Seguici su

Guida all'asta

Guida all’asta del fantacalcio 2020/21, la scheda della Fiorentina

Esultanza giocatori Fiorentina
© imagephotoagency.it

Confermato Iachini,  l’obiettivo è quello di cercare la qualificazione europea. Tutto sulla Fiorentina: formazione tipo, nuovi acquisti e consigli per il fantacalcio

La Fiorentina ha il compito di tornare ad essere competitiva dopo le ultime due disastrose stagioni. Il cambio di proprietà avvenuto la scorsa estate con Commisso – che ha preso il posto dei fratelli Della Valle – dovrebbe portare al cambio di passo che i tifosi auspicavano già nella passata stagione.

La conferma sulla panchina viola di Iachini – subentrato all’esonerato Montella alla 18^ giornata del campionato 2019/20 – è stata una conseguenza della positiva risposta della squadra una volta recepiti i dettami tattici dell’allenatore. La Fiorentina infatti ha finito in crescendo il passato campionato risalendo fino al decimo posto finale per merito di cinque vittorie e tre pareggi nelle ultime nove giornate. Adesso l’obiettivo è alzare l’asticella, e magari lottare per un posto in Europa.

Principali movimenti di mercato

I viola hanno puntellato il centrocampo con l’acquisto di Amrabat dal Verona per 10,5 milioni di euro – operazione eseguita nel mercato di gennaio ma il giocatore è stato lasciato agli scaligeri fino al termine della stagione – e Bonaventura in scadenza dal Milan, oltre a Valero in scadenza di contratto dall’Inter. La società ha effettuato anche i riscatti di Duncan dal Sassuolo per 15 milioni, Kouame dal Genoa per 11 milioni e Lirola dal Sassuolo per 11 milioni. Tra i tanti ritorni dai prestiti si segnalano Biraghi, Cristoforo e Saponara. In uscita ritornano ai rispettivi club di appartenenza Badelj (Lazio), Dalbert (Inter) e Ghezzal (Leicester). Thereau saluta in scadenza di contratto, Sottil va in prestito con diritto di riscatto e controriscatto al Cagliari, Benassi al Verona e Agudelo allo Spezia.

I nuovi arrivi

Amrabat: il centrocampista marocchino è l’unico nome nuovo della rosa della Fiorentina per la prossima stagione. Arriva per 10,5 milioni di euro dal Verona e salterà la prima giornata a causa di una squalifica rimediata alla fine del campionato scorso. Negli scaligeri ha saltato appena quattro partite tutte per squalifica essendo uno dei pilastri del centrocampo di Juric e molto probabilmente lo sarà anche nella Fiorentina.

Biraghi: rientra dal prestito all’Inter. Potrebbe diventerebbe un punto di riferimento per Iachini – anche per l’esperienza in campo europeo maturata con la maglia nerazzurra – che potrebbe sfruttarlo come esterno sinistro di centrocampo, ruolo che ha ricoperto a Milano mettendo a segno sette assist e tre reti.

Bonaventura: arriva a Firenze a parametro zero dopo non aver rinnovato il contratto in scadenza col Milan. Il 31enne centrocampista può dare ancora molto, e nell’ultima stagione ha messo a segno quattro reti e sei assist in 31 presenze (ben 16 da subentrato). Nei viola potrebbe andare ad occupare sia il ruolo di interno di centrocampo sia – nel caso di cambio di modulo – quello di trequartista.

Cristoforo: il mediano uruguaiano rientra dal prestito all’Eibar nella Primera Division spagnola. In Spagna ha collezionato 18 presenze senza gol nè assist, ma con un’ammonizione. In viola avrà poche chance per farsi vedere.

Saponara: nella passata stagione ha vestito le maglie di Genoa e Lecce, ed è rientrato a Firenze dal prestito a quest’ultima dopo due gol e cinque assist. La batteria dei trequartisti è piena zeppa e sarà molto difficile trovare spazio.

Valero: arriva a parametro zero dopo la scadenza del contratto con l’Inter. Nella passata stagione è stato spesso chiamato in causa da Conte e ha concluso con tre reti in 25 presenze complessive. Si inserisce nella folta schiera dei centrocampisti della squadra viola, ma principalmente dovrebbe contendere il posto a Pulgar e Amrabat.

Consulta le fantaschede dei nuovi giocatori arrivati

Rosa Fiorentina

Portieri: Brancolini, Dragowski, Terracciano

Difensori: Biraghi, Caceres, Ceccherini, Igor, Lirola, Milenkovic, Pezzella, Venuti

Centrocampisti: Amrabat, Bonaventura, Castrovilli, Chiesa, Cristoforo, Duncan, Pulgar, Saponara, Valero

Attaccanti: Cutrone, Kouame, Ribery, Vlahovic

La formazione tipo della Fiorentina

3-5-2: Dragowski; Milenkovic, Pezzella, Caceres; Chiesa, Amrabat, Pulgar, Castrovilli, Lirola; Ribery, Kouame. All. Iachini

Come giocheranno le squadre di Serie A nella stagione 2020/21? Le formazioni tipo delle venti squadre del campionato italiano

Variabili di formazione

3-4-3: Dragowski; Milenkovic, Pezzella, Caceres; Lirola, Amrabat, Castrovilli, Biraghi; Ribery, Kouame, Chiesa

I ballottaggi

Caceres-Igor-Ceccherini per un posto

Lirola-Biraghi

Pulgar-Valero

Castrovilli-Amrabat-Bonaventura

Kouame-Vlahovic-Cutrone per un posto

Gli infortunati

I tiratori

Rigori: Pulgar, Chiesa, Vlahovic

Punizioni: Pulgar, Ribery, Bonaventura

Angoli: Pulgar, Chiesa, Bonaventura

I più presenti

Milenkovic, Pulgar: 37 presenze

Lirola: 35

Chiesa: 34

I migliori marcatori

Chiesa: 10 gol

Pulgar: 7

Kouame, Vlahovic: 6

I migliori assistman

Pulgar: 6 assist

Chiesa, Duncan: 5

Dalbert: 3

I giocatori consigliati

Chiesa: i dieci gol (più cinque assist) della passata stagione l’hanno incoronato come miglior marcatore della Fiorentina. Con la viola che punterà a migliorare il risultato della passata stagione, i suoi risultati potrebbero uscirne molto migliorati. Confermato come centrocampista, può essere uno di quei giocatori in grado di dare la svolta all’intera annata fantacalcistica.

Castrovilli: dovrà ritornare sui livelli dell’inizio dello scorso campionato, altrimenti rischia anche il posto da titolare vista la tanta concorrenza a centrocampo. Nella passata stagione ha sofferto il cambio tattico con Iachini, ma si è ripreso col passaggio al centrocampo a cinque. La sua quotazione non è nemmeno tanto elevata e potrebbe non essere considerato da tanti visti i risultati deludenti nella seconda parte della Serie A 2019/20.

Milenkovic: 23 anni ancora da compiere per il centrale difensivo viola che è diventato dalla passata stagione un punto fermo della squadra. Doveva essere lanciato poco per volta accumulando esperienza dietro Astori e Pezzella, ma la tragedia che ha colpito il centrale azzurro l’ha catapultato improvvisamente in un’altra realtà. Prestazioni eccellenti accompagnate anche da alcuni gol – cinque nella passata stagione – che l’hanno fatto risaltare agli occhi di molti grandi club. Ormai è diventato un top player e la Fiorentina cercherà in tutti i modi di puntare su di lui anche per il futuro.

I giocatori sconsigliati

Caceres: nelle ultime partite della scorsa stagione – con l’obiettivo salvezza ormai raggiungo – Iachini ha provato tutti i giocatori presenti nella rosa per avere le idee più chiare in vista del campionato 2020/21. Caceres ha dimostrato di soffrire con la difesa a tre, soprattutto quando si tratta di difendere e quando la squadra ha tanta qualità in mezzo, facendosi preferire come terzino in una difesa a quattro. Potrebbe quindi perdere il posto in favore di Igor più avvezzo a questo tipo di modulo.

Duncan: è uno dei giocatori riscattati dopo il prestito della passata stagione, ma i tanti arrivi in mezzo al campo potrebbero costringerlo spesso a rimanere in panchina. Con Amrabat, Pulgar e Castrovilli rischia di essere il quarto centrocampista nelle gerarchie viola.

Amrabat: molte volte l’indispensabilità tattica di alcuni elementi per le proprie squadre non va di pari passo con l’essere un buon giocatore per il fantacalcio. È il caso di Amrabat che è imprescindibile per i suoi allenatori ma non per i fantallenatori, motivo: 10 ammonizioni e due espulsioni dirette in 34 presenze nella passata stagione che l’hanno portato nella top five dei più fallosi.

La possibile sorpresa

Kouame: è stato costretto a saltare quasi tutta la passata stagione a causa di un infortunio al ginocchio e nonostante questo è stato acquistato dalla Fiorentina da infortunato. La sua velocità potrebbe mettere in pericolo la tenuta di più di qualche difesa. Nel suo ruolo preferito gioca un certo Ribery – che difficilmente partirà dalla panchina – ma se l’ivoriano è in forma gli allenatori non possono fare a meno di lui. Potrebbe far male anche subentrando a partita in corso. Non sarà la punta di diamante dei fantallenatori, ma come quarto o quinto attaccante potrebbe far comodo a tanti.

Guida all’asta del fantacalcio: il manuale per una rosa perfetta. Iscriviti alla newsletter per riceverla in anteprima


Commenta

Rispondi

Annuncio pubblicitario
Pubblicità Fantacalcio Fantardore 2020-21
Annuncio pubblicitario

Classifica

Di più in Guida all'asta