Seguici su

Serie A

Classifica marcatori Serie A, lotta serrata tra Immobile e Ronaldo

Ciro Immobile-Cristiano Ronaldo Juventus-Lazio
© imagephotoagency.it

A quattro giornate dalla fine, Immobile e Ronaldo si trovano a 30 reti in campionato. Il calendario a confronto per la conquista del titolo di capocannoniere

Il vantaggio prima della sospensione era enorme: 27 gol Immobile contro i 21 di Cristiano Ronaldo. Il coronavirus però ha azzerato tutto togliendo l’ottimo ritmo che aveva preso l’attaccante della Lazio – più di una rete a partita – e dando la possibilità al portoghese di riacciuffare l’avversario segnando nove gol in otto match. Nello scontro diretto i due si sono appaiati a 30 marcature ognuno grazie alla doppietta del cinque volte vincitore del pallone d’oro e la marcatura su rigore della punta della nazionale italiana. Per entrambi i giocatori 12 delle 30 reti sono arrivate direttamente su calcio di rigore. Mancano quattro partite alla fine e serviranno per decidere il trionfatore della classifica marcatori della Serie A.

Il calendario di Immobile

La forma dell’attaccante di Torre Annunziata non è delle migliori con tre reti nelle ultime otto apparizioni però la voglia di crederci c’è. Nelle prossime partite affronterà avversari insidiosi che potrebbero mettergli i bastoni tra le ruote. Si inizia con il Cagliari: Immobile ha un buon rapporto con i sardi avendogli siglato sette gol contro ma è da tre match che non riesce a superare il portiere avversario. La squadra di Zenga è crollata dal quarto all’undicesimo posto vivendo un periodo terribile e anche attualmente non è in ottima forma con zero vittorie nelle ultime sei gare. A livello difensivo sta subendo poco con sei reti subite e due clean sheet nelle ultime sei partite, quindi segnare a Cragno non sarà semplice.

Lazio esultanza gol Ciro Immobile

© imagephotoagency.it

Alla 36^ giornata di Serie A la Lazio affronterà il Verona, squadra ostica che all’andata ha fermato i biancocelesti sullo 0-0. In carriera Ciro Immobile ha segnato otto reti contro i gialloblu – di cui tre quando era al Pescara – e due anni fa aveva siglato quattro reti ai veneti, due all’andata e due al ritorno. La squadra di Juric ora si trova al nono posto dopo aver perso l’opportunità di giocarsi l’accesso alla prossima Europa League ma il pareggio contro l’Atalanta – facendole segnare solo una marcatura – è simbolo della voglia dei calciatori di continuare la loro ottima annata per cui non sarà facile per Immobile battere Silvestri.

La partita sulla carta “più semplice” è quella contro il Brescia nella 37^ giornata. È una delle peggiori difese del campionato e non avrà la forza né le motivazioni per affrontare una grande squadra come la Lazio. In questa gara, l’attaccante azzurro può dare il colpo di grazia alla lotta per la classifica marcatori perché potrebbe segnare più di una rete (2 i gol segnati alla squadra lombarda nella gara di andata) e allungare su Ronaldo, sempre che il portoghese non si sia dato da fare nei match precedenti.

Infine la squadra di Inzaghi andrà a Napoli per l’ultima gara della stagione. È l’avversario più difficile nonostante sia la 38^ giornata, anche perché il team di Gattuso deve mantenere la forma e la concentrazione in vista della gara di Champions League contro il Barcellona. Immobile potrebbe essersi ripreso dal periodo di crisi che sta vivendo e segnare ai partenopei come ha fatto nelle ultime tre partite consecutivamente. La giornata finale è sempre un enorme punto interrogativo però il bomber della Lazio dovrà essere lucido se vuole conquistare il titolo di capocannoniere della Serie A.

L’unico vantaggio che può avere Immobile è quello che la Juventus gioca contro il Lione il 7 agosto e, dopo la matematica conquista dello scudetto, Ronaldo potrebbe riposare per una partita in modo da arrivare al meglio all’appuntamento più importante della stagione.

Il calendario di Ronaldo

Il portoghese è già arrivato a 51 reti in campionato dopo 61 presenze – il più veloce a raggiungere 50 gol in Serie A – e vuole battere ulteriori record. È a meno uno dal record di Borel, meno sei da quello di Higuain ma soprattutto vuole essere il primo a vincere la classifica marcatori nella competizione italiana, Liga e Premier League. Per farlo ha come primo ostacolo l’Udinese, un avversario che si difende egregiamente come dimostrano i 12 clean sheet stagionali ma al quale Ronaldo ha segnato tre marcature in due gare. La salvezza non è ancora certa per la squadra di Gotti, quindi superare nuovamente Musso non sarà una passeggiata.

Ronaldo Juventus

© imagephotoagency.it

La Sampdoria invece ha già raggiunto i punti per essere sicura della partecipazione alla prossima Serie A. Ranieri ha fatto un lavoro egregio prendendola dall’ultimo posto e portandola fino al tredicesimo. Perciò non vorrà sfigurare davanti alla società che ha allenato nel 2007 e 2008. Nella 36^ giornata il portoghese non avrà vita facile contro una squadra che si chiude bene e lascia poco spazio agli avversari. Inoltre sta vivendo un ottimo periodo con cinque vittorie nelle ultime sei gare, perciò Ronaldo dovrà dare il meglio di sé stesso per battere Audero come ha fatto quest’anno e nella scorsa stagione con tre reti segnate ai blucerchiati.

La prima tripletta bianconera arriva contro il Cagliari nel girone di andata e alla penultima affronterà proprio i sardi, la squadra con cui la Lazio gioca alla 35^ giornata. Potrebbe essere lei a decidere le sorti di questa lotta per vincere la classifica marcatori scontrandosi con entrambi i campioni. Il piccolo vantaggio che potrebbe avere il cinque volte vincitore del pallone d’oro è di affrontarla verso la fine del campionato, quindi i giocatori saranno più stanchi e il mister vorrà fare esperimenti per la prossima stagione. Zenga però deve anche ottenere risultati se vuole rimanere sulla panchina del Cagliari quindi fermare Ronaldo può essere un bel biglietto da visita.

L’ultima giornata la Juventus ospita la Roma ed è il match più difficile. I giallorossi si giocheranno il quinto posto fino all’ultimo per non finire ai preliminari di Europa League il prossimo anno ma devono anche mantenere la forma per gli ottavi contro il Siviglia che verranno giocati ad agosto. Ronaldo ha segnato in bianconero solo una rete contro la società di Pallotta ma tra il Manchester United e il Real Madrid ha siglato cinque gol contro la Roma in Champions League: due nel famoso 7-1 nel 2007 e altri due con la maglia dei blancos sia all’andata che al ritorno degli ottavi nell’annata 2015/16.

Il vantaggio che potrebbe avere Ronaldo su Immobile è la forma fisica del portoghese che sembra stare molto bene anche a livello mentale. Probabilmente Sarri insisterà per concedergli una giornata di riposo in vista del 7 agosto ma se la classifica marcatori è ancora aperta, vorrà battere un altro record.

Leggi anche: la classifica marcatori di tutti i tempi in Serie A


Commenta

Rispondi

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Classifica

Di più in Serie A