Seguici su

Serie A

Genoa-Crotone: orario, probabili formazioni e dove vederla in tv

esultanza Genoa
© imagephotoagency.it

Tutto quello che c’è da sapere su Genoa-Crotone, partita della 1^ giornata di Serie A: come arrivano le squadre, precedenti e statistiche

La prima giornata della Serie A 2020/21 riparte con sette partite, grazie al rinvio delle sfide Benevento-Inter, Udinese-Spezia e Lazio-Atalanta che si giocheranno il 30 settembre. Di queste appena quattro saranno giocate domenica 20 settembre con Genoa-Crotone che sarà l’unica gara in programma alle ore 15:00.

I genovesi vengono da un campionato in chiaro-scuro – come spesso è accaduto negli ultimi anni – è sono alla ricerca di una stagione tranquilla in cui puntano ad un posizionamento a metà classifica con la squadra affidata al neo-tecnico Maran. I pitagorici invece sono ritornati in Serie A dopo due anni di assenza e puntano a raggiungere una salvezza – che come sempre appare impossibile – puntando su giovani e su giocatori che hanno tanta voglia di rivalsa. Tutto quello che c’è da sapere sul match tra Genoa e Crotone.

Come arriva il Genoa

Il Genoa nella scorsa stagione si è classificato al diciassettesimo e quartultimo posto, riuscendo a raggiungere la salvezza nell’ultima giornata grazie al successo contro il Verona. La squadra come sempre ha dovuto fare i conti con cambi in panchina e scommesse che sono solite del presidente Preziosi. Ad alternarsi sono stati Andreazzoli – che ha guidato la squadra fino all’8^ giornata – Thiago Motta (fino alla 17^) e Nicola che ha compiuto l’ennesimo miracolo dopo quello col Crotone nel 2016/17.

Il grifone nelle amichevoli precampionato ha battuto Carpi e Carrarese entrambe col risultato di 2-1. Con l’arrivo di Nicola la squadra è riuscita a risollevarsi ed è risalita dall’ultimo posto – occupato in occasione del 17^ turno – fino a raggiungere la salvezza matematicamente nell’ultima giornata, ma che era quasi certa già da qualche partita prima.

Come arriva il Crotone

L’unica partita ufficiale disputata dal Crotone nel suo ritiro prestagionale è stata quella contro la Vibonese terminata con la vittoria per 6-1, tutte le altre sono state disputate contro selezioni locali. Rinviata invece la partita contro il Monopoli a causa di problemi logistici legati alle distanze da mantenere e alle misure di contenimento previste per il Covid.

Nella passata stagione i pitagorici hanno raggiunto il secondo posto nel campionato di Serie B, garantendosi la promozione – insperata ad inizio anno – con due turni di anticipo rispetto alla fine del campionato. Tutto questo grazie ad un finale di torneo incredibile, nella quale ha inanellato una serie di 13 risultati utili consecutivi trovando la sconfitta all’ultima giornata, quando ormai la classifica era già definita.

Orario di Genoa-Crotone e dove vederla in tv o in streaming

La partita Genoa-Crotone verrà giocata domenica 20 settembre alle ore 15:00 allo stadio Luigi Ferraris di Genoa, e sarà disputata senza la presenza dei tifosi sugli spalti per le restrizioni dovute alla pandemia per il coronavirus. Il match sarà trasmesso in diretta su Dazn e sul canale DAZN1 di Sky (canale 209 del satellite), solo per i clienti Sky che hanno aderito all’offerta Sky-DAZN. Sarà visibile anche in streaming per gli abbonati sulle piattaforme che consentono la presenza dell’app Dazn.

Calendario Serie A: date e dove vedere le partite della 1^ giornata

Probabili formazioni Genoa-Crotone

Maran per la prima partita da tecnico del Genoa dovrà rinunciare agli squalificati Cassata e Masiello. In porta andrà Perin, con una difesa a tre davanti a sè che dovrebbe essere costituita da Biraschi, Zapata e Goldaniga. Sulle fasce del centrocampo dovrebbero giocare Ghiglione a destra – insidiato da Ankersen – e Criscito a sinistra. In mezzo al campo dovrebbero esserci Schone ce agirà da regista basso con Sturaro e Lerager da interni, anche se Badelj e Jagiello sono pronti ad insidiare la titolarità di quest’ultimo. Davanti dovrebbe giocare Zajc in appoggio all’unica punta centrale che dovrebbe essere Pandev. Potrebbe anche esserci un cambio di modulo con l’inserimento di Destro che potrebbe giocare sia al posto di uno degli interni di centrocampo – con la scalata di Zajc in mezzo al campo – e sia al posto di Goldaniga col cambio modulo e il passaggio al 4-3-1-2.

Per Stroppa tre indisponibili per infortunio – Cuomo, Benali e Gigliotti – per il ritorno del Crotone in Serie A dopo tre anni. In porta ci sarà il capitano Cordaz, davanti a lui una difesa a tre che dovrebbe essere formata da Magallan, Marrone e Golemic. Dubbio sulle due fasce di centrocampo con il ballottaggio tra Rispoli e Mustacchio a destra, e quello tra Molina e Mazzotta a sinistra (coi primi favoriti). I tre di centrocampo dovrebbero essere Cigarini che sarà il play davanti alla difesa e Crociata e Zanellato che invece agiranno da mezzale, anche se Vulic è pronto a prendere il posto di quest’ultimo. Davanti coppia d’attacco che dovrebbe essere formata da Messias e Simy, con Riviere e Kargbo che potrebbero subentrare a partita in corso.

Genoa (3-5-2): Perin; Biraschi, Goldaniga, Zapata; Ghiglione, Sturaro, Schone, Lerager, Criscito; Zajc, Pandev. All. Maran

Crotone (3-5-2): Cordaz; Magallan, Marrone, Golemic; Rispoli, Crociata, Cigarini, Zanellato, Molina; Messias, Simy. All. Stroppa

Consulta tutte le probabili formazioni della 1^ giornata di Serie A

Precedenti Genoa-Crotone

Le due squadre si sono affrontate appena quattro volte in Serie A col bilancio di tre vittorie per il Genoa, un pareggio e il Crotone a secco di successi. Tutti i precedenti risalgono alle due precedenti stagioni – 2016/17 e 2017/18 – in cui i pitagorici hanno militato nella massima serie. Un altro incontro c’è stato nei sedicesimi di finale della Coppa Italia 2017/18 ed è terminato sempre col successo dei rossoblu per 1-0 con rete dell’ex Migliore.

Considerando anche le sfide in Serie B, il Crotone ha vinto una sola volta contro il Genoa e precisamente il 5 maggio 2002 quando all’Ezio Scida si impose per 4-3. Invece non è mai riuscito ad andare oltre il pareggio nelle sfide al Ferraris.

Genoa-Crotone: i consigli per il fantacalcio

Nel Genoa non si può non consigliare il capitano Criscito che ha dalla sua la garanzia di essere il prescelto per tutti i calci piazzati – rigori compresi – della sua squadra. Si potrebbe puntare anche su Pandev che da sempre il meglio nelle partite contro le contendenti dirette all’obiettivo primario del Genoa (che è sempre la salvezza). Da non sottovalutare nemmeno Destro che – nonostante le tante stagioni sottotono – in questo inizio di campionato avrà l’occasione per dimostrare di essere ritornato quello dei tempi passati e anche da subentrato potrebbe mettere in difficoltà una difesa rodata come quella del Crotone, però non abituata agli attaccanti di Serie A. Anche Zajc – che addirittura potrebbe giocare da trequartista – potrebbe essere una scelta buona anche in virtù di possibili bonus che può portare alla causa genoana. Perin potrebbe mantenere la porta inviolata contro il Crotone, questa potrebbe essere una delle poche occasioni per mettere a segno un clean sheet. Sconsigliato l’utilizzo di Lerager che oltre ad essere in ballottaggio con Badelj potrebbe soffrire le ripartenze rapide del Crotone, e Goldaniga che nel confronto spigoloso con Simy potrebbe andare in seria difficoltà.

Uno dei pochi che può fare la differenza nel Crotone è il capocannoniere dello scorso campionato di Serie B, il nigeriano Simy che tra l’altro è anche il rigorista della squadra. Altro giocatore su cui puntare è Crociata che garantisce quantità e qualità da interno di centrocampo e con le sue incursioni potrebbe fare male alla difesa genoana. Occhio anche a Molina – in ballottaggio con Mazzotta, ma in vantaggio – che nella scorsa stagione è stato il re degli assist nel Crotone con dieci passaggi vincenti forniti ai compagni. Una scommessa potrebbe essere Kargbo che potrebbe entrare a partita in corso e con la sua velocità fare male alla squadra avversaria. Da non schierare invece Rispoli che sulla corsia destra dovrà fare i conti con Criscito e col ballottaggio con il compagno Mustacchio. Attenzione anche a Magallan che è al primo impatto col calcio italiano e potrebbe non essere abituato a marcare gli attaccanti avversari, e a Cigarini che è solito incassare cartellini con frequenti falli in mezzo al campo.


Commenta

Rispondi

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Classifica

Di più in Serie A