Seguici su

Serie A

Napoli-Genoa: orario, probabili formazioni e dove vederla in tv

Lorenzo Insigne Napoli
© imagephotoagency.it

Tutto quello che c’è da sapere su Napoli-Genoa, partita della 2^ giornata di Serie A: come arrivano le squadre, precedenti e statistiche

Nella giornata di domenica 27 settembre sono previste cinque partite, quasi equamente suddivise nei quattro orari disponibili con la sola eccezione dei due match che si disputeranno alle ore 18:00: Napoli-Genoa e Crotone-Milan. La seconda giornata poi si concluderà con il posticipo del lunedì sera col derby emiliano Bologna-Parma. In realtà la gara tra azzurri e gialloblu si sarebbe dovuta giocare alle 15:00 ma la positività di Perin al Covid ha costretto la Lega ha rimandare il match di tre ore per ricevere in tempo il risultato dei tamponi ai quali sono stati sottoposti i giocatori di Maran.

Entrambe le squadre hanno iniziato bene la stagione e cercheranno di dare continuità per raggiungere i rispettivi obiettivi che per i partenopei è riconquistare la Champions – con un occhio proiettato verso lo scudetto – mentre per i rossoblu è una salvezza tranquilla senza soffrire fino all’ultima giornata come accaduto negli ultimi due anni. Tutto quello che c’è da sapere sul match tra Napoli e Genoa.

Come arriva il Napoli

Il Napoli ha iniziato la stagione con la bella e convincente vittoria contro il Parma per 2-0 al Tardini, per la prima partita dell’era post-Covid che ha visto la presenza dei tifosi sugli spalti. I partenopei hanno continuato sulla falsariga del bel pre-campionato disputato con le due vittorie ottenute contro Pescara e Teramo entrambe col risultato di 4-0.

L’obiettivo stagionale dei partenopei è senza dubbio quello di centrare un posto nei primi quattro della classifica, in modo da poter partecipare alla prossima Champions League. Lo scudetto è più un sogno che un obiettivo reale, che però potrebbe diventarlo l’Europa League dai turni eliminatori in poi visto che nella fase a gironi saranno testa di serie e non dovrebbero avere problemi a superare questa fase.

Come arriva il Genoa

Il Genoa quest’anno cercherà di mettere in cascina punti fin dall’inizio del campionato per non ritrovarsi sul finale invischiato – come avvenuto nelle ultime due stagioni – nella lotta salvezza fino all’ultima giornata. Maran spera in una salvezza tranquilla, con il preludio della vittoria iniziale contro il Crotone per 4-1 che ha già messo di buon umore tutta la tifoseria e tutta la squadra.

I genoani nelle amichevoli di preparazione alla stagione 2020/21 hanno battuto Carrarese e Carpi in entrambi i casi per 2-1. La società ha fatto un buon mercato con gli acquisti di Badelj e Zajc in mezzo al campo, di Pjaca in avanti e la conferma di Perin tra i pali che danno molte più garanzie rispetto alla rosa della passata stagione.

Orario di Napoli-Genoa e dove vederla in tv o in streaming

La partita Napoli-Genoa era inizialmente in calendario domenica 27 settembre alle ore 15:00 ma successivamente è stata spostata alle 18:00 allo stadio San Paolo di Napoli, al match potranno assistere mille tifosi in virtù dell’allargamento delle misure restrittive imposte inizialmente a causa della pandemia per il coronavirus. La gara sarà trasmessa in diretta ed in esclusiva sul canale Sky Sport 2 (canale 252 del satellite). Sarà visibile anche in streaming per gli abbonati sulle piattaforme Sky Go e Now TV.

Calendario Serie A: date e dove vedere le partite della 2^ giornata

Probabili formazioni Napoli-Genoa

Gattuso avrà a disposizione tutti i giocatori per la sfida contro il Genoa e (come sempre) parte dal dubbio portiere con il ballottaggio tra Ospina e Meret che questa volta potrebbe vedere l’italiano titolare. In difesa dovrebbe esserci centralmente la coppia Manolas-Koulibaly con Maksimovic che insidia la titolarità del greco, mentre sulle fasce dovrebbero essere confermati Di Lorenzo a destra e Mario Rui a sinistra anche s Hysaj potrebbe prendere il posto del portoghese. Il centrocampo dovrebbe essere formato da Fabian Ruiz, Demme e Zielinski, con Lobotka che potrebbe prendere il posto dell’italo-tedesco. Il tridente offensivo dovrebbe essere formato da Osimhen, Insigne e Lozano, con Politano che potrebbe prendere il posto di quest’ultimo. Attenzione anche alla possibilità di un cambio di modulo con passaggio al 4-2-3-1 con Osimhen punta centrale e alle spalle il trio Insigne-Mertens-Lozano. In questo caso a farne le spese a centrocampo potrebbe essere uno tra Ruiz e Demme.

Maran dovrà fare a meno degli infortunati Cassata, Sturaro e Parigini. In porta non ci sarà Perin – risultato positivo al coronavirus – ma Marchetti, con i tre di difesa che dovrebbero essere Biraschi, Goldaniga e Zapata, anche se Masiello potrebbe sostituire il colombiano. Sulle fasce del centrocampo dovrebbero giocare Ghiglione a destra con Zappacosta a sinistra, però Criscito potrebbe prendere il posto di Ghiglione facendo spostare sull’altra fascia l’ex Chelsea. In mezzo dovrebbero essere sicuri del posto Badelj e Zajc, mentre è ballottaggio tra Lerager e Schone per l’altro posto disponibile. Nel caso giocasse il danese andrebbe a posizionarsi da interno con Badelj lasciando la regia a Zajc, mentre nel caso fosse l’olandese ad essere il preferito sarà lui a giocare da playmaker basso. A formare la coppia d’attacco insieme al confermatissimo Pandev dovrebbe essere Destro, anche se le quotazioni di Pjaca sono in risalita dopo il gol segnato all’esordio.

Napoli (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Rui; Ruiz, Demme, Zielinski; Lozano, Osimhen, Insigne. All. Gattuso

Genoa (3-5-2): Marchetti; Biraschi, Goldaniga, Criscito; Ghiglione, Lerager, Badelj, Zajc, Zappacosta; Destro, Pandev. All. Maran

Consulta tutte le probabili formazioni della 2^ giornata di Serie A

Precedenti Napoli-Genoa

Le due squadre si sono affrontate 96 volte in Serie A con un bilancio di 37 vittorie per il Napoli, 34 pareggi e 25 successi per il Genoa. I grifoni non vincono contro i partenopei dal lontano 29 gennaio 2012 col 3-2 a Marassi, mentre in trasferta il successo manca addirittura dallo 0-1 del campionato 2008/09.

Nelle due partire della stagione scorsa c’è stato un pareggio e una vittoria del Napoli. La gara d’andata al San Paolo è terminata sullo 0-0, mentre il ritorno in Liguria ha visto il successo dei partenopei per 2-1 grazie alle reti messe a segno da Mertens e Lozano, intervallate dal momentaneo pareggio di Goldaniga di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

Napoli-Genoa: i consigli per il fantacalcio

La batteria degli attaccanti del Napoli è sicuramente da tenere in considerazione, soprattutto il capitano Insigne che ha già trovato il primo gol stagionale contro il Parma con un’ottima prestazione. Anche Mertens ed Osimhen sono due giocatori che con le loro giocate possono indirizzare l’andamento della partita. L’ingresso del nigeriano nella precedente gara è stato determinante per indirizzare il match verso la vittoria partenopea. Koulibaly è una garanzia in difesa e nonostante le continue voci di mercato che non sembrano impensierirlo, sta continuando a dare il massimo guidando la retroguardia napoletana con la solita sicurezza. A centrocampo anche Fabian Ruiz e Zielinski hanno dimostrato in passato di saper trovare la via del gol sia con tiri dalla distanza e sia con inserimenti senza palla a tagliare la difesa avversaria e sfruttando il lavoro degli attaccanti. Da non sottovalutare nemmeno il portiere del Napoli – che dovrebbe essere Meret – che potrebbe uscirne ancora una volta da imbattuto, ma è una certezza assoluta per chi ha deciso di acquistarli entrambi (vista l’alternanza). Sconsigliato è Demme che – oltre ad essere in ballottaggio con Lobotka e con Osimhen – è anche l’unico a rincorrere tutti gli avversari avendo anche la licenza di spezzare il gioco per impedire le ripartenze avversarie. Attenzione anche a Mario Rui che questa volta potrebbe finire anche in panchina – con Hysaj in campo – e che solitamente è quello che soffre di più nella difesa partenopea.

Difficile scegliere qualcuno del Genoa in una partita difficile come questa anche vista la forza della squadra di Gattuso, ma sicuramente non si può non consigliare Pandev. Il macedone è l’anima della squadra e nonostante la sua non più giovanissima età (37 anni) da sempre il massimo in campo trovando spesso anche la via della rete. Anche Zajc con la sua qualità potrebbe dispensare qualche bel lampo e approfittando anche di qualche amnesia difensiva partenopea mettere in cascina qualche bonus. Attenzione anche agli esterni Ghiglione e Zappacosta che potrebbero approfittare dello sbilanciamento in avanti del Napoli per ripartire in contropiede e far male alla squadra avversaria. Sicuramente sconsigliato è Marchetti che potrebbe essere costretto a incassare più di qualche gol dal micidiale attacco napoletano. Anche puntare su Destro potrebbe essere una scelta non azzeccata perchè contro i colossi napoletani non avrà sicuramente vita facile. Occhio anche a Badelj che potrebbe essere costretto a commettere qualche fallo con conseguenze disciplinari che potrebbero riflettersi anche sulla votazione finale.


Commenta

Rispondi

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Classifica

Di più in Serie A