre, la posizione non lo aiuta. Questo è probabilmente il suo limite principale: i troppi malus. Lo scorso anno ha incassato 8 ammonizioni e 2 doppie ammonizioni. In tre stagioni da titolare in Serie A, ha fatto registrare 30 cartellini gialli e 4 doppi gialli. In totale, in carriera sono 46 ammonizioni, 5 doppie ammonizioni ed 1 espulsione.

Frequenza agli infortuni: 7

Barella è un centrocampista in salute. Non ha mai riscontrato seri problemi che richiedessero interventi chirurgici, ma non è stato così fortunato in carriera. Nel 2017 è dovuto stare a riposo per un paio di mesi tra la primavera e l’estate: prima per un infortunio al ginocchio, poi per un problema al polso. L’ultimo vero infortunio risale al finale di stagione nel 2018: Barella dovette stare lontano dai campi da gioco per un paio di settimane a causa di una lesione muscolare agli adduttori.

Prendere Barella al fantacalcio? 6,7

Le qualità di Barella sono fuori discussione: l’Inter di Conte ha bisogno di un giocatore con le sue caratteristiche e la sua personalità. Infortuni permettendo, il ragazzo è un sicuro titolare. Più dubbi invece lasciano bonus e malus: pochi i primi, non pochi i secondi. Barella segna abbastanza di rado, mentre incorre spesso in sanzioni disciplinari. Con lui il -0,5 è dietro l’angolo: in compenso, non giocherete mai in 10. È sicuramente un buon acquisto, ma non svenatevi: le sue caratteristiche non si sposano a meraviglia con le regole del fantacalcio.

La fantascheda di Barella

Caratteristiche: 7

Titolarità: 8,5

Bonus: 6,5

Malus: 4,5

Infortuni: 7

Fantavalore: 6,7

Il fantavalore è la media aritmetica delle valutazioni assegnate dalla redazione di Calcio d’Angolo alle caratteristiche del giocatore, alla titolarità, alla frequenza dei bonus, alla capacità di evitare malus e all’inclinazione agli infortuni.


Commenta

Rispondi

Annuncio pubblicitario
Pubblicità Fantacalcio Fantardore 2020-21
Annuncio pubblicitario

Classifica

Di più in Fantaschede