Seguici su

Serie A

Torino-Brescia: orario, probabili formazioni e dove vederla in tv

Esultanza Gallo Belotti Torino

Tutto quello che c’è da sapere su Torino-Brescia, match valevole per la 31^ giornata di Serie A: come arrivando le squadre, precedenti e statistiche

Sfida di bassa classifica in programma mercoledì 8 luglio – nel turno infrasettimanale valido per la 31^ giornata di Serie A – tra il Torino e il Brescia con i quintultimi che ospitano i penultimi all’Olimpico Grande Torino. Partita davvero importante per le possibilità di permanenza in Serie A del Brescia mentre il Torino di Moreno Longo avrà la possibilità di allontanarsi dalla zona calda della classifica dopo i risultati negativi delle ultime uscite. Una gara senza esclusione di colpi con due difese in difficoltà e tre punti in palio che valgono oro: il pari scontenterebbe entrambe le squadre. Tutto quello che c’è da sapere su Torino-Brescia.

Come arriva il Torino

Sembrava un Torino diverso quello ritrovato dopo lo stop, che aveva l’obiettivo di cancellare le sei sconfitte consecutive, comprese il 7-0 subito contro l’Atalanta e il 4-0 di Lecce che sono costate la panchina a Walter Mazzarri. Con l’arrivo di Longo è migliorato il gioco ma non di certo la classifica a causa della sconfitta casalinga contro la Sampdoria e le due trasferte di Milano – sponda rossonera – e Napoli.

Dal ritorno in campo, invece, il Torino aveva trovato un ottimo punto contro il Parma e la vittoria contro l’Udinese che avevano restituito speranza a tutto l’ambiente ma i quattro gol subiti contro il Cagliari prima e poi contro la Juve – con in mezzo la rimonta della Lazio per 1-2 – hanno spedito nuovamente i granata nelle zone più basse della classifica. Reduce dalla sconfitta nel derby per 4-1, il Torino occupa ora la 16^ posizione in classifica con 31 punti (a +6 dalla retrocessione).

Come arriva il Brescia

Tre risultati utili nelle quattro gare disputate dal ritorno in campo per il Brescia di Diego Lopez che con la vittoria interna contro il Verona per 2-0 ha riacceso una – seppur labile – fiammella di speranza in chiave salvezza. La vittoria mancava al Brescia dal 14 dicembre scorso nel 3-0 contro il Lecce, quando ancora sedeva in panchina Eugenio Corini. Dopo i preziosi pareggi 1-1 a Firenze e 2-2 contro il Genoa era arrivata la disfatta di San Siro nel 6-0 causato dall’Inter di Conte. Ma il Brescia ha trovato poi la forza di battere domenica il Verona rivelazione di questa stagione di Serie A con il primo gol in carriera di Papetti e il settimo in stagione di Donnarumma. La speranza è l’ultima a morire e oggi il Brescia è risalito dall’ultimo al penultimo posto in classifica con 21 punti, a -6 dal Genoa virtualmente salvo.

Torino-Brescia: orario e dove vederla in tv o streaming

L’incontro tra Torino e Brescia è in programma per mercoledì 8 luglio alle ore 21:45 all’Olimpico Grande Torino del capoluogo piemontese, rigorosamente a porte chiuse. La partita sarà trasmessa in diretta da Sky sul canale Sky Sport (253 del satellite) o visibile in streaming tramite SkyGo e Now Tv per gli abbonati.

Calendario Serie A: date e dove vedere le partite della 31^ giornata

Probabili formazioni Torino-Brescia

Fuori per squalifica Izzo, mancherà anche Baselli operato al legamento crociato e che non rientrerà prima di dicembre. Ritornano dal 1’ sia Nkoulou che Rincon, entrambi in panchina contro la Juventus: il primo sostituirà Izzo dopo l’orribile prova di Djidji negli ultimi minuti del derby; il venezuelano dovrebbe invece prendere il posto di Lukic. Per il resto tutto confermato nel 3-4-2-1 di Longo con De Silvestri e Aina sugli esterni e Verdi e Berenguer dietro a Belotti.

Mancheranno ancora Bisoli e Cistana al Brescia: si aggiungono agli indisponibili il portiere Alfonso e Ndoj. Squadra che vince non si cambia e allora Diego Lopez proverà ad affidarsi agli stessi undici della vittoria contro il Verona: confermatissimo il classe 2002 Papetti nella difesa a quattro con Sabelli, Mateju e Martella; esperienza in mezzo al campo con Dessena e Bjarnason. Davanti con bomber Donnarumma ci sarà ancora Torregrossa. Rientra Chancellor, potrebbe anche essere schierato titolare.

Torino (3-4-2-1): Sirigu; Lyanco, Nkoulou, Bremer; De Silvestri, Meité, Rincon, Aina; Verdi, Berenguer; Belotti. All. Longo

Brescia (4-3-1-2): Joronen; Sabelli, Papetti, Mateju, Martella; Dessena, Tonali, Bjarnason; Spalek; Torregrossa, Donnarumma. All. Lopez

Consulta tutte le probabili formazioni della 31^ giornata di Serie A

Precedenti Torino-Brescia

Sono 35 i precedenti tra Torino e Brescia in Serie A: ben 21 le vittorie per il Torino mentre il Brescia ha vinto in sole otto occasioni; sei i pareggi. A favore del Torino anche il risultato dell’andata: 0-4 al Rigamonti con le doppiette di Belotti e di Berenguer. Né Longo né Lopez erano presenti nel match del 9 settembre: gli allenatori erano allora, infatti, Corini e Mazzarri.

Curiosità nei precedenti in casa del Torino: gli ultimi cinque incontri disputati in Piemonte, infatti, sono terminati tutti in pareggio nei 90’. Nonostante il record favorevole, il Torino non vince in casa contro il Brescia addirittura dal 30 maggio 1999: era la 36^ giornata di Serie B e i granata si imposero per 2-1 con le reti di Sommese e Ferrante; per il Brescia andò in rete Dario Hubner. Il Torino fu poi promosso in Serie A.

Torino-Brescia: i consigli per il fantacalcio

Sempre a segno nelle ultime quattro uscite, Andrea Belotti non può rimanere escluso dai consigli per i fantallenatori: 13 reti all’attivo per l’attaccante, compresi i due rigori dell’andata. Con Longo in panchina il Torino ha mancato l’appuntamento con il gol solamente nella sconfitta per 1-0 del 17 febbraio contro il Milan. Se si aggiunge che la retroguardia bresciana è la seconda più battuta del campionato, non sarà una follia scommettere anche sugli altri giocatori offensivi del Torino: Berenguer ha già segnato due reti all’andata e Verdi ha dimostrato un ottimo stato di forma. Tra i difensori occhio soprattutto a Bremer: già due reti e un assist per il brasiliano in questa stagione. Da evitare Rincon, non al 100% della forma e con alta propensione al malus, e De Silvestri, destinato alla staffetta con Edera o Ansaldi e ancora a secco di assist quest’anno.

Consigliati in casa Brescia gli unici, pochi, portatori di bonus in stagione: Donnarumma e Tonali, rispettivamente con sette gol il primo e sei gol e un assist il secondo. Buone prestazioni anche per Torregrossa che, con 4 gol e 2 assist, si candida a sorpresa di giornata. Poco altro tra i bresciani: da evitare Joronen e la sua difesa. Dessena e Bjarnason si candidano più al malus che al bonus.


Commenta

Rispondi

Annuncio pubblicitario
calciodangolo.com Collabora con noi
Annuncio pubblicitario

Classifica

Di più in Serie A