Seguici su

Chi schierare

Consigli fantacalcio, chi schierare e chi evitare per la 7^ giornata

esultanza gol giocatori Atalanta
imagephotoagency.it

Dubbi su chi schierare e chi evitare al fantacalcio nella 7^ di Serie A? Ecco i nostri consigli per fare bene in questa giornata

Ultimo aggiornamento

La 7^ giornata di Serie A arriva finalmente – per i giocatori e i tecnici, meno per i fantallenatori – a una settimana di distanza da quella precedente, sebbene sei squadre siano state impegnate infrasettimanalmente nelle coppe europee. Il turnover è dunque un discorso superato solo in parte, ma aiuta il fatto che il primo anticipo al venerdì sia stato rinviato: le formazioni si potranno mettere fino a sabato alle 15. Le ufficiali che conosceremo saranno quelle del derby emiliano Spal-Parma, poi ci sarà Verona-Sampdoria e la sfida tra panchine traballanti Genoa-Milan. Nel lunch match si affronteranno Fiorentina e Udinese, alle 15 giocheranno Atalanta, Lazio e Roma contro tre avversarie ostiche ma di base alla portata. Il primo posticipo sarà tra Torino e Napoli, mentre a chiudere il turno domenica sera sarà il big match, nonché derby d’Italia e già sfida tra le favorite allo scudetto, tra Inter e Juventus.

 Consulta tutte le probabili formazioni in vista della 7^ giornata di Serie A

Brescia-Sassuolo ( da recuperare mercoledì 18 dicembre ore 20:45)

In seguito alla scomparsa del presidente neroverde Giorgio Squinzi, la Lega ha concesso al Sassuolo il rinvio del primo anticipo di questa giornata. Le formazioni andranno dunque schierate entro sabato alle 15, mentre in linea di massima si applicherà il 6 politico a tutti i giocatori convocabili (non squalificati).

Spal-Parma (sabato 5 settembre ore 15:00)

Reduce da tre ko consecutivi, la Spal si affida ai soliti Petagna e Kurtic per smuovere la propria classifica. Cionek e Tomovic meno consigliabili di Vicari e Sala come difensori, mentre in mediana Murgia e Missiroli non sono particolarmente intriganti, ma il primo può trovare il bonus con una percentuale maggiore rispetto al secondo. Difficile puntare sul partner di Petagna in avanti, anche perché ci sono tre candidati per una maglia. Ancora fuori Di Francesco.

Il Parma è in forma, ma non per questo ci si può fidare dell’intero undici di D’Aversa a occhi chiusi. In difesa, per esempio, tranne Alves si tratta solo di giocatori per situazioni di emergenza, mentre a centrocampo Hernani continua a macinare insufficienze e il duo Brugman/Scozzarella non convince. Discorso ovviamente diverso per il tridente formato da Kulusevski e Inglese (in ballottaggio con Cornelius) che hanno finalmente trovato la via del gol e dal solito pericolosissimo Gervinho.

Consigliati: Kurtic, Kulusevski, Gervinho
Sconsigliati: Tomovic, Paloschi, Hernani
Possibile sorpresa: Vicari

Verona-Sampdoria (sabato 5 settembre ore 18:00)

L’Hellas ha una delle migliori difese del campionato e giocherà contro la Samp che ha uno dei peggiori attacchi, ma non andate troppo sul sicuro: non stiamo parlando di Juve o Inter. A garantire quasi sempre la sufficienza c’è Rrhamani, mentre sicuramente meglio sarebbe scegliere Faraoni. Amrabat è una fucina di 6,5/7, Veloso sta facendo dimenticare la sua versione non-fantacalcistica degli ultimi anni. Benino Lazovic, scommesse Verre e Zaccagni. Malissimo finora Stepinski.

La Samp fanalino di coda viene da due sconfitte con cinque gol presi, ma se credete che il campionato doriano non possa avere questa dimensione, la giornata corrente è quella giusta per scommettere sulla vostra convinzione. Quagliarella va messo, Rigoni deve svegliarsi se non vuole fare la fine dello scorso anno. Si può sperare anche nel rilancio di Caprari, finora deludente, mentre si è fermato Linetty.

Consigliati: Faraoni, Amrabat, Quagliarella
Sconsigliati: Dawidowicz, Bereszynski, Ekdal
Possibile sorpresa: Rigoni

Consulta l’elenco di squalificati e infortunati in vista della 7^ giornata di Serie A

Genoa-Milan (sabato 5 settembre ore 20:45)

La panchina di Andreazzoli è a rischio e difficilmente il tecnico penserà a risparmiare qualcuno: tornano dunque dal 1′ i vari Zapata, Schone e Pinamonti. Gli ultimi due, assieme a Criscito e Kouamé che si sono salvati nonostante il 4-0 della scorsa settimana, sono schierabili. Sulla sinistra mancherà Barreca, ma per chi ha Pajac potrebbe anche essere un’occasione. Ghiglione rischia nel ballottaggio con Ankersen su una fascia che – vista la presenza di Hernandez e Leao – può non essere semplicissima da gestire.

Reduce da tre ko consecutivi, Giampaolo rischia tanto al Ferraris. Difficile che Donnarumma possa prendere ancora più di due reti, ma le sufficienze in casa rossonera per ora stanno davvero scarseggiando. L’unico in forma è Leao, mentre Piatek e Suso stanno lentamente logorando i loro fantallenatori. Giusto metterli in discussione, ma solo per altri top. In difesa mancherà lo squalificato Musacchio: difficile fidarsi subito di Duarte, meglio Romagnoli o Hernandez.

Consigliati: Criscito, Hernandez, Leao
Sconsigliati: Ghiglione, Saponara, Duarte
Possibile sorpresa: Pajac

Fiorentina-Udinese (domenica 6 settembre ore 12:30)

I viola hanno ritrovato la vittoria dopo mesi e si sono subito concessi il bis. Dragowski è una buona opzione contro l’attacco meno prolifico della Serie A, e lo stesso vale anche per Pezzella e i colleghi difensori centrali. Castrovilli, Chiesa e Ribery si sono ormai affermati come top del ruolo (da capire se ci sarà un parziale turnover), mentre non convincono ancora al 100% gli esterni Lirola e Dalbert.

Difficile individuare dei veri e propri consigliati tra le fila dei bianconeri. Musso prende spesso buoni voti ma rischia più di un malus, Ekong e Larsen solitamente raggiungono il 6, Okaka viene da un gol e non è proprio l’ultima ruota del carro, come anche Lasagna. Rientra De Paul, sul quale si può scommettere. In dubbio Becao, non al 100%.

Consigliati: Pezzella, Castrovilli, Chiesa
Sconsigliati: Badelj, Samir, Pussetto
Possibile sorpresa: De Paul

Atalanta-Lecce (domenica 6 settembre ore 15:00)

Dopo il secondo ko in Champions, la Dea può esser costretta a ricorrere a un nuovo turnover. Chance in vista per Djimsiti e Kjaer in difesa, probabile ci sia dal 1′ Gosens col ballottaggio Hateboer-Castagne dall’altra parte. Freuler torna, occasione ghiotta per Malinovskyi e Muriel che possono far rifiatare i titolari.

Eliminate la malsana idea di ricorrere a Gabriel o ai difensori giallorossi. A centrocampo si salva praticamente solo Mancosu, in attacco Falco e Babacar sono opzioni per chi ne ha poche, col senegalese che si è anche allenato a parte ed è in dubbio.

Consigliati: Gosens, Freuler, Muriel
Sconsigliati: Gabriel, Rispoli, Majer
Possibile sorpresa: Babacar

Bologna-Lazio (domenica 6 settembre ore 15:00)

Rischio esagerato puntare su Skorupski o sui difensori felsinei contro una squadra che viene da una vittoria per 4-0. Poli meglio di Medel in mediana, senza lo squalificato Soriano ci potrebbe esser posto per uno tra Dzemaili e Svanberg sulla trequarti. Santander e Destro sgomitano per trovare spazio: Sansone a rischio riposo.

In porta finora Strakosha non ha deluso, mentre in difesa non ha brillato in modo particolare neanche il sindaco Acerbi. I pezzi grossi vanno messi, Correa è in ballottaggio con Caicedo dopo esser rientrato in gruppo. In dubbio anche il padrone della corsia destra, con Marusic che insidia Lazzari.

Consigliati: Poli, Milinkovic, Immobile
Sconsigliati: Denswil, Medel, Radu
Possibile sorpresa: Orsolini

Roma-Cagliari (domenica 6 settembre ore 15:00)

Giusto puntare forte sui pezzi grossi a disposizione di Fonseca, il problema è che non sono moltissimi. Ci sono Dzeko e Kolarov (nonostante il rigore sbagliato della scorsa settimana), ma non per esempio Mkhitaryan e Pellegrini. Sì a Zaniolo e Cristante mentre, dopo un inizio super, Veretout è un po’ calato. Può tornare Smalling dopo la panchina in Europa, Fazio e Mancini sono in ballottaggio. Occhio all’inserimento di Spinazzola per il possibile slittamento di Florenzi in avanti. Non sarà della gara Zappacosta, a rischio crociato.

Stuzzicante vedere Olsen di fronte alla sua ex squadra: gli farà rimpiangere il trattamento ricevuto? Meglio comunque assistere da spettatori neutrali, senza implicazioni fantacalcistiche. I più in forma sono Castro e Nandez, mentre Nainggolan può tornare e sarà difficile tenerlo fuori in una gara per lui così importante. Simile anche la situazione di Luca Pellegrini, su cui potete però ragionare di più. La coppia Simeone-Joao Pedro è a metà strada tra Ronaldo e Dubickas, per citarne uno a caso tra i quotati 1.

Consigliati: Smalling, Dzeko, Castro
Sconsigliati: Veretout, Pastore, Pisacane
Possibile sorpresa: Nandez

Torino-Napoli (domenica 6 settembre ore 18:00)

Contro il Napoli prendere un paio di gol non è assurdo, neanche per il Torino. Izzo viene dalla prima insufficienza stagionale, Nkoulou è rientrato con un 6,5, ma in questo preciso momento la sensazione è che sia più affidabile il primo. Ansaldi è rientrato con il botto, sempre un po’ insipidi i centrocampisti. Verdi ancora favorito per accompagnare un Belotti che va messo anche contro le grandi. Zaza si è fermato e rischia il forfait.

Se in Champions hanno iniziato dal 1′ Lozano e Milik, in campionato sembrerebbe logico puntare tutto su Llorente e Mertens: il primo ha avuto un grande impatto nella nuova realtà, il secondo cercherà senz’altro di pareggiare subito il record di Maradona. Tornano dopo la tribuna di Genk Insigne (sviluppi da seguire) e Ghoulam, giusto scegliere Callejon che agirà sul lato meno solido del Toro. Squalificato Koulibaly, poco sicuro Luperto.

Consigliati: Ansaldi, Callejon, Mertens
Sconsigliati: Lyanco, Meité, Luperto
Possibile sorpresa: Izzo

Inter-Juventus (domenica 6 settembre ore 20:45)

Dulcis in fundo, il big match di giornata in cui, come in ogni gara difficile da pronosticare, va seguita una regola basilare: dentro i pezzi grossi. Sì a Sensi e – se recupera – Lukaku, ma anche a Godin e De Vrij nonostante i clienti scomodi. Per i pochi che avranno alternative in rosa a Handanovic: non sottovalutate l’importante di avere un top tra i pali. Squalificato Sanchez.

Lo stesso discorso vale ovviamente per Szczesny. De Ligt sta prendendo le misure, Cuadrado non è malaccio neanche da terzino. Pjanic è l’uomo del momento, Ramsey può riprendersi la trequarti. In avanti, metteremmo tutti. sì a Ronaldo, Higuain e Dybala. Uno degli ultimi due non sarà titolare, ma non importa: basta prevenire con una riserva certa.

Consigliati: Godin, Sensi, Dybala
Sconsigliati: D’Ambrosio, Vecino, Rabiot
Possibile sorpresa: Ramsey

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Di più in Chi schierare