Seguici su

Fantaschede

Torino, alla scoperta di Vojvoda: statistiche e consigli per il fantacalcio

Vojvoda Torino
torinofc.it

La fantascheda di Mergim Vojvoda, nuovo acquisto del Torino. Tutto per il fantacalcio: ruolo, caratteristiche e inclinazione a bonus, malus e infortuni

Il nuovo corso Giampaolo-Vagnati ha già portato a tre colpi nel mercato del Torino, l’ultimo dei quali – dopo Rodriguez e Linetty – è stato l’arrivo a titolo definitivo del difensore Mergim Vojvoda. I granata hanno trovato l’accordo con lo Standard Liegi, precedente proprietario del suo cartellino, per una cifra intorno ai 5,5 milioni di euro e il ragazzo ha firmato un contratto quadriennale con il club.

La redazione di Calcio d’Angolo ha analizzato il profilo del giocatore: caratteristiche, ruolo, inclinazione a bonus, malus, infortuni e consigli per il fantacalcio. Tutto quello che c’è da sapere prima di decidere se comprarlo o meno all’asta.

Consulta tutte le fantaschede dei nuovi acquisti della Serie A

Chi è Mergim Vojvoda

Mergim Vojvoda nasce il 1 febbraio 1995 a Hof, in Germania, dove i suoi genitori si erano temporaneamente rifugiati dopo esser fuggiti dalla guerra in Kosovo. Il governo tedesco però li costringe a lasciare la Baviera, così i Vojvoda tornano a “casa”, dove “per sfuggire alle bombe abbiamo vissuto nei boschi per alcuni mesi. Ci nascondevamo tra i sacchi di grano e ci spostavamo da una parte all’altra con i trattori. Abbiamo lottato contro la fame e la sete, dormivamo sotto le stelle“.

La famiglia si sposta poi in Repubblica Ceca, dove però il padre, il fratello e la sorella di Mergim vengono messi in prigione per sei mesi. Alla fine, trovano definitivamente rifugio in Belgio, dove vivono alcune zie. È qui, già teenager – in forte ritardo rispetto alla gran parte dei suoi colleghi – che Vojvoda si mette per la prima volta davvero alla prova nel mondo del calcio.

All’inizio gioca con qualche piccolo club di Liegi, poi con il più importante della città: lo Standard Liegi. Comunitario per via del doppio passaporto kosovaro e belga, il classe ’95 viene mandato in prestito non appena ha l’età giusta per giocare con i “grandi”. Nel 2014/15 va al Sint-Truiden nella seconda categoria belga, ma gioca poco, così la stagione successiva finisce addirittura al Carl Zeiss Jena, club di quarta serie tedesca (con il quale comunque vince il suo unico trofeo in carriera: la Coppa Regionale di Turingia).

Dovevo contare i centesimi nel portafoglio a fine mese” dice Vojvoda riguardo quel periodo, che coincide però anche con una serie di convocazioni con la Nazionale albanese U21. Di ritorno dal prestito, però, lo Standard conferma di non puntare su di lui e lo lascia andare a titolo gratuito al Mouscron, sua avversaria in Jupiter Pro League.

È lì che Vojvoda riesce finalmente a esprimere le proprie qualità, collezionando oltre 100 presenze nel giro di tre anni e meritando di entrare a far parte della Nazionale del Kosovo – riconosciuta poco prima da UEFA e FIFA – della quale è tuttora un titolare e che vive in maniera profonda: “In ogni partita con il Kosovo mi immagino di essere di nuovo in guerra. Divento un soldato che deve difendere il suo paese“.

A quel punto, arriva anche una sincera ammissione di colpa da parte dello Standard, che nell’estate del 2019 lo riporta indietro sborsando oltre un milione di euro. Nella passata stagione è un titolare fisso nell’undici di Michel Preud’homme e fa anche le sue prime tre presenze in Europa League, ben figurando. Così attira le attenzioni di club europei di un certo spessore, di cui dall’Italia Atalanta e Torino. Alla fine, a scamparla sono stati i granata.

Ruolo e caratteristiche di Mergim Vojvoda

Vojvoda è un terzino destro abituato a giocare in una linea a quattro come quella che imposterà Giampaolo in granata, ma ha dimostrato con i fatti la propria duttilità. In carriera ha infatti assunto anche ruoli differenti, come il difensore centrale (per esempio contro l’Arsenal in Europa League), ma anche l’esterno di centrocampo o il terzino sinistro.

Alto 187 cm, il kosovaro è dotato di buona fisicità e notevoli doti atletiche. Molto attento in fase difensiva (tanto da sapersi appunto adattare anche come centrale), con la palla al piede ha mostrato spesso e volentieri la sua abilità nel dribbling, tanto in corsa quanto da fermo, e nel cross.

Indice titolarità di Mergim Vojvoda al Torino

L’arrivo di Vojvoda al Torino riempie lo spazio lasciato vuoto dall’addio di De Silvestri, che a lui lascerebbe dunque il proprio posto da titolare. C’è però da considerare la presenza in rosa di un giocatore esperto come Ansaldi, che potrebbe esser spinto a giocare sulla corsia destra proprio dall’altro neo-acquisto piemontese Ricardo Rodriguez. L’argentino sa giocare su entrambe le corsie e volendo anche a centrocampo, oltretutto è spesso vittima di acciacchi che lo tengono fuori per periodi anche non brevissimi. Dunque il duo di terzini titolari del Toro è forse ancora da stabilire con chiarezza, ma con tutta probabilità Vojvoda riuscirà a trovare un buon minutaggio già alla sua prima stagione in Serie A.

Inclinazione bonus di Mergim Vojvoda al fantacalcio

Nella sua carriera, Vojvoda non ha mai segnato più di un gol per campionato. È successo lo scorso anno a Liegi, così come in due delle tre stagioni a Mouscron (considerando anche i playoff). In altre tre annate – da quando è un senior – è invece addirittura rimasto a secco.

Il contro dei +1, poi, è molto simile. Sono arrivati due assist nella passata stagione e alla seconda a Mouscron, uno nelle altre due in Pro League. Poca cosa. Ma qui c’è sicuramente un margine di miglioramento più ampio.

Inclinazione malus di Mergim Vojvoda al fantacalcio

Per essere un difensore, il numero di cartellini ricevuti per campionato negli ultimi anni è categorizzabile come medio-basso. La tendenza, poi, è in miglioramento: dai 4-5 gialli a stagione vestendo la maglia del Mouscron, Vojvoda si è limitato lo scorso anno a tre ammonizioni allo Standard. E di espulsioni non ne ha mai prese in tutta la sua carriera.

Frequenza infortuni di Mergim Vojvoda

Dal punto di vista fisico, negli ultimi anni Vojvoda ha dimostrato d’essere piuttosto sano. L’unico infortunio di cui si ha memoria risale alla stagione 2015/16, quando restò fuori per circa una settimana quando vestiva la maglia del Carl Zeiss Jena. Da allora, l’infermeria non è più stata il motivo di una sua assenza dall’undici titolare.

Prendere Mergim Vojvoda al fantacalcio?

Per chi deve completare il reparto difensivo con qualche colpo a 1, Vojvoda potrebbe essere una scommessa interessante. Bisognerà capire bene quali saranno le idee di Giampaolo riguardo la posizione di Ansaldi per capire bene quante partite il kosovaro potrà giocare, ma difficilmente sarà una riserva fissa. Non avendo un particolare feeling con il gol, comunque, si può certamente evitare di pagarlo più del minimo sindacale.

Consulta e scarica la guida all’asta del fantacalcio 2020/21: il manuale per una rosa perfetta

La fantascheda di Mergim Vojvoda per il fantacalcio

Caratteristiche: 6

Titolarità: 6,5

Bonus: 5

Malus: 6,5

Infortuni: 7,5

Fantavalore: 6,3

Il fantavalore è la media aritmetica delle valutazioni assegnate dalla redazione di Calcio d’Angolo alle caratteristiche del giocatore, alla titolarità, alla frequenza dei bonus, alla capacità di evitare malus e all’inclinazione agli infortuni.


Commenta

Rispondi

Annuncio pubblicitario
Pubblicità Fantacalcio Fantardore 2020-21
Annuncio pubblicitario

Classifica

Di più in Fantaschede