Seguici su

Serie A

Spal-Torino: orario, probabili formazioni e dove vederla in tv

Esultanza Bremer Zaza Torino
© imagephotoagency.it

Tutto quello che c’è da sapere su Spal-Torino, match valevole per la 36^ giornata di Serie A: come arrivano le squadre, precedenti e statistiche

Una squadra è retrocessa, l’altra deve ottenere la salvezza: il match tra Spal e Torino della 36^ giornata di Serie A è importante per i granata che vogliono ottenere il prima possibile la certezza di giocare in Serie A la prossima stagione. I ferraresi invece sono già nella serie cadetta e l’intenzione sarebbe quella di onorare le ultime partite di campionato anche se non ci sta riuscendo al meglio.

L’esito del match sembra scontato con la squadra di Longo che vorrà chiudere subito la partita e quindi partirà all’attacco mentre Di Biagio dovrà cercare di mantenere i propri giocatori solidi e uniti per non prendere un’altra goleada. Tutto quello che c’è da sapere su Spal-Torino.

Come arriva la Spal

Nel girone di ritorno ha vinto solo due partite contro Parma e Atalanta, pareggiato con il Milan e poi perso le restanti tredici. Questi risultati hanno portato a un crollo della squadra che non è riuscita a tirarsi su dalle sabbie mobili della retrocessione con l’ultimo posto in classifica. La Spal viene da sei sconfitte consecutive con 20 gol subiti e solo due segnati, a dimostrazione che il team non ha avuto la forza mentale per cercare di fare qualcosa per salvarsi.

Di Biagio rischia molto e gli servono risultati per mantenere la panchina a iniziare dalla gara contro il Torino. Gli avversari sono agguerriti perché hanno l’obiettivo della salvezza mentre i giocatori marchigiani dovranno tirare fuori qualcosa per provare a fare qualche punto da qui al termine della stagione se vogliono che qualche squadra li noti.

Come arriva il Torino

La vittoria contro il Genoa sembrava aver dato tranquillità al Torino ma la certezza della salvezza non è ancora arrivata perché la distanza con il Lecce è di sei punti. La forma della squadra di Longo è altalenante con due vittorie, un pareggio e due sconfitte nelle cinque gare precedenti però è da otto partite consecutive che subisce gol. Questo è un aspetto che va migliorato notevolmente se Longo vuole mantenere i propri giocatori in Serie A e la partita contro la Spal sembra quella giusta per iniziare.

Per evitare la retrocessione, basterebbe una vittoria contro la Spal e il Lecce non deve battere il Bologna. Il Torino deve partire a forte per mettere subito il risultato in sicurezza attaccando gli avversari, segnando subito due reti e gestendo successivamente la partita. Dovrebbe essere semplice superare gli estensi in questo momento ma ogni match ha vita propria.

Spal-Torino: orario e dove vederla in tv o streaming

La gara tra Spal e Torino si giocherà domenica 26 luglio alle ore 19:30 con lo stadio Mazza che sarà chiuso ai tifosi a causa dei protocolli contro il coronavirus. Il match sarà trasmesso in diretta esclusiva su Sky sul canale Sky Sport (numero 254) e in streaming sulle piattaforme Sky Go e Now Tv.

Calendario Serie A: date e dove vedere le partite della 36^ giornata

Probabili formazioni Spal-Torino

Di Biagio non avrà Bonifaziche si è fatto espellere dalla panchina contro la Roma – e Sala, che è uscito al sesto minuto. I centrali saranno Vicari e Tomovic mentre sulla sinistra ci sarà Reca. Il modulo potrebbe essere difensivo con cinque centrocampisti in linea: D’Alessandro e Strefezza sulle fasce, Valdifiori regista e Valoti, Missirioli e Dabo che si giocano il posto da mezzala. Davanti ballottaggio Petagna-Cerri.

Longo dovrà fare a meno di Izzo fermo ai box per infortunio – per cui i centrali saranno Lyanco, Nkoulou e Bremer mentre a destra ci sarà Ansaldi considerando gli acciacchi di De Silvestri dopo l’ultimo match. Lukic è in ballottaggio con Rincon mentre davanti confermato il trio Verdi-Zaza-Belotti.

Spal (4-5-1): Letica; Cionek, Vicari, Felipe, Reca; D’Alessandro, Missiroli, Valdifiori, Dabo, Strefezza; Petagna. All. Di Biagio

Torino (3-4-1-2): Sirigu; Lyanco, Nkoulou, Bremer; Aina, Rincon, Meite, Ansaldi; Verdi; Zaza, Belotti. All. Longo

Consulta tutte le probabili formazioni della 36^ giornata di Serie A

Precedenti Spal-Torino

Le due formazioni si sono incontrate 39 volte – di cui due in Coppa Italia – con 21 vittorie dei granata contro 7 della Spal. Il Torino non vince a Ferrara dal lontano 1964, poi cinque pareggi e una sconfitta. I gol complessivi nelle sfide sono 46 dei piemontesi – con sei nelle ultime cinque – e 30 dei marchigiani con solo quattro nelle cinque sfide precedenti.

Non essendo stati molte le reti negli ultimi scontri, anche i due bomber dei due team hanno segnato poco: solo uno per Belotti nel 2018 e due di Petagna che ha risolto il match di andata vinto 2-1 dalla Spal.

Spal-Torino: i consigli per il fantacalcio

È complicato consigliare qualcuno della Spal per il fantacalcio in questo periodo però Strefezza e Petagna sono gli unici che stanno tentando di fare qualcosa. L’esterno di centrocampo è stata un’ottima sorpresa di questa squadra con delle buone prestazioni segnando l’unico gol in stagione proprio contro i granata all’andata. Per il resto non sono da mettere in campo Letica per paura di una nuova goleada e la coppia centrale Vicari-Felipe che stanno dimostrando ben poco nell’ultimo periodo.

Belotti è sicuramente da inserire con i suoi 16 gol stagionali, e in questa partita potrebbe scatenarsi se la Spal entrerà in campo senza la giusta concentrazione. Bene anche Ansaldi e Verdi che stanno dando qualità alla fase offensiva del Torino con il trequartista prelevato dal Napoli che è in ottima forma e Longo riesce difficilmente a farne a meno. Sconsigliati Lyanco e Nkoulou che sono i maggiori colpevoli di questo periodo negativo a livello difensivo del Torino con prestazioni al di sotto della sufficienza.


Commenta

Rispondi

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Classifica

Di più in Serie A