Seguici su

Coppa Italia

Napoli-Juventus: orario, probabili formazioni e dove vederla in tv

Douglas Costa-Lorenzo Insigne Juventus-Napoli
© imagephotoagency.it

Tutto quello che c’è da sapere su Napoli-Juventus, finale di Coppa Italia: come arrivano le squadre, precedenti e statistiche

Con la finale di Coppa Italia verrà assegnato il primo trofeo post pandemia del calcio italiano. Napoli e Juventus si contenderanno il trofeo dopo aver sconfitto in semifinale rispettivamente Inter e Milan. La competizione terminerà con il big match che ha caratterizzato gli ultimi anni del calcio italiano.

In seguito a sorteggio, sarà il Napoli ad essere la squadra “in casa”. Così come avvenuto per le semifinali, anche in questo caso non verranno disputati i supplementari, quindi in caso di pareggio al termine dei 90′ regolamentari si andrà direttamente ai calci di rigore. Tutto quello che c’è da sapere sul match.

Come arriva il Napoli

I partenopei arrivano da sei risultati utili nelle ultime sei partite disputate, quattro vittorie e due pareggi. È difficile prevedere come la squadra recupererà a distanza di pochi giorni rispetto alla semifinale di ritorno, dopo tre mesi di inattività. Sicuramente non mancherà la grinta che il tecnico Gattuso infonderà nei suoi ragazzi. Verosimilmente, gli azzurri arrivano a questa finale un po’ più stanchi rispetto ai rivali, sia per il giorno in meno di riposo avuto, sia per la gara precedente più impegnativa e più combattuta.

La difesa è l’arma in più del Napoli nelle ultime partite disputate. Una linea difensiva bassa, che costringe gli avversari a spingersi sempre più avanti e ad un possesso palla molte volte sterile. Ma appena recupera la palla, il contropiede è velocissimo, quasi fulmineo. Un esempio è il gol contro l’Inter di Mertens, partito dal rinvio di Ospina verso Insigne, innescando un due contro due micidiale.

Per arrivare in finale, il Napoli nei turni precedenti ha eliminato il Perugia (2-0) negli ottavi, la Lazio (1-0) ai quarti e in semifinale l’Inter vincendo 0-1 nella gara d’andata a San Siro e pareggiando 1-1 al San Paolo al ritorno.

Come arriva la Juventus

Anche per la Juventus vale quanto detto per il Napoli, cioè la difficoltà nel recuperare le energie per affrontare queste prime due partite ravvicinate dopo il lungo periodo di stop. I bianconeri potrebbero essere però meno stanchi dei rivali, soprattutto perché la partita contro il Milan è stata meno impegnativa rispetto a quella affrontata dai rivali, con i rossoneri in dieci uomini per 75 minuti.

I bianconeri prima della sosta non erano in grande forma, nonostante le vittorie non mostravano un gioco dominante. La stessa sensazione si è avuta nella precedente partita di Coppa Italia: un grande avvio di gara, con qualche occasione importante e il rigore sbagliato da Ronaldo, per poi spegnersi alla distanza.

Nel percorso verso la finale la Juventus ha sconfitto 4-0 l’Udinese agli ottavi, la Roma 3-1 ai quarti, in semifinale ha avuto la meglio sul Milan grazie al gol segnato nella gara d’andata al 91′, pareggiando 1-1, e completando l’opera con lo 0-0 nel ritorno allo Stadium.

I giocatori che hanno vinto più Coppa Italia nella storia

Orario Napoli-Juventus e dove vedere la partita

La finale di Coppa Italia Napoli-Juventus si disputerà mercoledì 17 giugno alle ore 21:00 allo stadio Olimpico di Roma, naturalmente a porte chiuse. La partita verrà trasmessa in chiaro e in diretta su Rai 1 e in streaming sulla piattaforma digitale Rai Play.

Probabili formazioni Napoli-Juventus

Il Napoli ha deciso di non andare in ritiro a Roma in vista della finale di Coppa Italia: partenza la mattina della partita e ritorno in serata, dopo la fine della gara. Sicuramente out il portiere Ospina, squalificato per somma di ammonizioni, decisivo il giallo al 78′ nella partita contro l’Inter per perdita di tempo al momento del rilancio, il posto tra i pali sarà preso da Meret. Fabian Ruiz dovrebbe riprendersi il posto da titolare a discapito di Elmas. Ballottaggio per il ruolo di terzino sinistro tra Mario Rui ed Hysaj, e nei tre davanti tra Politano e Callejon, con i primi favoriti. Dubbio su Mertens, vittima di un leggero affaticamento muscolare, ma dovrebbe stringere i denti per disputare la finale. Per il resto formazione confermata rispetto alla semifinale contro l’Inter, nonostante il recupero di Manolas anche in virtù della buona prestazione di Maksimovic.

Tutti convocati i calciatori bianconeri. Ma non saranno della partita Chiellini che rientrerà in gruppo in vista della ripresa del campionato e Demiral che sta recuperando dalla lesione al legamento crociato del ginocchio. Molto probabilmente nemmeno Higuain e Ramsey riusciranno a recuperare per essere a disposizione dell’allenatore. I dubbi di Sarri rispetto alla partita contro il Milan sono legati a Pjanic non brillantissimo contro i rossoneri che potrebbe fare posto a Khedira. Da non sottovalutare anche la variabile Cuadrado, che potrebbe prendere il posto sia di Danilo come terzino destro, sia di Douglas Costa come esterno nel tridente d’attacco. Il modulo prediletto per affrontare il Napoli sarà nuovamente il 4-3-3 utilizzato già nella semifinale contro il Milan.

Napoli (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly, Mario Rui; Zielinski, Demme, Ruiz; Politano, Mertens, Insigne. All. Gattuso

Juventus (4-3-3): Buffon; Danilo, Bonucci, de Ligt, Alex Sandro; Khedira, Bentancur, Matuidi; Douglas Costa, Dybala, Cristiano Ronaldo. All. Sarri

Precedenti Napoli-Juventus

Le due squadre tornano ad affrontarsi in finale di Coppa Italia dopo otto anni. Il 20 maggio 2012 all’Olimpico di Roma, il Napoli di Mazzarri sconfisse la Juventus di Conte per 2-0 con le reti di Cavani ed Hamsik. L’ultimo scontro in Coppa Italia risale però alla semifinale durante la stagione 2016/17, con i bianconeri che passarono il turno. I partenopei non riuscirono a ribaltare il 3-1 subito all’andata, vincendo solo 3-2 al ritorno.

Nella stagione in corso le squadre si sono già affrontate. La Juventus ha vinto nella sfida del girone di andata per 4-3, dopo essere andata in vantaggio 3-0 il Napoli riuscì a recuperare fino al pareggio per poi soccombere grazie alla sciagurata autorete di Koulibaly. Al ritorno invece si impose il Napoli – già guidato da Gattuso –  per 2-1 grazie ai gol di Insigne e Zielinski.

In generale le sfide tra le due squadre sono state 172, tra Serie A, Coppa Italia, Supercoppa Italiana, Serie B e anche due in Coppa Uefa. Sono 82 le vittorie della Juventus, 41 quelle del Napoli e in 49 occasioni la sfida si è conclusa in pareggio.

Per i bianconeri si tratta della 19^ finale di Coppa Italia con 13 vittorie, al primo posto nella classifica delle squadre che hanno vinto più Coppa Italia. Il Napoli arriverà a disputare la finale numero dieci di questa competizione, con cinque affermazioni. Sarà anche la sfida tra due tecnici -Sarri e Gattuso – che non hanno ancora vinto nessun titolo italiano nella loro carriera da allenatori. Per uno dei due sarà una prima volta speciale.


Commenta

Rispondi

Annuncio pubblicitario
Pubblicità Fantacalcio Fantardore 2020-21
Annuncio pubblicitario

Classifica

Di più in Coppa Italia