Seguici su

Serie A

Come cambia il Napoli con Gattuso: chi rischia e chi può rilanciarsi

Gennaro Gattuso allenatore Napoli
twitter.com/sscnapoli

Cosa cambia per il fantacalcio con l’arrivo di Gattuso sulla panchina del Napoli: nuovo modulo, possibili sorprese ed eventuali esclusi

Esonerato Ancelotti, il presidente del Napoli De Laurentiis ha scelto di affidare la direzione della squadra a Rino Gattuso. L’ex giocatore e allenatore del Milan opterà per un modulo diverso, e le quotazioni del fantacalcio per i giocatori partenopei cambieranno di conseguenza.

Cambio di modulo

Pochi dubbi sul nuovo modulo che Gattuso vorrà adottare per rilanciare il Napoli: sarà il 4-3-3 già proposto da allenatore del Milan. Per la difesa dunque cambia poco: si continuerà con la linea a quattro, con Koulibaly e Manolas da centrali, Di Lorenzo a destra e uno tra Mario Rui e Ghoulam a sinistra. Da sottolineare che – oltre a problemi di natura fisica – ultimamente Ghoulam è rimasto spesso fuori per scelta tecnica. Tra lui e Rui il ballottaggio è aperto, e bisognerà vedere chi convincerà di più il nuovo allenatore. Discorso diverso per il centrocampo, dove le novità saranno molte. Archiviato il 4-4-2 ancelottiano che vedeva Insigne e Callejon larghi sulle fasce con solamente due centrocampisti “puri” in mediana, Gattuso va verso una soluzione più concreta. Allan sarà adattato a mediano, agirà davanti alla difesa come perno di un centrocampo a tre. Ai suoi lati agiranno Zielinski e Fabian Ruiz nel ruolo di mezzala. Nel reparto offensivo si rivedrà quindi un tridente, che mancava dall’epoca Sarri. Punto di riferimento dell’attacco sarà Milik, che, quando è nella condizione di giocare, sa essere devastante. Ai suoi lati Insigne, che ritrova il suo ruolo naturale di ala sinistra, e uno tra Callejon e Lozano per agire da ala destra. In questo scenario sarebbe escluso Mertens, che tuttavia può essere un jolly schierabile dall’inizio o a gara in corso come sostituto sia di Milik (spesso rallentato da problemi fisici) che di Insigne, anche in ottica turnover.

Cosa cambia per il fantacalcio

A trarre vantaggio da questo nuovo modulo potrebbe essere soprattutto Callejon, che, schierabile come centrocampista, agirebbe nel tridente d’attacco. Il condizionale però è d’obbligo, perché la sua situazione contrattuale resta delicata e società e allenatore potrebbe eleggere Lozano a titolare in vista di una partenza di Callejon a gennaio. Se così fosse, l’acquisto del messicano potrebbe rivelarsi un affare, mentre chi ha investito su Callejon avrebbe perso la scommessa. Tutto dipenderà dal mercato invernale. Salgono poi le quotazioni di Insigne, che fin qui ha trovato poco la porta, complice anche il suo utilizzo da esterno di centrocampo. Agendo nel tridente offensivo sarà più vicino all’area di rigore avversaria e avrà modo di incidere maggiormente. Milik resterà il punto di riferimento offensivo, l’unica differenza sarà che avrà vicino due compagni invece che uno solo. Va però detto che con Ancelotti i due esterni di centrocampo partecipavano molto alla manovra offensiva, tanto da somigliare più ad un 4-2-4 che ad un 4-4-2. Non bisogna quindi aspettarsi che il reparto offensivo inizi a segnare più gol, quanto piuttosto che quello difensivo soffra meno. Per questo motivo, chi gioverà di questo cambio è anche e soprattutto Meret, che con una squadra più compatta dovrebbe subire meno reti e migliorare quindi la sua media fantavoto. Il discorso è estendibile all’intero reparto difensivo: in particolare ci si aspetta finalmente che la coppia Koulibaly-Manolas trovi più equilibrio e voti più alti.

Chi invece rischia di trovare meno spazio è Dries Mertens. Il belga diventerebbe il dodicesimo giocatore della rosa, pronto a subentrare sia come prima punta che come ala sinistra, ma rischia di vedere aumentato il minutaggio in panchina. Discorso analogo per Llorente: con l’assenza di Milik aveva trovato più spazio, ma con il ritorno del polacco e il cambio di modulo sarà più difficile vederlo in campo. Attenzione anche ad Allan: avrà una posizione più arretrata, bisognerà dargli tempo e vedere se sarà capace di portare buoni voti anche agendo in quella zona del campo, dove però il rischio cartellini è alto. Cambia poco per gli altri due centrocampisti: Zielinski e Fabian Ruiz, agendo da mezzali, avranno modo di partecipare maggiormente alla manovra offensiva, ma il loro compito sarà quello di dare equilibrio e compattezza, più che di trovare la rete. Infine bisogna tener conto che dovrebbe essere finito il periodo di grandi turnover e cambi di formazione: le riserve potrebbero non trovare più lo stesso spazio. Ospina avrà sicuramente meno occasioni, così come anche Maksimovic. Elmas potrebbe ricoprire sia il ruolo di mezzala che quello di mediano, il che lo rende uno dei cambi più appetibili per Gattuso. Potrebbe trovare spazio.


Commenta

Rispondi

Annuncio pubblicitario
Pubblicità Fantacalcio Fantardore 2020-21
Annuncio pubblicitario

Classifica

Di più in Serie A