Seguici su

Serie A

Roma-Verona: orario, probabili formazioni e dove vederla in tv

esultanza-Zaniolo-Dzeko-Roma
© imagephotoagency.it

Tutto quello che c’è da sapere su Roma-Verona, match valido per la 33^ giornata di Serie A: come arrivano le squadre, precedenti e statistiche

Ci sono 10 punti in classifica a separare Roma e Verona, squadre che si sfideranno nella 33^ giornata di Serie A, decise a perseguire i propri obiettivi in questo finale di stagione. Per la Roma è ormai svanito il sogno 4^ posto, ma la lotta per conquistare almeno l’accesso diretto all’Europa League è ancora accesissima. Il Verona, invece, è scivolato in una zona dove le speranze europee sono ridotte al minimo, ma c’è comunque da lottare per concludere al meglio un’ottima stagione. Tutto quello che c’è da sapere su Roma-Verona.

Come arriva la Roma

Il nuovo modulo funziona: dopo la prestazione discreta contro il Napoli, prima apparizione del nuovo 3-4-2-1, la Roma ha mostrato una crescita evidente, coronata dal ritorno al successo contro Parma e Brescia. Una boccata d’ossigeno per Fonseca, che riagguanta il 5^ posto a 54 punti staccando su Napoli e Milan, che hanno pareggiato tra loro nell’ultimo turno. Ora bisogna consolidare la posizione con il terzo successo di fila.

Gli esterni d’attacco erano stati poco efficienti nel precedente 4-2-3-1, e la squadra doveva far affidamento in particolar modo sul bomber Dzeko per trovare la rete. Il nuovo modulo, invece, sembra proporre un maggior dinamismo di gruppo, rendendo più pericolosi i due trequartisti alle spalle del numero 9, come testimonia l’ottimo rendimento di Mkhitaryan. Con il rientro di Zaniolo, ormai vicino alla sua miglior condizione fisica, le premesse per una ripresa ci sono tutte.

Come arriva il Verona

Rallenta molto il rendimento degli scaligeri, che perdono per strada punti preziosi per il proseguimento del sogno Europa League. Tre pareggi – di cui l’ultimo con la Fiorentina giunto a tempo scaduto con il gol di Cutrone – due sconfitte ed una sola vittoria nelle ultime sei gare, costringono Juric ed i suoi a tornare con i piedi per terra, pur consapevoli di aver disputato una stagione di gran lunga al di sopra delle iniziali aspettative.

I 44 punti conquistati garantiscono infatti ai veneti la 9^ posizione in classifica, risultato notevole per una neopromossa nella massima divisione. La squadra continua a trovare il gol con discreta frequenza – 40 le reti iscritte – e sempre con protagonisti diversi, ma la difesa ferrea vista nel corso della stagione sembra aver perso la precedente compattezza: nelle ultime sei apparizioni si registra una media di due gol subiti a gara.

Orario Roma-Verona e dove vedere la partita in tv e streaming

Il match tra Roma e Verona si disputerà mercoledì 15 luglio 2020 alle ore 21:45 allo stadio Olimpico. La gara sarà trasmessa in esclusiva su Sky Sport (canale 254) e sarà visibile in streaming per gli abbonati tramite le piattaforme SkyGo e NowTV.

Calendario Serie A: date e dove vedere le partite della 33^ giornata

Probabili formazioni Roma-Verona

I giallorossi verso la conferma della difesa a 3. Ancora out Smalling, ma rientra dalla squalifica Cristante, che darà man forte al settore difensivo schierandosi tra Ibanez e Mancini. Ballottaggio sulle corsie di centrocampo: si potrebbe vedere Zappacosta a destra a discapito di Bruno Peres, mentre sul versante opposto è favorito Spinazzola su Kolarov. Da interni agiranno invece Diawara e Veretout, mentre il compito di innescare Dzeko dalla trequarti sarà affidato alla coppia Pellegrini-Mkhitaryan.

A specchio il Verona, dove restano da monitorare le condizioni di Zaccagni, sofferente a causa di un’infiammazione al ginocchio. Pronto Pessina a partire da titolare sulla trequarti accanto a Lazovic, in vantaggio a sua volta su Verre. La punta dovrebbe essere ancora Di Carmine. Chiavi del centrocampo a Veloso e Amrabat, sugli esterni invece Faraoni e Dimarco. Solito schieramento difensivo con Rrahmani, Gunter e Kumbulla.

Roma (3-4-2-1): Lopez; Ibanez, Cristante, Mancini; Zappacosta, Diawara, Veretout, Spinazzola; Pellegrini, Mkhitaryan; Dzeko. All. Fonseca

Verona (3-4-2-1): Silvestri; Rrahmani, Gunter, Kumbulla; Faraoni, Veloso, Amrabat, Dimarco; Pessina, Lazovic; Di Carmine. All. Juric

Consulta tutte le probabili formazioni della prossima giornata di Serie A

Precedenti Roma-Verona

Bilancio storico tutto in favore dei giallorossi: ben 35 i successi capitolini contro gli 11 dei veneti. In 21 occasioni, invece, il match è terminato in parità. Quadro che rispecchia anche la storia più recente di questa sfida: all’andata la Roma si è imposta per 3-1, e negli ultimi 16 incontri, disputati nel corso degli scorsi 14 anni, il Verona non è mai riuscito ad ottenere i 3 punti. L’ultima vittoria scaligera risale infatti alla stagione 1996/97, quando si imposero per 2-1 nel match d’andata, salvo poi perdere per 4-3 nel ritorno ed iniziare il declino definitivo verso la retrocessione nel campionato cadetto.

I consigli per il fantacalcio

Tra i giallorossi l’uomo del momento in zona bonus è senza dubbio Mkhitaryan, ma anche Veretout testimonia di partita in partita un ottimo stato di forma che fa di lui una pedina importante in ottica fantacalcio. A Dzeko in un simile match va data fiducia, i due pali presi contro il Brescia non gli sono andati giù. Anche Pellegrini vuole tornare a collaborare in maniera importante al risultato della squadra: +1 in arrivo. Sembra invece in affanno Diawara, ancora non al meglio. Al contrario, ha recuperato bene Zaniolo: il talento italiano si è già sbloccato con una rete, ora la strada per tornare al meglio è in discesa: via libera. Attenzione ai 3 in difesa: l’errore è sempre dietro l’angolo, e senza Smalling accanto rischia di risentirne anche Mancini. Sì a Lopez.

Scaligeri che segnano di più nelle ultime apparizioni. Lazovic e Pessina sono in grande condizione, ma occhio a non sottovalutare l’ingresso di Verre a partita in corso: non è da escludere a priori. Più complicato il match di Di Carmine che avrà un pressing più duro, mentre le sorprese potrebbero arrivare dagli esterni: luci verdi in particolare per Faraoni. Amrabat dà garanzia di voto, ma non più di questo. Sì a Kumbulla nelle retrovie. Anche Rrahmani è una buona soluzione. Mentre per Silvestri può essere l’occasione di brillare per numero di parate, ma il malus è molto probabile.

Dubbi su chi schierare al fantacalcio per la 33^ giornata? Tutti i nostri consigli partita per partita


Commenta

Rispondi

Annuncio pubblicitario
Pubblicità Fantacalcio Fantardore 2020-21
Annuncio pubblicitario

Classifica

Di più in Serie A