Seguici su

Serie A

Milan-Atalanta: orario, probabili formazioni e dove vederla in tv

esultanza gol Hakan Calhanoglu Rebic Milan
© imagephotoagency.it

Tutto quello che c’è da sapere su Milan-Atalanta, partita della 36^ giornata di Serie A: come arrivano le squadre, precedenti e statistiche

La 36^ giornata del campionato inizia con l’anticipo di venerdì 24 luglio tra Milan e Atalanta. Le due squadre sono quelle più in forma dopo la sosta forzata, le uniche a non aver mai perso dalla ripresa della Serie A. I rossoneri si giocano il quinto posto con la Roma, che consentirebbe l’accesso diretto ai gironi di Europa League.

I bergamaschi cercano di conquistare la seconda posizione in campionato, che corrisponderebbe al miglior risultato nella loro storia, ma devono guardarsi le spalle da Inter e Lazio. Tutto quello che c’è da sapere sul match tra Milan e Atalanta.

Come arriva il Milan

Il Milan si trova in sesta posizione in classifica con 59 punti. Il ritmo che stanno tenendo nel’ultimo periodo è impressionante e ha permesso al tecnico Pioli di ottenere il rinnovo ufficiale per altre due stagioni. Con la qualificazione alla prossima Europa League già in tasca, sono in piena lotta con la Roma – dalla quale sono staccati di appena due punti, ma hanno il vantaggio negli scontri diretti in caso di arrivo a pari punti – per conquistare il quinto posto che permetterebbe di accedere direttamente alla fase a gironi senza passare dai preliminari.

I rossoneri non hanno mai perso nelle ultime nove partite – cioè dal rientro dopo lo stop causa coronavirus – collezionando sette vittorie e due pareggi per un totale di 23 punti. Sono 27 i gol messi a segno, al ritmo di tre a partita, mentre sono 10 quelli subiti (1,11 di media). La nota negativa è che solo in due delle ultime dieci partite sono riusciti a mantenere la porta inviolata – contro Roma e Lazio – prendendo almeno un gol nelle altre otto.

Come arriva l’Atalanta

L’Atalanta è la squadra più in forma nelle ultime dieci partite giocate, ha lo stesso ritmo del Milan dopo la sosta ma ha una vittoria in più perchè doveva recuperare la partita contro il Sassuolo. Il bilancio è di otto vittorie e due pareggi con 26 punti conquistati, con 25 gol fatti e 10 subiti. In totale sono 95 le reti messe a segno in questo campionato e nelle ultime tre giornate cercherà di sfondare quota 100.

Gli orobici occupano il secondo posto in campionato con 74 punti. La qualificazione alla prossima Champions League è già matematicamente ottenuta, e la squadra di Gasperini cercherà di conquistare il secondo posto che – come già detto in precedenza – sarebbe il miglior risultato nella storia dei bergamaschi. Altri record di squadra già ottenuti sono quello dei punti totali – con ancora tre giornate da disputare – inoltre la banda di Gasperini va in gol da 23 partite consecutive e ed è al quindicesimo risultato utile consecutivo.

Orario di Milan-Atalanta e dove vederla in tv o in streaming

La partita Milan-Atalanta verrà disputata venerdì 24 luglio alle ore 21:45 allo stadio San Siro di Milano, naturalmente senza la presenza dei tifosi per le restrizioni dovute al coronavirus. Il match sarà trasmesso in diretta ed in esclusiva sui canali Sky Sport Serie A (canale 202 e 249 del satellite) e Sky Sport Calcio Uno (canale 251 del satellite). Sarà visibile anche in streaming per gli abbonati sulle piattaforme Sky Go e Now TV.

Calendario Serie A: date e dove vedere le partite della 36^ giornata

Probabili formazioni Milan-Atalanta

Tante le assenze per Pioli – soprattutto nel reparto arretrato – che non avrà a disposizione gli squalificati Hernandez e Bennacer, e gli infortunati Romagnoli, Musacchio e Duarte. In dubbio ancora la presenza di Castillejo – che comunque non dovrebbe essere schierato dall’inizio – Conti e Kjaer, usciti acciaccati dalla sfida contro il Sassuolo. Difesa dunque rivoluzionata con Calabria che dovrebbe giocare a destra, Laxalt a sinistra, e Gabbia che farà coppia con Kjaer – che proverà a stringere i denti – centralmente. A centrocampo confermatissimo Kessiè, mentre al posto di Bennacer dovrebbe giocare uno tra Biglia e Krunic. Davanti Ibrahimovic punta centrale, assistito da Calhanoglu, Rebic e Saelemaekers, anche se Bonaventura potrebbe insidiarne la titolarità.

Gasperini non sarà in panchina perchè squalificato in seguito al battibecco con Mihajlovic nell’ultimo turno contro il Bologna. In dubbio la presenza di Ilicic – ancora alle prese con l’infortunio muscolare – e Djimsiti. In porta dovrebbe essere confermato Gollini, davanti al quale ci saranno Toloi, Caldara e Palomino. Sugli esterni Hateboer e Gosens sono in vantaggio rispetto a Castagne destinato a subentrare a gara in corso, mentre centrali di centrocampo dovrebbero essere de Roon e Freuler. Pasalic potrebbe avanzare sulla trequarti insieme a Gomez, a sostegno dell’unica punta Zapata. In panchina, Malinovskyi e Muriel scalpitano.

Milan (4-2-3-1): G. Donnarumma; Calabria, Kjaer, Gabbia, Laxalt; Kessié, Biglia; Saelemaekers, Calhanoglu, Rebic; Ibrahimovic. All. Pioli

Atalanta (3-4-2-1): Gollini; Toloi, Caldara, Palomino; Hateboer, de Roon, Freuler, Gosens; Pasalic, Gomez; Zapata. All. Gasperini

Consulta tutte le probabili formazioni della 36^ giornata di Serie A

Precedenti Milan-Atalanta

Le due squadre si sono affrontate 117 volte in Serie A col bilancio di 51 vittorie per il Milan, 42 pareggi e 24 successi per l’Atalanta. I rossoneri non vincono in casa contro gli orobici dal 6 gennaio 2014, nelle cinque gare successive ci sono stati tre pareggi e due sconfitte.

La partita d’andata è stata giocata il 22 dicembre scorso – l’ultima giornata prima della sosta natalizia – ed è terminata col rotondo 5-0 per i bergamaschi grazie alle reti messe a segno da Gomez, Pasalic, Muriel e alla doppietta di Ilicic, che hanno messo la panchina di Pioli a serio rischio.

Milan-Atalanta: i consigli per il fantacalcio

Gli attaccanti del Milan sono in grandissima forma, con la squadra che viaggia al ritmo di tre gol a partita. Ibrahimovic è spesso determinante nello sviluppo del gioco rossonero ed è ritornato al gol – dopo tre partite a secco – con la doppietta contro il Sassuolo. Le prestazioni di Rebic sono sempre buonissime e, anche se in qualche sporadica partita non trova la rete, porta sempre a casa un buonissimo voto in ottica fantacalcio. Calhanoglu oltre a fornire una grande quantità di passaggi vincenti – quattro nelle ultime tre partite – ha iniziato a trovare la via del gol con regolarità. Buon momento anche per Saelemaekers, che ha fatto il suo primo gol in Serie A contro il Bologna ed è impiegato da Pioli con una certa frequenza dopo l’infortunio di Castillejo, e a farne le spese è stato Bonaventura.

Anche Kessiè ha ritrovato la forma dei giorni migliori e il cambio di marcia si nota soprattutto dai suoi voti: quattro 7 e un 7,5 nelle ultime cinque partite con tre gol messi a segno. Attenzione a fare affidamento sul reparto difensivo del Milan, completamente stravolto a causa dei numerosi indisponibili. Gabbia, Laxalt e Calabria potrebbero andare in seria difficoltà contro l’attacco atalantino da 95 gol in stagione. A farne le spese potrebbe essere anche Donnarumma, che senza un’adeguata copertura potrebbe raccogliere più di un pallone in fondo alla sua porta.

L’Atalanta ha come obiettivo finale quello di superare quota 100 gol in campionato, e a tre giornate dalla fine ne mancano cinque per raggiungere questo obiettivo. Muriel è arrivato a 18 gol in campionato, ben 11 segnate entrando a partita in corso. Meglio di lui nella storia dei top campionati europei ha fatto solo Paco Alcacer con la maglia del Borussia Dortmund che nella stagione 2018/19 ne ha messi a segno 12. Il compagno di reparto Zapata cercherà di sorpassare il compagno di reparto per ottenere la palma di miglior realizzatore della squadra. Gomez dopo la grigia prestazione contro il Bologna vorrà rifarsi per contrastare Luis Alberto nella classifica degli assist, al momento la situazione vede il laziale avanti 15 a 14.

Occhio anche a Malinovskyi che entrando dalla panchina ha spesso fatto male agli avversari. Potrebbe essere una partita con molti gol considerando la prolificità dei due attacchi, quindi anche in questo caso attenzione a puntare sul portiere bergamasco Gollini. Attenzione anche a de Roon che è a quota 12 ammonizioni stagionali e potrebbe incrementare questo triste primato e avvicinare il capolista Bennacer – squalificato – a quota 14.


Commenta

Rispondi

Annuncio pubblicitario
calciodangolo.com Collabora con noi
Annuncio pubblicitario

Classifica

Di più in Serie A