Seguici su

Fantaschede

FANTASCHEDE – Roma, ecco Spinazzola: velocità e freschezza per la fascia giallorossa

Leonardo Spinazzola Roma
© imagephotoagency.it

Colpo per la fascia della Roma, in arrivo dalla Juventus. Tutto su Leonardo Spinazzola per il fantacalcio: ruolo, caratteristiche e inclinazioni a bonus, malus e infortuni

Messa ormai alle spalle una stagione particolarmente difficile, nella quale la Roma ha chiuso al sesto posto e con la qualificazione alla prossima edizione di Europa League, i giallorossi stanno attuando una sorta di rivoluzione in sede di calciomercato. Il primo colpo è stato in difesa, uno dei reparti maggiormente colpiti dal rinnovamento, con l’arrivo di Leonardo Spinazzola dalla Juventus. La redazione di Calcio d’Angolo ha analizzato il profilo del giocatore: caratteristiche, ruolo, inclinazione a bonus e malus e continuità di rendimento. Tutto quello che c’è da sapere prima di decidere se comprarlo o meno al fantacalcio.

Chi è Leonardo Spinazzola

Nato a Foligno il 25 marzo del 1993, Spinazzola cresce calcisticamente nelle giovanili del Virtus Foligno, nelle quali approda all’età di sei anni. Nel 2007 si sposta e si trasferisce al Siena. Dopo tre anni cambia casacca ma resta bianconero, approdando alla Juventus, con la quale completa – nel 2012 – il percorso con le giovanili. Nel 2012 fa il suo esordio tra i professionisti con l’Empoli nel match contro il Novara. Il 15 settembre arriva anche il primo gol, nella partita contro il Livorno. Dopo sei mesi con i toscani cambia maglia ma resta in B, approdando al Lanciano. L’esperienza con i rossoneri non è però delle migliori e Spinazzola torna alla Juventus dopo appena tre presenze.

Nel 2013 lascia la Vecchia Signora in prestito e approda ancora in Serie B, al Siena. Altra stagione poco fortunata però per lui, che torna in bianconero dopo il fallimento dei toscani. La stagione successiva passa all’Atalanta e con i bergamaschi fa il suo esordio in Serie A, il 31 agosto contro il Verona. Dopo solo sei mesi a Bergamo, saluta e torna in Serie B, dove ad attenderlo c’è il Vicenza, che lo preleva ancora in prestito. Anche l’esperienza con i veneti non è però delle migliori e si chiude con appena 10 presenze. La prima vera avventura da titolare arriva nel 2015, quando si trasferisce al Perugia. Al termine dell’anno saranno infatti ben 34 le presenze.

Nell’estate del 2016 torna nuovamente all’Atalanta, questa volta con la formula del prestito biennale. La prima stagione con i bergamaschi è subito positiva, con Gasperini che gli affida una maglia da titolare. Anno molto importante per Spinazzola, che si mette in mostra e grazie alle 30 presenze di campionato contribuisce allo storico quarto posto in classifica degli orobici. Iniziato bene anche il secondo anno, la sfortuna colpisce l’esterno, che a marzo subisce un grave infortunio al ginocchio ed è costretto ad interrompere anzitempo la sua stagione. In estate – ancora da infortunato – fa rientro alla Juventus. Tornato a disposizione intorno a gennaio, è ormai troppo tardi per guadagnare un posto importante nelle gerarchie di Allegri e Spinazzola finisce per diventare un uomo per il turnover. Le poche volte che viene chiamato in causa risponde però sempre presente, come in occasione della partita contro l’Atletico Madrid valida per gli ottavi di finale di Champions League. A fine stagione su di lui mette gli occhi la Roma, che paga 7,5 milioni più il cartellino di Luca Pellegrini per aggiudicarselo.

Iniziata nel 2011 con l’Under 19, la sua esperienza con la nazionale italiana non è mai veramente decollata. Dopo le due presenze trovate tra Under 19 e Under 20, il 18 marzo del 2017 viene convocato per la prima volta dall’Italia. Il debutto arriva però solo il 28 marzo successivo, in una partita amichevole contro l’Olanda. Con la nazionale maggiore fin qui ha trovato sette presenze e ancora nessun gol.

Consulta tutte le fantaschede degli ultimi giocatori arrivati in Serie A

Ruolo, caratteristiche e rendimento: 6,5

Il ruolo preferito da Spinazzola è quello di terzino sinistro, all’occorrenza può però ricoprire anche i ruoli di esterno e ala, in qualche occasione è stato anche utilizzato nella fascia destra. Grazie alla buona corsa e alla facilità di dribbling, una delle sue caratteristiche principali è quella di saltare l’uomo e arrivare al cross dal fondo. Dopo la grandissima stagione disputata con l’Atalanta due anni fa, nel corso delle ultime due un problema al ginocchio lo ha costretto a saltare la maggior parte degli incontri. Nelle poche presenze trovate con la Juventus lo scorso anno ha dimostrato grande voglia. Alla Roma potrebbe finalmente arrivare l’esplosione definitiva.

Indice di titolarità: 5

Nel corso delle numerosissime esperienze avute in carriera, Spinazzola è stato titolare solo in tre occasioni. Con la maglia del Siena nella stagione 2013/14, con il Perugia nel 2015/16 ed infine nella prima stagione dopo il ritorno all’Atalanta. Alla Roma non è certo del posto da titolare, ma se riuscirà ad ambientarsi subito potrebbe anche farsi strada nelle gerarchie di Fonseca.

Inclinazione ai bonus: 6,5

Spinazzola non è mai stato un calciatore molto propenso ai bonus. Nelle 209 presenze totali trovate in carriera per lui sono arrivati appena 15 gol e 15 assist. Alla Roma difficilmente riuscirà ad invertire questa tendenza, soprattutto se non riuscirà a conquistare un posto da titolare.

Frequenza malus: 6,5

I malus non sono sicuramente uno dei suoi punti deboli, anzi. Solamente 14 i cartellini gialli ricevuti in carriera, ancora a quota zero invece i cartellini rossi. Nonostante un ruolo difensivo, il terzino di Foligno non è mai stato un calciatore violento in campo.

Frequenza agli infortuni: 4,5

Numerosi gli infortuni rimediati nel corso della sua carriera. Il più grave di tutti quello rimediato nel corso della stagione 2017/18, quando a causa di un operazione al legamento crociato del ginocchio fu costretto a saltare ben 24 partite, stando fuori 152 giorni.

Prendere Spinazzola al fantacalcio? 5,8

Arrivato alla Roma per dare una mano nella fascia sinistra, almeno all’inizio Spinazzola non dovrebbe ricoprire un ruolo da titolare. Prenderlo, soprattutto a prezzo contenuto, potrebbe però rivelarsi una scommessa intrigante. Nel corso della stagione potrebbe infatti ritagliarsi un ruolo importante all’interno della rosa. Dalla sua anche i pochi malus presi in carriera.

La fantascheda di Spinazzola

Caratteristiche: 6,5

Titolarità: 5

Bonus: 6,5

Malus: 6,5

Infortuni: 4,5

Fantavalore: 5,8

Il fantavalore è la media aritmetica delle valutazioni assegnate dalla redazione di Calcio d’Angolo alle caratteristiche del giocatore, alla titolarità, alla frequenza dei bonus, alla capacità di evitare malus e all’inclinazione agli infortuni.


Commenta

Rispondi

Annuncio pubblicitario
Pubblicità Fantacalcio Fantardore 2020-21
Annuncio pubblicitario

Classifica

Di più in Fantaschede