Seguici su

Guida all'asta

Guida all’asta del fantacalcio 2020/21, la scheda del Verona

esultanza gol Samuel Di Carmine Verona
© imagephotoagency.it

Dopo aver sorpreso tutti, l’Hellas di Juric tenta la conferma. Tutto sul Verona: formazione tipo, nuovi acquisti e consigli per il fantacalcio

Da neopromosso, l’Hellas Verona ha stupito tutti gli addetti ai lavori nella passata stagione presentandosi con una rosa di semisconosciuti e restando addirittura incollati per buona parte del campionato al treno europeo, raggiungendo il proprio miglior posizionamento dal 1999/2000. Ora però gli scaligeri devono confermarsi agli stessi livelli senza poter più contare sull’effetto sorpresa e dovendo inevitabilmente fare i conti con un ampio rinnovamento della rosa dovuto ai tanti prestiti in entrata dello scorso anno. Rinnovando fino al 2023, comunque, Juric ha scelto di accettare la sfida.

Principali movimenti di mercato

Oltre alla conferma di Badu e Dimarco, dalla Roma è arrivato il giovane Cetin per la difesa, a cui è seguito il trio formato dal portiere Pandur, il laterale Ruegg e il centrale di difesa Magnani, l’anno scorso tra Sassuolo e Brescia. In mediana è invece stato acquistato dal Nizza Tameze, il classe 2001 Ilic in prestito dal Manchester City, Benassi in prestito dalla Fiorentina e Barak dall’Udinese, in attacco invece arrivano Favilli dal Genoa e Colley dall’Atalanta.

Mentre buona parte della rosa dello scorso anno ha lasciato l’Hellas dopo il prestito: si tratta di Adjapong, Amrabat, Eysseric, Pessina, Radunovic, Rrahmani, Salcedo e Verre, che in aggiunta agli svincolati Pazzini e Borini formerebbero un intero undici. La cessione più significativa è però quella di Kumbulla alla Roma.

I nuovi arrivi

Barak: alla prima stagione a Udine ha strabiliato, poi è arrivata la flessione ma negli ultimi mesi ha fatto piuttosto bene in prestito a Lecce. Può giocare sulla trequarti, aumentando la propria pericolosità in zona bonus.

Benassi: il centrocampista arriva a Verona dopo una stagione deludente con la Fiorentina, in cui ha raccolto la miseria di 1 gol e 1 assist in appena 18 presenze, anche a causa di un problema muscolare che lo ha tenuto fuori per circa un mese. Adesso l’occasione per riscattarsi.

Cetin: il 23enne turco è reduce da 6 gettoni con la Roma nei quali ha totalizzato un misero 5,4 di fantamedia, ma a Verona lo spazio per lui può aumentare e con esso anche le sue prestazioni. Si giocherà un posto da titolare.

Colley: appena 77 minuti in Serie A in cinque presenze con la maglia dell’Atalanta nella scorsa stagione, trovando 1 assist e un cartellino giallo. A Verona potrebbe trovare decisamente più spazio.

Favilli: dopo una stagione negativa con zero gol e quattro ammonizioni al Genoa, arriva in prestito al Verona. Nelle gerarchie rischia di partire dietro Di Carmine e Stepinski.

Ilic: prospetto di grande qualità, ma è ancora giovane e probabilmente bisognerà aspettare che si abitui a un nuovo calcio prima di vederlo in campo. Parte un po’ dietro, ma puoi scalare le gerarchie a centrocampo.

Magnani: nei primi mesi dello scorso anno a Brescia aveva deluso finendo presto nel dimenticatoio, poi tornato al Sassuolo ha anche trovato una rete contro l’Inter. Con l’addio di Kumbulla, potrebbe scalare le gerarchie verso la titolarità.

Pandur: il croato arriva per fare da secondo a Silvestri e, a meno di infortuni, dovrebbe vedere poco il campo.

Ruegg: sulla sua corsia Faraoni è inamovibile, quindi lo svizzero parte fuori dai radar. Per l’Hellas è un colpo futuribile, per il fantacalcio questa cosa conta decisamente meno.

Tameze: con l’addio ad Amrabat, l’ex atalantino si giocherà una maglia con Badu per colmarne il vuoto. E visto che il suo “rivale” è reduce da stagioni difficili dal punto di vista fisico, probabilmente si ritaglierà il suo spazio. Ma si tratta di un giocatore di sostanza, non molto fantacalcistico.

Consulta le fantaschede dei nuovi giocatori arrivati

Rosa Verona

Portieri: Berardi, Pandur, Silvestri

Difensori: Bocchetti, Cetin, Dawidowicz, Dimarco, Empereur, Faraoni, Gunter, Lovato, Magnani, Ruegg

Centrocampisti: Badu, Barak, Benassi, Danzi, Ilic, Lazovic, Tameze, Veloso, Zaccagni

Attaccanti: Colley, Di Carmine, Favilli, Stepinski, Tupta

La formazione tipo del Verona

3-4-2-1: Silvestri; Cetin, Magnani, Gunter; Faraoni, Benassi, Veloso, Lazovic; Barak, Zaccagni; Di Carmine. All. Juric

Come giocheranno le squadre di Serie A nella stagione 2020/21? Le formazioni tipo delle venti squadre del campionato italiano

Variabili di formazione

3-4-2-1: Silvestri; Cetin, Magnani, Gunter; Faraoni, Benassi, Veloso, Lazovic; Zaccagni, Barak; Di Carmine

3-5-2: Silvestri; Cetin, Magnani, Gunter; Faraoni, Benassi, Veloso, Barak, Lazovic; Di Carmine, Zaccagni

I ballottaggi

Cetin-Magnani-Dawidowicz per un posto

Benassi-Tameze-Ilic per un posto

Barak-Dimarco

Di Carmine-Stepinski-Favilli per un posto

Gli infortunati

I tiratori

Rigori: Di Carmine, Veloso, Stepinski

Punizioni: Veloso, Dimarco, Lazovic

Angoli: Veloso, Dimarco, Lazovic

I più presenti 2019/20

Lazovic: 38 presenze

Faraoni, Rrahmani: 36

Pessina, Silvestri: 35

I migliori marcatori 2019/20

Di Carmine: 8 gol

Pessina: 7

Faraoni: 5

I migliori assistman 2019/20

Lazovic: 7 assist

Zaccagni: 5

Faraoni: 3

I consigliati

Di Carmine: con la partenza di Pazzini, è meno probabile rispetto allo scorso anno che Juric possa decidere di quando in quando di giocare senza punte e lasciarlo fuori. Il ballottaggio è secco con Stepinski e il classe ’88 ha meritato di partire avanti. Le 8 reti dello scorso anno possono anche aumentare e, a prezzi contenuti, può essere un buonissimo terzo-quarto slot in attacco.

Lazovic: lo scorso anno ne ha giocate 38 su 38, con 3 gol e 7 assist all’attivo che lo hanno portato ad avere una fantamedia del 6,57. La sua titolarità non è in discussione e ogni tanto viene schierato anche sulla trequarti. Colpo low cost molto interessante.

Faraoni: gioca come esterno di centrocampo pur essendo listato difensore, e già questo potrebbe valere il costo del biglietto. Ma c’è di più. I 5 gol, 3 assist e un 6,51 di fantamedia lo hanno portato a battere rivali come Acerbi o Bonucci da questo punto di vista. Se non sale quanto i top di ruolo, è un colpo importante.

Gli sconsigliati

Badu: il centrocampista ghanese è reduce da diversi problemi fisici di un certo spessore e non garantisce continuità. E poi si tratta di un giocatore di grande sostanza e grandi polmoni, ma di pochi bonus. A basso costo si possono prendere colleghi che almeno garantiscano il voto quasi ogni settimana.

Gunter: mentre Kumbulla e Rrahmani ricevevano elogi e voti discretamente alti per le aspettative generali, nella passata stagione il difensore tedesco non arrivava neanche alla fantamedia del 5,7 e non collezionava neanche un bonus. Di ammonizioni però ne ha prese 7. Ne gioca tante, ma ne vale la pena solo se a 1 e da riserva fissa.

Stepinski: il polacco sembra esser stato messo dietro da Di Carmine nelle gerarchie. Per lui soli 3 gol in 21 gare lo scorso anno, poco per scommetterci più di qualche credito.

La possibile sorpresa

Dimarco: confermato in gialloblu, l’esterno classe ’97 può trovare un po’ di spazio in più rispetto alla passata stagione nel caso in cui Lazovic venga impiegato sulla trequarti. E dalla sua ha un piede molto educato che lo rende uno specialista da fermo. Da ultimi slot, ma buona scommessa in difesa.

Guida all’asta del fantacalcio: il manuale per una rosa perfetta. Iscriviti alla newsletter per riceverla in anteprima


Commenta

Rispondi

Annuncio pubblicitario
Pubblicità Fantacalcio Fantardore 2020-21
Annuncio pubblicitario

Classifica

Di più in Guida all'asta