Seguici su

Serie A

Inter-Sampdoria: orario, probabili formazioni e dove vederla in tv

Lukaku lautaro martinez inter
© imagephotoagency.it

Tutto quello che c’è da sapere su Inter-Sampdoria, recupero della 25^ giornata di Serie A: come arrivano le squadre, precedenti e statistiche

Dopo l’antipasto della Coppa Italia, ritorna il campionato con il recupero delle quattro partite della 25^ giornata. Tra queste c’è Inter-Sampdoria, che doveva giocarsi il 23 febbraio scorso, ma rinviata a causa del propagarsi del coronavirus in Lombardia.

Anche se senza tifosi, l’Inter tornerà a giocare al Meazza dopo quasi tre mesi dall’ultima partita ufficiale, datata 27 febbraio contro il Ludogorets in Europa League. Addirittura l’ultima partita in casa dei nerazzurri in campionato è stato il rocambolesco 4-2 nel derby vinto contro il Milan. Sarà una ripresa ricca di partite, il nuovo calendario della Serie A prevede infatti ben 124 partite in soli 43 giorni,  distribuite tra weekend e infrasettimanali in tre diverse fasce orarie che terranno conto della temperatura nella stagione estiva. Tutto quello che c’è da sapere sul match tra Inter e Sampdoria.

Come arriva l’Inter

L’Inter arriva dal pareggio contro il Napoli in Coppa Italia, che ne ha sancito l’eliminazione dalla competizione. Nonostante il risultato, la squadra di Conte ha dimostrato di essere in un buono stato di forma. Partendo subito aggressiva e trovando subito il gol. A parte il contropiede subito in occasione del gol dei partenopei, anche in fase difensiva i nerazzurri si sono comportati bene, effettuando un pressing alto tipico delle squadre allenate dal tecnico leccese.

Nelle ultime partite prima dello stop, i nerazzurri erano apparsi stanchi. Infatti – a parte la doppia vittoria nei sedicesimi di Europa League contro i bulgari del Ludogorets – vengono da tre sconfitte di fila: 1-0 contro il Napoli nella semifinale di andata della Coppa Italia, 2-1 contro la Lazio e 2-0 contro la Juventus in campionato.

Questo doppio stop in Serie A ha fatto scendere l’Inter al terzo posto in classifica, a nove punti dalla capolista Juventus. Con una vittoria i nerazzurri potrebbero ritornare a sperare nel primo posto, invece un risultato negativo contro la Sampdoria segnerebbe l’addio definitivo al sogno scudetto.

Come arriva la Sampdoria

La Sampdoria naviga nelle zone basse della classifica, al momento si trova in 16^ posizione con un solo punto di vantaggio sulla zona retrocessione. Proverà a portare a casa qualche punto dalla trasferta milanese per distanziarsi dalla zona salvezza e risollevare l’umore dei tifosi.

I blucerchiati erano in un buon momento di forma prima della sosta. Infatti, nelle ultime cinque partite hanno ottenuto sette punti frutto di due vittorie contro Verona e Torino, un pareggio contro il Sassuolo e due sconfitte contro Fiorentina e Napoli.

A differenza dell’Inter che ha già testato la sua preparazione dopo il lungo periodo di inattività, la Sampdoria non ha effettuato nessun test se non con partitelle interne. Quindi sarà da valutare la preparazione che mister Ranieri avrà sottoposto ai suoi giocatori dalla ripresa degli allenamenti.

Orario Inter-Sampdoria e dove vedere la partita in tv

La partita Inter-Sampdoria si giocherà domenica 21 giugno alle ore 21:45 allo Stadio Giuseppe Meazza di Milano, naturalmente senza spettatori. Il match verrà trasmesso in esclusiva per gli abbonati su Sky Sport Serie A (canale 202) e su Sky Sport Calcio Uno (canale 251), inoltre, sarà visibile anche in streaming attraverso i servizi SkyGo e Now TV.

Probabili formazioni Inter-Sampdoria

Conte non avrà a disposizione Vecino, Sensi e Brozovic per la partita contro la Samp. L’uruguaiano non ha recuperato dal risentimento muscolare che gli ha già impedito di essere a disposizione per la Coppa Italia contro il Napoli. Il centrocampista ex Sassuolo, invece, ha subito un infortunio al flessore della coscia destra e l’entità verrà valutata nei prossimi giorni. Il croato è stato fermato da un risentimento al muscolo tibiale, e sarà tenuto a riposo in vista dello sprint finale. Gagliardini o Borja Valero dovrebbero prendere il suo posto in messo al campo. Recuperati gli altri indisponibili Godin, D’Ambrosio e Agoumè, che però non dovrebbero insidiare nessuno dei titolari. L’unico dubbio del tecnico interista per la partita contro la Sampdoria sarebbe legato all’utilizzo di Lautaro Martinez. L’attaccante argentino ha deluso conto i partenopei e Sanchez potrebbe prendere il suo posto, ma il tecnico leccese sembra intenzionato a dare un’altra opportunità al “Toro”. Squalificato il secondo portiere Padelli.

La Sampdoria non potrà contare sicuramente su Alex Ferrari – che sta recuperando dal grave infortunio al ginocchio subito a fine 2019 – e tornerà a disposizione di Ranieri per la parte finale del campionato. Vieira è in dubbio per la trasferta milanese, mentre Chabot ed Ekdal hanno recuperato dai rispettivi acciacchi e saranno della partita. Cambio di modulo in vista per i blucerchiati col passaggio alla difesa a tre con Tonelli, Yoshida e uno tra Bereszynski e Colley. Gli esterni del centrocampo a cinque dovrebbero essere Murru e Depaoli, che in fase difensiva si abbasseranno per formare una difesa a cinque. In mezzo Jankto, Ekdal e Linetty dovrebbero essere i titolari, con Ramirez alle spalle di Gabbiadini. Fumata nera quindi per Fabio Quagliarella che ha saltato le ultime sedute di allenamento in quanto non ha ancora recuperato da un problema al polpaccio.

Inter (3-4-1-2): Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Candreva, Barella, Gagliardini, Young; Eriksen; Lautaro Martinez, Lukaku. All. Conte

Sampdoria (3-5-1-1): Audero; Bereszynski, Tonelli, Yoshida; Murru, Jankto, Ekdal, Linetty, Depaoli; Ramirez; Gabbiadini. All. Ranieri

Consulta tutte le probabili formazioni della Serie A

Precedenti Inter-Sampdoria

In Serie A i precedenti totali tra le due squadre sono 125 con 68 vittorie dell’Inter, 37 pareggi e 20 vittorie della Sampdoria. Le vittorie blucerchiate scendono a otto se consideriamo solo le partite giocate a San Siro (62), con lo 0-2 nella stagione 1995/96 come risultato migliore. Il risultato più frequente è comunque lo 0-0, verificatosi per otto volte. La migliore vittoria interista risale alla stagione 1955/56 col risultato di 7-1.

I cinque precedenti scontri sono terminati con quattro vittorie dell’Inter e una della Sampdoria, l’1-2 in rimonta nel 2016/17. La gara d’andata è terminata 3-1 in favore dei nerazzurri con i gol di Sensi, Sanchez – poi espulso a inizio secondo tempo – e Gagliardini per l’Inter e Jankto autore dell’unico gol doriano.

I consigli per il fantacalcio

I nerazzurri sono i favoriti per la vittoria, quindi i calciatori su cui puntare potrebbero essere quelli in grado di segnare, Lukaku su tutti. Nella gara di Coppa Italia si è visto un ottimo Eriksen, si è proposto sia in fase conclusiva – oltre al gol anche altre occasione di tiro – sia sotto le vesti di assist-man. Anche Candreva è sembrato in ottima forma: i suoi inserimenti e i suoi cross potrebbero portare punti decisivi ai fantallenatori. Attenzione a puntare su Lautaro Martinez in ballottaggio con Sanchez per una maglia da titolare, ma non è sembrato in grande forma nella gara del San Paolo.

È difficile scommettere su qualche giocatore della Sampdoria in questa partita difficile per i blucerchiati. Quagliarella comunque è sempre stato una spina nel fianco per l’Inter, e in contropiede potrebbe punire anche stavolta la retroguardia nerazzurra. Jankto che ha segnato nella gara d’andata, può fare male con i suoi inserimenti. I lati negativi potrebbero arrivare dalla difesa. Soprattutto i centrali difensivi – Yoshida e Colley – potrebbero soffrire la fisicità e la velocità degli attaccanti dell’Inter, pagandola sia con i cartellini sia con una prestazione scarsa.


Commenta

Rispondi

Annuncio pubblicitario
calciodangolo.com Collabora con noi
Annuncio pubblicitario

Classifica

Di più in Serie A