Seguici su

Serie A

Napoli-Sampdoria: orario, probabili formazioni e dove vederla

Dries-Mertens-Napoli
© imagephotoagency.it

Tutto quello che c’è da sapere su Napoli-Sampdoria, match valido per la 3^ giornata di Serie A: come arrivano le squadre, precedenti e statistiche

Ultimo aggiornamento

Napoli e Sampdoria si ritrovano al San Paolo alla ripresa del campionato per una sfida che può dire tanto sullo stato di salute delle due compagini. I partenopei devono riscattare la sconfitta rimediata all’ultimo minuto in casa della Juventus, mentre i blucerchiati cercheranno di schiodarsi dai bassifondi della classifica.

Come arriva il Napoli

La formazione di Ancelotti è reduce dalle montagne russe di Torino: lo sfortunato autogol di Koulibaly ha negato un punto prezioso – soprattutto dal punto di vista del morale – ai partenopei, ma la reazione in svantaggio di tre gol è stata da grande squadra. Il tecnico azzurro ha avuto a disposizione la sosta per lavorare sui meccanismi difensivi e sull’intesa tra Kostas e Kalidou con l’obiettivo di presentarsi nel migliore dei modi al debutto di fronte al pubblico di casa.

Come arriva la Sampdoria

Partita complicata per Di Francesco, che ha rimediato due pesanti sconfitte contro Lazio e Sassuolo nei primi due match di questo campionato ed è chiamato a tirare fuori dai suoi ragazzi una prestazione convincente. La difesa ha pericolosamente traballato sotto i colpi di Immobile e Berardi, ma anche in fase offensiva non si sono ancora visti gli sprazzi del 4-3-3 dell’ex allenatore giallorosso. L’incertezza in merito alla situazione societaria – con la vendita al gruppo Vialli ancora in standby – può aver influito sull’ambiente, ma la Serie A non ammette fasi interlocutorie e per i blucerchiati è tempo di smuovere la classifica.

Orario Napoli-Sampdoria e dove vedere la partita

Il match tra Napoli e Sampdoria si giocherà sabato 14 settembre 2019 alle ore 18:00. La gara tra partenopei e blucerchiati sarà trasmessa in esclusiva da Sky Sport (canale 251), Sky Sport Serie A (canale 202) e in streaming attraverso i servizi SkyGo e Now TV.

Probabili formazioni Napoli-Sampdoria

Dubbi in casa Napoli sulla corsia sinistra di difesa, dove Mario Rui appare favorito su Ghoulam, e in attacco dove Ancelotti dovrà fare a meno di Milik – non convocato – e Insigne. Possibile ritorno al 4-4-2 con Lozano e Mertens a guidare l’offensiva azzurra, ma non è da escludere il debutto di Llorente per dare fisicità al reparto. Centrocampo confermato con Fabian Ruiz che retrocede sulla linea mediana con Allan, Zielinski e Callejon. Di Francesco invece si affida al tridente composto da Rigoni, Quagliarella e Caprari e alla coppia di centrali Murillo-Colley. Squalificato Vieira, toccherà a Barreto occupare la cabina di regia, con Ekdal e Linetty ad accompagnarlo, vista anche l’indisponibilità di Jankto. Ballottaggio tra Depaoli e Bereszynski per la titolarità sull’out destro.

Napoli (4-4-2): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui; Callejon, Allan, Zielinski, Fabian Ruiz; Mertens, Lozano. All. Ancelotti

Sampdoria (4-3-3): Audero; Depaoli, Murillo, Colley, Murru; Barreto, Ekdal, Linetty; Rigoni, Quagliarella, Caprari. All. Di Francesco

Consulta le probabili formazioni della 3^ giornata

Precedenti Napoli-Sampdoria

Al San Paolo i partenopei hanno un ruolino di marcia invidiabile contro la Sampdoria, che non porta via un punto da Napoli dallo 0-0 del 17 febbraio 2013. Nella scorsa stagione il Napoli si impose per 3-0, con le reti di Milik, Insigne e Verdi, in quella che è stata l’ultima apparizioni di capitan Hamsik con la maglia azzurra.

I consigli per il fantacalcio

Il capocannoniere dello scorso campionato non ha ancora ingranato la marcia in questa stagione: la trasferta di Napoli è ostica, ma Quagliarella a casa sua si è spesso reso protagonista di prodezze da +3. Lozano ha dimostrato di non essere soltanto un funambolo e va schierato. Dubbi su Rigoni e Caprari che non hanno ancora trovato la loro collocazione nel 4-3-3 di Di Francesco, mentre fiducia a Di Lorenzo, terzino goleador. Allan sembra ancora giù di tono, fidatevi di Zielinski e Fabian Ruiz.

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Di più in Serie A