Seguici su

Fantaschede

FANTASCHEDE – Roma, ecco Veretout: regista basso dai piedi buoni

Jordan Veretout Roma
© imagephotoagency.it

Il francese porta qualità nel centrocampo della Roma. Tutto su Jordan Veretout per il fantacalcio: ruolo, caratteristiche e inclinazione a bonus, malus e infortuni

Messa ormai alle spalle una stagione a dir poco deludente, la Roma sta attuando una sorta di rivoluzione della squadra. Uno dei reparti maggiormente toccati è il centrocampo. Il colpo principale in mezzo al campo è stato quello di Jordan Veretout, in arrivo dalla Fiorentina per sostituire il partente De Rossi. La redazione di Calcio d’Angolo ha analizzato il profilo del giocatore: caratteristiche, ruolo, inclinazione a bonus e malus e continuità di rendimento. Tutto quello che c’è da sapere prima di decidere se comprarlo o meno al fantacalcio.

Chi è Jordan Veretout

Nato a Ancenis – in Francia – il 1 marzo del 1993, cresce calcisticamente nel Belligné, dove approda all’età di sei anni. A 10 anni passa al Nantes, dove completa tutto il percorso e nel 2011 fa il grande salto firmando il primo contratto da professionista proprio con i francesi. L’esordio arriva il 13 maggio, nel match di Ligue 2 contro il Sedan. Il primo gol non tarda ad arrivare, il 22 agosto contro il Guingamp. In poco tempo nel Nantes conquista un posto da titolare e diventa uno dei cardini del centrocampo. Chiude l’eperienza con i Les Canaris dopo quattro anni, nei quali totalizza ben 143 presenze totali, con 15 gol e 23 assist. Nell’estate del 2015 su di lui mette gli occhi l’Aston Villa, che per 10 milioni lo porta in Inghilterra.

Con i Villans trova subito una maglia da titolare, ma non riesce ad incidere sul piano dei gol e con i suoi cinque assist non riesce ad evitare la retrocessione dei suoi. A fine anno decide allora di salutare e passa in prestito ai francesi del Saint-Etienne. Anche nei Verts riesce ad imporsi subito nel centrocampo e chiude la stagione con 43 presenze complessive. Su di lui finisce la Fiorentina che lo porta in Italia per sette milioni di euro. Nella prima stagione in Serie A si riscopre anche bomber, chiudendo l’anno con 10 gol e e due assist in 38 presenze. Anche il secondo anno si conferma leader nei viola, a fine stagione sono cinque i gol e quattro gli assisti in 37 presenze. Dopo due anni da protagonista a Firenze, finisce nel mirino di diverse squadre di Serie A; ad aggiudicarselo è la Roma, che lo preleva in prestito oneroso a un milione, con obbligo di riscatto fissato a 16.

La prima convocazione in nazionale arriva con la Francia Under 18 nel 2010. Fatta tutta la trafila nel 2013 approda nell’Under 21, con la quale conclude il suo percorso con la nazionale, dopo nove presenze e zero gol.

Consulta tutte le fantaschede degli ultimi arrivati in Serie A

Ruolo, caratteristiche e rendimento: 6,5

Veretout è un centrocampista centrale, che all’occorrenza può ricoprire anche il ruolo di trequartista. Dotato di una discreta visione di gioco e di una buona tecnica, si è messo in mostra nella posizione di regista. Bravo anche nei calci da fermo. Nel corso delle ultime stagioni è stato uno dei migliori nel centrocampo della Fiorentina.

Indice di titolarità: 7

Nel corso della sua quasi decennale carriera, Veretout ha sempre ricoperto un ruolo da titolare nelle squadre nelle quali ha giocato. Il discorso non dovrebbe cambiare nemmeno nella Roma, dove però c’è una concorrenza maggiore e più agguerrita rispetto al passato.

Inclinazione ai bonus: 7,5

Prima di approdare alla Fiorentina, il centrocampista francese non era mai stato uno in grado di portare a casa tantissimi bonus. Nei due anni viola si è però svegliato ed ha iniziato anche a rendersi decisivo sotto porta, soprattutto grazie ai calci di rigore.

Frequenza malus: 5

Un tasto dolente è invece quello legato ai malus. Parecchi i cartellini gialli ricevuti in carriera, addirittura 53 in 290 presenze, con una media di uno ogni cinque partite e mezzo. Solamente due invece i cartellini rossi, uno dei quali per doppia ammonizione.

Frequenza agli infortuni: 7,5

Nonostante il posto da titolare ricoperto per gran parte della sua carriera, Veretout non ha quasi mai saltato una partita a causa di un problema muscolare. L’unico stop rimediato da quando è professionista è arrivato nella stagione 2013/14, quando a causa di un infortunio al piede è stato costretto a saltare 2 partite, stando fuori 10 giorni.

Prendere Veretout al fantacalcio? 6,7

Considerando i numeri portati a casa nelle ultime due stagioni italiane, sicuramente è uno di quelli da tenere d’occhio nel corso dell’asta del fantacalcio. Non solo bonus però, dalla sua anche i pochi infortuni e il fatto che è bravo nei calci da fermo. Potrebbe essere la sorpresa fantacalcistica del prossimo campionato.

La fantascheda di Veretout

Caratteristiche: 6,5

Titolarità: 7

Bonus: 7,5

Malus: 5

Infortuni: 7,5

Fantavalore: 6,7

Il fantavalore è la media aritmetica delle valutazioni assegnate dalla redazione di Calcio d’Angolo alle caratteristiche del giocatore, alla titolarità, alla frequenza dei bonus, alla capacità di evitare malus e all’inclinazione agli infortuni.


Commenta

Rispondi

Annuncio pubblicitario
Pubblicità Fantacalcio Fantardore 2020-21
Annuncio pubblicitario

Classifica

Di più in Fantaschede