Seguici su

La Classifica

Calciomercato estivo 2020, i dieci acquisti più costosi

Havertz Bayer Leverkusen (2)
bayer04.de

Il calciomercato entra nel vivo, come ormai di consueto sono tanti i milioni investiti. La top ten dei giocatori più pagati nell’estate 2020

La pandemia del coronavirus ha sicuramente influito sui bilanci – come in ogni società del mondo – e le squadre di calcio cercheranno comunque di effettuare acquisti più oculati o almeno ci proveranno. Il calciomercato però ha assunto una curva tendente verso l’alto per quanto riguarda i prezzi e quindi sarà difficile strappare i giocatori migliori a prezzo di saldo.

Alcuni dei giocatori presenti nella top ten degli acquisti più costosi sono coinvolti in scambi oppure si tratta di prezzi già stabiliti la stagione passata – riscatto dei prestiti – quando il mercato era più florido. Di seguito i dieci trasferimenti più costosi della sessione estiva del calciomercato 2020.

10. Thomas Partey (Arsenal): 50 milioni di euro

Apre questa speciale classifica il centrocampista ghanese dell’Atletico Madrid che dopo una stagione da protagonista passa sbarca in Premier League nell’ultimo giorno di mercato in seguito al pagamento della clausola di rescissione fissata a 50 milioni di euro. Dall’Arsenal – in un’operazione comunque slegata – arriva l’ex Sampdoria Torreira.

9. Mauro Icardi (Psg): 50 milioni di euro

Le frizioni con la dirigenza e con la tifoseria interista hanno portato la scorsa estate alla cessione al Psg. L’accordo iniziale prevedeva il prestito oneroso di 5 milioni di euro con un riscatto fissato a 65, con un costo totale di 70 milioni. Ma le prestazioni dell’argentino non all’altezza delle previsioni e la crisi dovuta alla pandemia hanno di fatto abbassato il prezzo, con le due società che hanno trovato l’accordo a 50 milioni più 7 di bonus. Inoltre è previsto anche un ulteriore conguaglio di 15 milioni qualora il giocatore venisse ceduto dai francesi a squadre italiane. In questa stagione Icardi ha segnato 20 reti in 34 partite, ma è rimasto fuori nelle gare decisive della fase finale della Champions League. Una discreta plusvalenza per l’Inter che aveva acquistato il calciatore per 13 milioni dalla Sampdoria nel 2013.

8. Ben Chilwell (Chelsea): 50,2 milioni di euro

Il Chelsea ha acquistato il terzino sinistro dal Leicester per 50,2 milioni di euro. Il magnate russo Abramovic è ritornato a spendere diventando una delle squadre protagonista del calciomercato estivo 2020, regalando al tecnico Lampard una serie di calciatori giovani coi quali poter tornare ai vertici del calcio europeo. Decisiva soprattutto l’ultima stagione disputata con la maglia delle Foxes nella quale è riuscito a segnare tre reti in 33 partite giocate. Da giovanissimo con il Leicester ha vinto la storica Premier League del 2015/16 – con Claudio Ranieri in panchina – giocando però solo nelle partite di coppa.

7. Timo Werner (Chelsea): 53 milioni di euro

Per proseguire la sua crescita ha rinunciato a giocare la Final Eight di Champions League con la maglia del Lipsia, poi arrivato in semifinale ed eliminato dal Psg. In questo modo ha preso parte a tutta la preparazione estiva del Chelsea, che l’ha prelevato dai tedeschi pagando 53 milioni di euro. Nonostante la sua giovane età – appena 24 anni – è già riuscito a superare quota 100 gol in carriera, grazie alle sette stagioni giocate tra Stoccarda e Lipsia. Nell’ultimo anno ha segnato 34 reti totali in 45 partite giocate, ma in Bundesliga nonostante i 28 gol messi a segno si è dovuto inchinare alla supremazia di Lewandowski (34).

6. Alvaro Morata (Atletico Madrid): 56 milioni di euro

I 56 milioni di euro pagati dall’Atletico Madrid al Chelsea sono frutto di un accordo preso all’inizio della stagione 2019/20. Morata indossa infatti la maglia dei Colchoneros dal gennaio del 2019: i primi sei mesi in prestito oneroso a 7 milioni, poi i successivi dodici sempre in prestito ma con diritto di riscatto fissato proprio a 56 milioni che gli spagnoli hanno pagato a luglio di quest’anno. Le ultime stagioni non sono state esaltanti per l’attaccante spagnolo che ha giocato 61 partite segnando 22 reti e venendo spesso scavalcato nelle gerarchie da Diego Costa, nonostante l’investimento monstre di 66 milioni dei Blues nel 2017 per strapparlo al Real Madrid.

5. Miralem Pjanic (Barcellona): 60 milioni di euro

Il costo del cartellino di Pjanic è stato stimato in 60 milioni di euro. La Juventus e il Barcellona hanno intavolato una trattativa durata molto tempo e che prevedeva il passaggio in blaugrana del centrocampista bosniaco. Alla fine l’accordo è stato trovato grazie all’inserimento di Arthur come contropartita tecnica. Pjanic dopo nove stagioni dice addio alla Serie A con 363 presenze e 52 gol segnati, quattro scudetti, due Coppe Italia e una Supercoppa Italiana. Ma, soprattutto, lascia in dote una grande plusvalenza dopo essere approdato in bianconero nel 2016 dalla Roma per 32 milioni di euro.

Ruben Dias (Manchester City): 68 milioni di euro

Medaglia di legno per Ruben Dias, che dopo un lungo inseguimento passa dal Benfica all’Inghilterra per la cifra record di 68 milioni di euro entrando nella top ten dei difensori più pagati della storia del calcio. Ancora un grosso investimento del Manchester City in difesa, che ha spesso più di 400 milioni solo in quella zona di campo negli ultimi cinque anni.

3. Victor Osimhen (Napoli): 70 milioni di euro

I 70 milioni di euro – più 10 di bonus – pagati dal Napoli ai francesi del Lille fanno di Victor Osimhen il calciatore più pagato della storia del club partenopeo. Quasi il doppio rispetto a quanto pagato nel 2013 per Higuain – 39 milioni – e nel 2019 per Lozano (38). L’attaccante nigeriano è stato al centro di un duello di mercato che ha visto il Napoli avere la meglio soprattutto per le caratteristiche di gioco dei partenopei e per le probabilità più elevate di avere un posto da titolare. Nell’ultima stagione al Lille – arrivato per 22,40 milioni dal Charleroi – ha segnato 18 reti in 38 partite giocate.

2. Arthur (Juventus): 72 milioni di euro

Secondo gradino del podio per il centrocampista brasiliano Arthur, passato dal Barcellona alla Juventus per 72 milioni di euro (il più costoso della Serie A). Rientrato nello scambio con Pjanic, alla fine la società bianconera ha dovuto sborsare solo 12 milioni effettivi, vista la valutazione di 60 data al bosniaco che ha fatto il percorso inverso. Dopo appena due stagioni in blaugrana con 72 presenze e quattro gol ha lasciato la Catalogna per sposare il progetto bianconero del neo tecnico Pirlo. Il 24enne arriva a Torino per cercare di dare verve e anima ad un centrocampo che ha faticato molto nell’ultima stagione, sicuramente per le caratteristiche dei suoi interpreti tutti molto abili a mantenere la palla ma poco a verticalizzare.

1. Kai Havertz (Chelsea): 80 milioni di euro

La palma di acquisto più costo del calciomercato estivo 2020 se lo aggiudica Kai Havertz con i ben 80 milioni versati dal Chelsea al Bayer Leverkusen per portarlo a Londra. Stagione incredibile per il trequartista che ha realizzato 18 gol in 45 presenze stagionali, a questi si aggiungono anche 9 assist. Numeri che comunque non hanno permesso alla squadra di Bosz di qualificarsi in Champions League, essendo arrivata quinta a due punti dal Gladbach quarto. Plusvalenza monstre per i tedeschi, che hanno allevato il classe ’99 sin dalle giovanili. Il tedesco è la ciliegina sulla torta del mercato sfavillante dei Blues di Abramovich.


Commenta

Rispondi

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Classifica

Di più in La Classifica