Seguici su

Fantaschede

Genoa, alla scoperta di Zappacosta: statistiche e consigli per il fantacalcio

Davide Zappacosta Roma
© imagephotoagency.it

La fantascheda di Davide Zappacosta, nuovo acquisto del Genoa. Tutto per il fantacalcio: ruolo, caratteristiche e inclinazione a bonus, malus e infortuni

Il Genoa come ogni anno rivoluziona il roster del calciatori da consegnare al nuovo mister Maran. Per completare ed ampliare la batteria degli esterni arriva Davide Zappacosta in prestito secco per un anno dal Chelsea. Il calciatore rientra in Italia dopo l’esperienza negativa alla Roma nella passata stagione e si metterà subito agli ordini di Maran, anche per cercare di agguantare un posto nei convocati di Mancini per i prossimi Europei.

La redazione di Calcio d’Angolo ha analizzato il profilo del giocatore: caratteristiche, ruolo, inclinazione a bonus, malus, infortuni e consigli per il fantacalcio. Tutto quello che c’è da sapere prima di decidere se comprarlo o meno all’asta.

Consulta tutte le fantaschede dei nuovi acquisti della Serie A

Chi è Davide Zappacosta

Davide Zappacosta è nato a Sora – cittadina del Lazio in provincia di Frosinone – l’11 giugno 1992. Fin da giovanissimo inizia a giocare nelle giovanili del Sora dove resta fino al 2008 quando si trasferisce all’Isola Liri. Con questa maglia nella stagione 2009/10 esordisce nel calcio professionistico nel campionato di Seconda Divisione di Lega Pro.

Resta all’Isola Liri per una stagione e mezzo – fino al gennaio 2011 – collezionando 14 presenze e un gol. Nel mercato di riparazione del 2011 viene acquistato dall’Atalanta con la quale disputa il campionato Primavera nei restanti sei mesi del 2010/11. Nella stagione 2011/12 passa in prestito all’Avellino, dove resta per tre anni. Con gli irpini conquista nel corso del secondo anno la promozione in Serie B, e diventa da subito una pedina fondamentale della squadra.

Nelle tre stagioni in Campania totalizza 90 presenze con tre gol e due assist, e nell’estate 2014 ritorna all’Atalanta con la quale disputa la stagione 2014/15. Con la maglia dei bergamaschi esordisce in Serie A il 31 agosto 2014 e al termine della stagione saranno 30 le partite giocate con tre gol messi a segno.

Per la stagione successiva viene acquistato dal Torino per 4,3 milioni di euro. Veste la maglia granata per due stagioni con prestazioni elevate e a livelli altissimi che gli permettono di entrare nel giro della Nazionale. Nell’estate 2017 dopo 58 presenze con due reti e cinque assist, viene acquistato per 25 milioni di euro dal Chelsea di Conte.

In Inghilterra non trova lo spazio sperato, giocando quasi sempre spezzoni di partita durante la prima stagione che diminuiscono ancora di più nella seconda con l’arrivo sulla panchina dei Blues di Sarri. Al termine delle due annate sono 52 le partite giocate con due reti e quattro assist, e la vittoria dell’Europa League.

Nell’estate 2019 viene ceduto in prestito secco alla Roma, ma gioca poco a causa di tanti problemi fisici che ne limitano l’utilizzo. A fine campionato sono appena nove le presenze del giocatore con un solo assist servito ai compagni. Rientra così al Chelsea, che però lo gira – nuovamente in prestito – al Genoa per la stagione 2020/21.

Con la maglia della Nazionale italiana ha totalizzato 13 presenze, esordendo il 12 novembre 2016 – convocato dal ct Ventura – nella partita di qualificazione al Mondiale 2018 vinta 4-0 contro il Liechtenstein. Ha inoltre giocato 17 partite con la maglia dell’Under-21, prendendo anche parte al campionato europeo di categoria del 2015.

Ruolo e caratteristiche di Davide Zappacosta

È un terzino destro che può anche essere utilizzato anche come esterno di centrocampo in un reparto a cinque. In caso di emergenza si adatta a giocare anche sulla fascia opposta. Da giovanissimo aveva iniziato come ala, proprio per le sue elevate doti di velocista e di resistenza. È bravo nel dribbling ed ha buone capacità nell’effettuare cross precisi nel mezzo dell’area.

Indice titolarità di Davide Zappacosta al Genoa

Al Genoa si troverà lo stesso modulo del Chelsea di Conte, un 3-5-2 nel quale dovrebbe andare ad occupare la posizione di centrocampista di fascia destra. Come già detto in precedenza, in caso di necessità si adatta anche a giocare sull’altra fascia. Nei grifoni il titolare della fascia destra è Ghiglione e non dovrebbe avere grandi difficoltà a prenderne fin da subito il posto.

Inclinazione bonus di Davide Zappacosta al fantacalcio

Zappacosta difficilmente trova la via del gol, nelle ultime cinque stagioni – con le maglie di Torino, Chelsea e Roma – ha messo a segno appena quattro gol. È un po’ più costante negli assist, infatti nelle stagioni in cui è riuscito a giocare con più continuità ha raggiunto anche quota quattro passaggi vincenti come nel 2016/17 col Torino. Con la maglia del Genoa, però, ha già esordito – con gol – nella 1^ giornata di Serie A contro il Crotone.

Inclinazione malus di Davide Zappacosta al fantacalcio

È un giocatore molto corretto, anche considerando il ruolo delicato che ricopre. Solo nel 2012/13 col l’Avellino ha incassato sette ammonizioni, da allora non ha mai superato i quattro gialli a campionato. E addirittura nelle ultime cinque stagioni ne ha subiti solo otto, con una media di 1,6 ad anno. Nella sua lunga carriera non ha mai incassato un’espulsione, nemmeno per doppia ammonizione.

Frequenza infortuni di Davide Zappacosta

L’ultima stagione con la maglia della Roma è stata abbastanza travagliata dal punto di vista fisico: rottura del legamento crociato del ginocchio e lesione muscolare al polpaccio che gli hanno fatto saltare oltre sette mesi, per un totale di 34 partite. Precedentemente invece l’infortunio più lungo che l’ha costretto per più tempo ai box è stato un problema muscolare a causa del quale è rimasto fermo per poco più di un mese.

Prendere Davide Zappacosta al fantacalcio?

Sembra essersi ripreso bene dagli infortuni dello scorso anno e quindi dovrebbe essere uno dei titolari della formazione genoana. Giocando da esterno di centrocampo avrà qualche occasione in più per arrivare al gol e per accumulare bonus preziosi per i fantallenatori che decideranno di puntare su di lui. Acquistarlo potrebbe essere un buon affare, ma attenzione a non esagerare con il prezzo perchè il rischio flop esiste.

Consulta la guida per l’asta di fantacalcio 2020/21: il manuale per una rosa perfetta

La fantascheda di Davide Zappacosta per il fantacalcio

Caratteristiche: 6,5

Titolarità: 7,5

Bonus: 6,5

Malus: 7

Infortuni: 5,5

Fantavalore: 6,6

Il fantavalore è la media aritmetica delle valutazioni assegnate dalla redazione di Calcio d’Angolo alle caratteristiche del giocatore, alla titolarità, alla frequenza dei bonus, alla capacità di evitare malus e all’inclinazione agli infortuni.


Commenta

Rispondi

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Classifica

Di più in Fantaschede