Seguici su

Fantaschede

FANTASCHEDE – Verona, ecco Bocchetti: esperienza in difesa per gli scaligeri

Ivan Juric Verona
© imagephotoagency.it

Colpo a costo zero per la società di Setti. Tutto su Salvatore Bocchetti per il fantacalcio: ruolo, caratteristiche e inclinazione a bonus, malus e infortuni

Prosegue la compagna di rafforzamento del Verona, bisognoso di rinforzare la rosa con elementi d’esperienza in fatto di presenze in Serie A. Il mercato estivo ha infatti portato alcuni giocatori che hanno alle spalle già molte apparizioni nella massima serie, come ad esempio Miguel Veloso. L’ultimo colpo del club scaligero riguarda un giocatore svincolato, desideroso di rimettersi in discussione dopo le ultime stagioni vissute all’estero. Si tratta del difensore classe ’86 Salvatore Bocchetti, che ha sottoscritto con il club veronese un contratto di due anni. La redazione di Calcio d’Angolo ha analizzato il profilo del giocatore: caratteristiche, ruolo, inclinazione a bonus e malus e continuità di rendimento. Tutto quello che c’è da sapere prima di decidere se comprarlo o meno al fantacalcio.

Chi è Salvatore Bocchetti

Bocchetti è un difensore nato nel 1986, che si forma a livello giovanile tra Piscinola, Internapoli e Ascoli. Nell’estate del 2006, il club bianconero decide di girarlo in prestito al Lanciano in Serie C1 per fargli assaggiare per la prima volta il calcio dei grandi. Dopo una stagione in rossonero torna alla casa madre, totalizzando le sue due prime presenze in Serie A nel campionato 2006/07. Nel gennaio del 2007 viene nuovamente ceduto in prestito: stavolta al Frosinone, che al termine della stagione ne riscatta il cartellino.

L’esperienza con il club ciociaro dura solo un anno, dato che il Genoa lo acquista per 2,2 milioni di euro. Nella formazione di Gasperini diventa un elemento fondamentale, tanto da totalizzare 60 presenze e 1 gol in due anni. Le sue prestazioni attirano pretendenti in giro per l’Europa: la spunta il Rubin Kazan, che lo acquista negli ultimi giorni del mercato estivo del 2010 per 9,5 milioni di euro. Bocchetti fa della Russia la sua seconda casa, militando nel Rubin Kazan fino al 2013 e poi nelle file dello Spartak Mosca fino al 2019 (eccezion fatta per la seconda parte della stagione 2014/15 in cui gioca nel Milan).

A livello di Nazionale, con l’Under 21 ha partecipato alle Olimpiadi tenutesi a Pechino nel 2008. Dal 2009 al 2012 ha collezionato 6 presenze nella Nazionale maggiore, venendo inserito anche dal ct Cesare Prandelli nella lista dei pre-convocati per gli Europei del 2012 per poi essere escluso al momento delle scelte definitive.

Consulta tutte le fantaschede degli ultimi giocatori arrivati in Serie A

Ruolo, caratteristiche e rendimento: 6,5

Bocchetti è un difensore centrale, che solitamente agisce sul centro-sinistra nella retroguardia e che può giocare indistintamente sia in una difesa a tre che a quattro. L’altro ruolo che ha ricoperto in carriera è quello di terzino sinistro, ovviamente con una maggiore propensione al contenimento piuttosto che alla spinta sulla sua corsia di competenza. In caso di estrema necessità, può essere impiegato anche nella zona nevralgica del campo. Difensore con un discreto fiuto del gol, ha nell’esperienza certamente la sua arma migliore. Una capacità di saper gestire ogni situazione difensiva maturata in Italia prima e nel campionato russo poi.

Indice di titolarità: 6,5

L’acquisti di Bocchetti, impreziosisce la batteria dei centrali difensivi a disposizione di Juric di un altro elemento. Sono davvero in tanti a giocarsi il posto da titolare, in un sistema di gioco che dovrebbe prevedere tre difensori centrali. Ai confermati Dawidowicz, Empereur e Kumbulla (con quest’ultimo tenuto molto in considerazione da Juric nelle prime amichevoli estive), si sono aggiunti oltre a Bocchetti anche Gunter e Rrahmani. Per l’ex Spartak Mosca sarà fondamentale rendere al massimo fin dalle prime apparizioni gialloblù per diventare uno dei leader della retroguardia. Nel caso in cui Juric optasse per una difesa a quattro, la sua capacità di giocare anche come terzino sinistro potrebbe favorirlo nelle scelte.

Inclinazione ai bonus: 6

Nel corso della sua carriera, Bocchetti ha avuto un discreto rapporto con i bonus e soprattutto con i gol. Nella sua esperienza in Russia, è andato in gol in sei dei nove campionato disputati: la stagione più prolifica è stata la 2010/11 con il Rubin Kazan, quando ha messo a segno 5 reti. Non si può dire altrettanto dei suoi anni in Serie A, considerando che nelle due stagioni al Genoa è arrivata una sola marcatura da parte sua mentre nelle fugaci apparizioni con Ascoli e Milan non è andato a segno. In definitiva i 22 gol (più 4 assist) messi a segno in 352 partite non ne fanno un difensore goleador, ma lo rendono un elemento che può regalare qualche gioia sotto porta.

Frequenza malus: 5

A livello disciplinare, Bocchetti può essere considerato un giocatore abbastanza avvezzo al cartellino giallo. In carriera ne ha rimediati 86, “dando il meglio di sé” nella stagioni 2010/11 e 2015/16 ovvero quando ne ha beccati rispettivamente 11 e 10. Meno frequenti invece le espulsioni (6, di cui 3 dirette e 3 per doppia ammonizione). In questo senso, non propriamente un giocatore da fantacalcio.

Frequenza agli infortuni: 5,5

L’infortunio più grave capitato a Bocchetti risale alla stagione 2013/14, quando una lacerazione al menisco ha fatto sì che perdesse ben 17 partite. Dopo alcune annata avere di problemi fisici, negli ultimi anni qualche acciacco di troppo ne ha limitato il minutaggio. La stagione 2018/19 non è stata molto fortunata in questo senso, con quattro stop per un totale di 13 gare saltate. Certamente, un difensore non più in grado di reggere una stagione intera da titolare.

Prendere Bocchetti al fantacalcio? 6,2

Decidere di puntare ad occhi chiusi su Bocchetti può essere considerato un azzardo, soprattutto, acquistandolo come uno dei primi elementi della difesa. L’ex Genoa ha infatti superato i trent’anni, viene da una stagione ricca di problemi fisici e gioca in una squadra che non appare come una delle più granitiche del campionato. Eventualmente, può essere un giocatore su cui investire un fantamilione o poco più, occupando uno degli ultimi slot della difesa. La scommessa a basso costo che può rivelarsi vincente oppure fallire, venendo ceduta senza grossi rimpianti all’asta di riparazione.

La fantascheda di Bocchetti

Caratteristiche: 6,5

Titolarità: 8

Bonus: 6

Malus: 5

Infortuni: 5,5

Fantavalore: 6,2

Il fantavalore è la media aritmetica delle valutazioni assegnate dalla redazione di Calcio d’Angolo alle caratteristiche del giocatore, alla titolarità, alla frequenza dei bonus, alla capacità di evitare malus e all’inclinazione agli infortuni.

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Di più in Fantaschede