Seguici su

Serie A

Torino-Sampdoria: orario, probabile formazione e dove vederla in tv

Longo

Tutto quello che c’è da sapere su Torino-Sampdoria, match valido per la 23^ giornata di Serie A: come arrivano le squadra, precedenti e statistiche

Ultimo aggiornamento

L’anticipo del sabato di Serie A vedrà protagonisti il Torino ed i genovesi sponda blucerchiata della Sampdoria. Settimana piuttosto calda, contrariamente al clima esterno, quella dei granata, che proprio qualche giorno fa hanno presentato Longo, chiamato a sostituire Mazzarri dopo il ko di Lecce. La squadra di Ranieri invece è reduce dalla sconfitta a testa alta contro il Napoli, che la relega ancora nelle zone basse della classifica. Tutto quello che c’è da sapere sulla gara.

Come arriva il Torino

Tempo di cambiamenti per il Torino, con Cairo che in settimana si è visto costretto a prendere una decisione forte dopo il trend negativo prodotto dalla sua squadra: via Mazzarri, al suo posto Longo. La scossa data dal cambio di guida tecnica potrebbe dare qualcosa in più dal punto di vista motivazionale, ma nulla potrà fare in relazione alle mancanze non colmate dal mercato. Il Torino nell’ultima sfida di campionato ha subito una sonora goleada per mano del Lecce di Liverani, che con il 4-0 sui granata si è portata fuori dalla zona rossa. Torino invece che arranca in classifica, conservando le posizioni mediane con 27 punti, ma attraversa un vero periodo di crisi: delle ultime tre partite non è riuscita ad ottenere alcun punto perdendo contro Lecce, Atalanta e Sassuolo, ed uscendo sconfitta anche nel turno di Coppa Italia contro il Milan. Periodo nero anche per la sua difesa che nelle ultime quattro uscite ha subito 17 reti per una media di 4,25 per match. Numeri impietosi, che mettono in guardia per il prosieguo del campionato.

Come arriva la Sampdoria

Leggermente meglio il trend della Samp, attualmente in sedicesima posizione a quattro punti dalla zona retrocessione. D’ora in poi, ogni partita per Ranieri sarà una sfida delicata, da preparare al meglio. Nell’ultima uscita, nonostante la sconfitta per 4-2 contro il Napoli, si è vista una buona crescita della squadra dal punto di vista del carattere e dell’intensità. La squadra, nell’ultimo mese, ha ottenuto una sola vittoria (contro il Brescia) in cinque partite. Per il resto due pareggi e due sconfitte rispettivamente contro Milan, Sassuolo, Lazio e Napoli. Ranieri non può essere completamente soddisfatto, anche alla luce di un mercato non totalmente appagante che ha visto partire calciatori come Caprari, utili alla causa, ma non entrare giocatori idonei a dare una marcia in più per l’obiettivo salvezza.

Orario Torino-Sampdoria e dove vedere il match

La sfida tra Torino e Sampdoria andrà in scena sabato 8 febbraio 2019 alle ore 18:00 presso lo stadio Olimpico Grande Torino. La partita sarà visibile su Sky (canale 254) e per gli abbonati anche in streaming sulle piattaforme SkyGo e Nowtv.

Probabili formazioni Torino-Sampdoria

Formazione incerta dopo il cambio di guida tecnica, anche se, per il poco tempo a disposizione, Moreno Longo potrebbe scegliere una squadra simile a quella vista fin quì. Dunque l’undici in campo contro la Sampdoria dovrebbe essere identico a quello visto a Lecce, ma con leggere novità: Izzo torna nella sua posizione di centrale difensivo al fianco di Nkoulou e Lyanco; rientra tra i convocati a centrocampo dopo la squalifica anche Lukic che si giocherà un posto con Meité. Sulle corsie restano i soli De Silvestri ed Aina mentre avanti Belotti affiancato da Verdi e Berenguer.

Impegno non di poco conto con il Torino per la Samp, che dovrà affrontare il match non potendo contare su alcune assenze importanti. Ramirez recupera, e Ranieri ricompone il centrocampo con Thorsby ed Ekdal al centro e l’uruguaiano e Linetty esterni. In porta confermato Audero, a difenderlo Tonelli e Yoshida lotteranno per un posto al fianco di Colley, sulle corsie invece rientra Bereszynski sulla destra mentre sull’altro versante ballottaggio tra Augello e Murru. In Attacco incerta la presenza di Quagliarella, con Bonazzoli che scalpita per una maglia dal 1′ al fianco di Gabbiadini.

Torino (3-4-2-1): Sirigu; Izzo, Nkoulou, Lyanco; De Silvestri, Rincon, Lukic, Aina; Verdi, Berenguer; Belotti. All. Longo

Sampdoria (4-4-2): Audero; Bereszynski, Colley, Tonelli, Murru; Linetty, Thorsby, Ekdal, Ramirez; Gabbiadini, Quagliarella. All. Ranieri

Consulta tutte le probabili formazioni della 23^ giornata

Precedenti Torino-Sampdoria

Torino e Sampdoria si sono affrontate nel massimo campionato per ben 105 volte, mettendo a segno in totale 251 reti, ripartite con leggero vantaggio per i granata (131) e le restanti dei blucerchiati (120). Bilancio simile, nella differenza di scarto, anche per quanto concerne le vittorie: il Torino ne conta 36, mentre la Samp è ferma a 30; ben 39 invece i match terminati in parità. La partita di sabato si giocherà in casa dei granata, ed è proprio qui che il Torino è riuscita a mettere a segno più partite vinte: 29 su 52, di cui le ultime 5 consecutivamente. Sono ben due i risultati più frequenti: 1-1 e 2-0 che si sono verificati per ben otto volte.

Consigli per il fantacalcio

L’avvento di Longo poterà inevitabilmente una scossa dal punto di vista caratteriale ma anche sul piano del gioco. Non è difficile immaginare un approccio decisamente offensivo del Torino in questo match, a tutto vantaggio del tridente Berenguer, Verdi, Belotti, che per questa partita appaiono tutti fortemente consigliati. Le probabili assenze di Ramirez e Quagliarella sbilanciano su una supremazia a centrocampo per il toro che potrebbe risultare vincente e dare lustro alle giocate di Rincon e Lukic, utilissimi in fase d’impostazione. Sirigu, che ultimamente non passa un periodo tranquillissimo, potrebbe ritrovare serenità dal rientro di Izzo, anche lui consigliatissimo.

Sampdoria che dovrà fare i conti con assenze importanti, Ramirez crea un vuoto nello svolgimento delle due fasi che difficilmente Ekdal e Vieira riusciranno a colmare. Non consigliamo entrambi, così come non consigliamo Colley in difesa che, conto Belotti e Berenguer, potrebbe soffrire parecchio. Gabbiadini pare aver ritrovato la serenità che cercava, e dopo essersi sbloccato contro il Napoli deve dare l’apporto che serve a questa squadra per attraccare nel porto sicuro della salvezza. Con lui, ci sentiamo di consigliare anche Bereszynski che sulla corsia di destra può far male e creare diverse occasioni pericolose.

Dubbi su chi schierare al fantacalcio per la 23^ giornata di Serie A? I nostri consigli partita per partita

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Di più in Serie A