Seguici su

Serie A

Fiorentina-Sampdoria: orario, probabili formazioni e dove vederla in tv

Esultanza Kouame Fiorentina
© imagephotoagency.it

Tutto quello che c’è da sapere su Fiorentina-Sampdoria, partita della 3^ giornata di Serie A: come arrivano le squadre, precedenti e statistiche

La 3^ giornata del campionato di Serie A inizierà venerdì 2 ottobre con l’anticipo tra Fiorentina e Sampdoria. Dopo questo turno i campionati si fermeranno per un week-end per dare spazio alle gare delle Nazionali della Nations League, dopo di che ci sarà una full immersion di un mese – fino all’altra sosta di metà novembre – con l’inizio delle coppe europee.

I viola sono stati protagonisti di un buon inizio di campionato e nonostante la sconfitta nel finale rimediata contro l’Inter, non sembrano essere stati intaccati nelle loro convinzioni. I blucerchiati invece sono ancora a quota zero punti con due sconfitte nelle prime due giornate. Tutto quello che c’è da sapere sul match tra Fiorentina e Sampdoria.

Come arriva la Fiorentina

La Fiorentina ha ricominciato la stagione 2020/21 allo stesso modo di come aveva terminato quella precedente. La squadra sembra molto convinta dei propri mezzi e della propria forza, e nelle prime due giornate è stata protagonista di due bellissime prestazioni. La vittoria della prima giornata contro il Torino è arrivata dopo una gara splendida condotta quasi in una sola metà campo – anche se il gol vittoria c’è stato solo nei minuti finali – mentre nella partita contro l’Inter ha dimostrato di essere un po’ vulnerabile in difesa incassando le due reti decisive negli ultimi tre minuti.

I viola sono stati protagonisti di un buonissimo mercato estivo, andando a rinforzarsi in quelle zone del campo che si erano dimostrate carenti nella passata stagione. E quest’anno puntano decisi verso un posto che garantirebbe loro la possibilità di disputare le coppe europee nella prossima stagione.

Come arriva la Sampdoria

La Sampdoria ha iniziato la stagione con due sconfitte in altrettanti partite. Ma mentre la prima contro la Juventus era preventivabile – terminata 3-0 – nella seconda ha subito la rimonta da parte del Benevento dopo essere andata in vantaggio per 2-0. La doppietta di Caldirola ha riportato il punteggio in parità, mentre il gol finale di Letizia ha fissato il risultato sul 3-2 completando la rimonta della squadra di Filippo Inzaghi.

Ancora la squadra potrebbe essere cambiata negli ultimi giorni di mercato, ma l’arrivo di Candreva potrebbe dare quel passo in più che in alcune partite è mancato. L’obiettivo dei blucerchiati è raggiungere una salvezza tranquilla, evitando di lottare fino all’ultima giornata e cercando di togliersi qualche soddisfazione nel corso del campionato.

Orario di Fiorentina-Sampdoria e dove vederla in tv o in streaming

La partita Fiorentina-Sampdoria verrà giocata venerdì 2 ottobre alle ore 20:45 allo stadio Artemio Franchi di Firenze, e alla gara potranno assistere mille tifosi in virtù dell’allargamento delle misure restrittive imposte inizialmente a causa della pandemia per il coronavirus. La gara sarà trasmessa in diretta ed in esclusiva sui canali Sky Sport Serie A (canale 202 e 249 del satellite) e Sky Sport Uno (canale 251 del satellite). Sarà visibile anche in streaming per gli abbonati sulle piattaforme Sky Go e Now TV.

Calendario Serie A: date e dove vedere le partite della 3^ giornata

Probabili formazioni Fiorentina-Sampdoria

L’unico dubbio per Iachini sono le condizioni fisiche del capitano Pezzella che non ha ancora recuperato dai problemi fisici che l’hanno tenuto fuori per le prime due giornate di campionato. In porta ci sarà Dragowski, mentre in difesa dovrebbero esserci Milenkovic, Ceccherini – che dovrebbe prendere il posto di Pezzella – e Caceres. Sugli esterni di centrocampo dovrebbero essere confermati Chiesa a destra e Biraghi a sinistra, mentre centralmente Amrabat agirà da regista basso con Castrovilli e Bonaventura da interni, anche se Duncan potrebbe prendere il posto dell’ex milanista. In attacco a fare reparto con l’insostituibile Ribery dovrebbe essere ancora una volta Kouame, anche se Vlahovic e Cutrone sono sempre in agguato e si giocano il posto da titolare con l’ivoriano.

Tutti a disposizione per Ranieri nella sfida contro la sua ex squadra viola. Audero difenderà i pali dei blucerchiati, mentre in difesa dovrebbero esserci Bereszynski a destra con Augello a sinistra e centralmente la coppia formata da Yoshida e Tonelli, con Colley che spinge per giocare dall’inizio e molto probabilmente si giocherà il posto col giapponese. In mezzo al campo dovrebbero esserci Verre ed Ekdal – anche se Thorsby insidia l’ex romanista –  con il ballottaggio a destra tra Candreva e Ramirez, mentre a sinistra dovrebbe giocare Jankto con Leris che potrebbe prenderne il posto. In avanti dovrebbe esserci la conferma per la coppia formata da Bonazzoli e Quagliarella, anche se Gabbiadini – appena rientrato dall’infortunio – potrebbe prendere il posto di uno dei due.

Fiorentina (3-5-2): Dragowski; Milenkovic, Ceccherini, Caceres; Chiesa, Bonaventura, Amrabat, Castrovilli, Biraghi; Ribery, Kouame. All. Iachini

Sampdoria (4-4-2): Audero; Bereszynski, Yoshida, Tonelli, Augello; Candreva, Verre, Ekdal, Jankto; Bonazzoli, Quagliarella. All. Ranieri

Precedenti Fiorentina-Sampdoria

Le due squadre si sono affrontate 122 volte nella loro storia in Serie A, con un bilancio di 43 vittorie per la Fiorentina, 45 pareggi e 34 successi per la Sampdoria. È dal 30 marzo 2014 che la partita non termina sullo 0-0, regalando tanti gol ed emozioni negli ultimi anni. Infatti sono ben 45 le reti segnate dalle due squadre negli ultimi 15 match con una media di 3,00 gol a partita.

Nella stagione passata entrambi gli scontri sono stati vinti dalla Fiorentina. Nell’andata del Franchi i viola si sono imposti per 2-1 grazie ai gol di Pezzella e Chiesa e alla rete di Bonazzoli per i blucerchiati. Mentre al ritorno al Ferraris la vittoria è stata più larga e la gara è terminata sul 5-1 con le doppiette di Vlahovic e Chiesa e l’autogol di Thorsby, con Gabbiadini che ha limitato il passivo.

Fiorentina-Sampdoria: i consigli per il fantacalcio

L’uomo di maggior talento e qualità nella squadra viola è senza dubbio Ribery che ha già messo a segno due assist entrambi nella partita contro l’Inter, rendendosi protagonista di una partita spettacolare. Chiesa sembra un giocatore completamente diverso da quello dello scorso anno. Il 23enne ha già messo a referto una rete e un assist nelle prime due giornate, dimostrando di essersi saputo calare nel nuovo ruolo assegnatogli da Iachini con coperture difensive degne di un terzino vecchia scuola. Anche Castrovilli ha recepito benissimo il ruolo di interno di centrocampo, dopo che nella seconda parte della passata stagione era stato spesso protagonista di partite al di sotto delle sue possibilità. È il capocannoniere della Fiorentina con due gol, segnando in entrambe le partite disputate finora. Altri due giocatori che hanno fatto la differenza in questo inizio di stagione sono Kouame e Biraghi che con la loro velocità e la qualità hanno messo in seria difficoltà le difese avversarie. Attenzione anche a Dragowski che potrebbe trovare il secondo clean sheets stagionale (dopo i quattro gol incassati contro l’Inter). In questa partita sono sconsigliati Bonaventura e Pezzella che potrebbero accomodarsi in panchina per fare spazio a Duncan e Ceccherini che sembrerebbero in leggero vantaggio.

Nelle fila della Sampdoria sicuramente da tenere d’occhio sono il capitano Quagliarella che di solito contro le sue ex squadre riesce spesso a trovare la via della rete, e Candreva che nella sua prima partita in blucerchiato ha messo a referto il primo assist stagionale. Anche Jankto sulla sinistra potrebbe creare dei problemi alla viola, soprattutto in contropiede potrebbe trovarsi gli spazi lasciati liberi da Chiesa che ha caratteristiche più da attaccante. Attenzione a Bereszynski che potrebbe andare in difficoltà contro la coppia Biraghi-Ribery che preferiscono attaccare quella parte del campo e col francese che riesce a saltare l’uomo con una certa facilità. Anche Yoshida è da evitare sia perchè potrebbe essere sostituito da Tonelli – anche lui sconsigliato – e sia perchè contro la velocità di Kouame e la tecnica di Ribery avrà sicuramente vita molto difficile. Ekdal è difficilmente protagonista di bonus essendo spesso costretto ad arginare le sortite offensive degli avversari e ricorrendo spesso a falli che gli costano sanzioni disciplinari.


Commenta

Rispondi

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Classifica

Di più in Serie A