Seguici su

Champions League

Dinamo Kiev-Juventus: orario, probabili formazioni e dove vederla in tv

Giorgio Chiellini-Wojciech Szczesny Juventus
© imagephotoagency.it

Tutto quello che c’è da sapere su Dinamo Kiev-Juventus, 1^ giornata dei gironi di Champions League: come arrivano le squadre, precedenti e statistiche

A poco meno di due mesi dalla finale dell’edizione 2019/20 – che si è giocata il 22 agosto scorso allo stadio da Luz di Lisbona e ha visto trionfare il Bayern Monaco sul Psg – ritorna l’appuntamento con la Champions League. La partita che aprirà ufficialmente l’edizione 2020/21 sarà Dinamo Kiev-Juventus, con i bianconeri che riprendono la caccia al trofeo che manca dal lontano 1996 e quindi da ben 24 anni.

Nel girone eliminatorio i bianconeri – che erano inseriti in prima fascia – hanno pescato Barcellona, Dinamo Kiev e Ferencvaros. Tutto sommato un girone abbordabilissimo per una squadra che punta al traguardo massimo nella competizione, e soprattutto perchè in questa prima fase avanzano al turno successivo le prime due classificate di ogni raggruppamento. Tutto quello che c’è da sapere sul match tra Dinamo Kiev e Juventus.

Come arriva la Dinamo Kiev

La Dinamo Kiev ha terminato al secondo posto il campionato ucraino 2019/20 quindi qualificandosi ai preliminari di Champions League. La squadra ha dovuto disputare due turni preliminari prima di poter accedere alla fase a gironi, eliminando in semifinale gli olandesi dell’Az Alkmaar vincendo per 2-0, mentre nel turno conclusivo hanno avuto la meglio sui belgi del Gent vincendo entrambe le sfide per 2-1 e per 3-0.

Attualmente la squadra di Lucescu occupa il primo posto in campionato con 14 punti dopo sei partite, pari merito con il Vorskla. Nelle dieci gare disputate nella stagione in corso è imbattuta con otto vittorie e due pareggi, e un trofeo già in bacheca con la vittoria della Supercoppa dopo aver battuto in finale lo Shaktar Donetsk per 3-1.

Come arriva la Juventus

La Juventus è ripartita quest’anno con una rivoluzione assoluta: la nomina di Andrea Pirlo come allenatore della prima squadra – successiva all’esonero di Sarri dopo l’eliminazione agli ottavi della scorsa Champions contro il Lione – e l’obiettivo di puntare su calciatori giovani per cercare di aprire un nuovo ciclo vincente dopo nove scudetti vinti consecutivamente.

In Serie A la squadra è imbattuta ma nelle ultime due partite giocate ha avuto non poche difficoltà prima contro la Roma e poi contro il Crotone. Entrambe le gare si sono chiuse sul punteggio di parità – rispettivamente 2-2 e 1-1 – ma con gli avversari che possono recriminare più dei bianconeri nei confronti del risultato. Dopo il bell’esordio con la vittoria contro la Sampdoria per 3-0, la squadra è sembrata un po’ in calo anche perchè col nuovo tecnico ancora l’idea di gioco non è stata ben assimilata. Ma comunque si trova ad otto punti in classifica, approfittando anche della vittoria a tavolino incassata contro il Napoli che non si è presentato allo Stadium bloccato dall’Asl campana.

Orario di Dinamo Kiev-Juventus e dove vederla in tv o in streaming

La partita Dinamo Kiev-Juventus si giocherà martedì 20 ottobre alle ore 18:55 all’Olimpiyskiy Stadium di Kiev, e alla gara non potrà assistere nessun tifoso in virtù delle misure restrittive imposte dal governo ucraino a cui l’Uefa si adegua. Il match sarà trasmesso in diretta ed in esclusiva sui canali Sky Sport Uno (canale 201 e 240 del satellite) e Sky Sport Calcio Due (canale 252 del satellite). Sarà visibile anche in streaming per gli abbonati sulle piattaforme Sky Go e Now TV.

Pronostici Champions League: consigli sulle scommesse di Dinamo Kiev-Juventus

Probabili formazioni Dinamo Kiev-Juventus

L’esperto tecnico Lucescu metterà in campo il suo classico 4-3-3 per fronteggiare la Juventus. In porta ci sarà Bushchan, che avrà davanti una difesa a quattro che dovrebbe essere costituita da Kedziora a destra, Karavaev a sinistra, mentre centralmente dovrebbe esserci la coppia composta da Zabarnyi e Mykolenko – anche se Popov potrebbe essere schierato centralmente con Mykolenko che scivolerebbe sulla fascia prendendo il posto di Kedziora. A centrocampo dovrebbero giocare Buyalskyi, Shaparenko e Sydorchuk con quest’ultimo che dovrebbe agire da playmaker basso. In attacco la punta centrale dovrebbe essere Supryaga – anche se Verbic è pronto a subentrargli – mentre ai suoi lati dovrebbero agire De Pena e Rodrigues, con Tsygankov che potrebbe prendere il posto di quest’ultimo.

Pirlo – che è all’esordio nella competizione – dovrà rinunciare a Cristiano Ronaldo e McKennie che sono in isolamento dopo la positività al coronavirus, all’infortunato Alex Sandro, mentre è in dubbio la presenza di de Ligt. A difendere i pali rientrerà Szczesny dopo il turno di riposo in campionato, mentre in difesa dovrebbero giocare Danilo, Bonucci e Chiellini, con Demiral pronto a prendere il posto di quest’ultimo qualora non dovesse essere al 100%. Sulle fasce di centrocampo dovrebbero giocare Chiesa a destra con Cuardado a sinistra, mentre centralmente dovrebbero essere schierati Bentancur e Rabiot, con Arthur destinato alla panchina dopo la brutta prova contro il Crotone. A giocare da trequartista dietro le punte dovrebbe essere Ramsey – convocato e recuperato dall’infortunio – che agirebbe dietro ai due attaccanti Kulusevski e Morata, con Dybala (non al massimo della forma dopo la gastroenterite che l’ha colpito in Nazionale) pronto a subentrare a partita in corso.

Dinamo Kiev (4-3-3): Bushchan; Kedziora, Zabarnyi, Mykolenko, Karavaev; Buyalskyi, Sydorchuk, Shaparenko; Rodrigues, Supryaga, De Pena. All. Lucescu

Juventus (3-4-1-2): Szczesny; Danilo, Bonucci, Chiellini; Chiesa, Bentancur, Rabiot, Cuadrado; Ramsey; Kulusevski, Morata. All. Pirlo

Precedenti Dinamo Kiev-Juventus

Le due squadre si sono affrontate solo quattro volte nella loro storia, con un bilancio di tre vittorie per la Juventus, un pareggio e nessun successo per la Dinamo Kiev. Le ultime due sfide risalgono alla fase a gironi della Champions League 2002/03 con i successi dei bianconeri all’andata per 5-0 con la doppietta di Di Vaio e i gol di Del Piero, Davids e Nedved. Mentre al ritorno la partita si chiuse sul 2-1 con Salas e Zalayeta che ribaltarono il vantaggio iniziale ucraino firmato da Shatskikh.

Tutte e quattro i precedenti sono avvenuti in sfide di Champions League con i primi due disputatisi in occasione dei quarti di finale dell’edizione 1997/98 con il pareggio per 1-1 nella partita d’andata a Torino e la vittoria bianconera per 4-1 in trasferta nel match di ritorno. In entrambe le edizioni in cui la sfida ha avuto luogo la Juventus è stata sconfitta in finale: nel 1997/98 dal Real Madrid e nel 2002/03 dal Milan nella finale tutta italiana giocata a Manchester.

Se da una parte la Juventus punta a tornare alla vittoria dopo 25 edizioni – e con due Champions già in bacheca – la Dinamo Kiev non è mai andata oltre la semifinale raggiunta per tre volte nel 1976/77 (battuta dal Borussia Monchengladbach), nel 1986/87 (eliminata dal Porto) e nel 1998/99 (sconfitta dal Bayern Monaco).


Commenta

Rispondi

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Classifica

Di più in Champions League

Calciodangolo.com fornisce pronostici sulle principali competizioni calcistiche, confronta quote e offerte dei Bookmakers da noi selezionati, in possesso di regolare concessione ad operare in Italia rilasciata dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Il servizio, come indicato dall’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni al punto 5.6 delle proprie Linee Guida (allegate alla delibera 132/19/CONS), è effettuato nel rispetto del principio di continenza, non ingannevolezza e trasparenza e non costituisce pertanto una forma di pubblicità.   Loghi AAMS   © Calciodangolo.com - Testata reg. Trib. Locri (RC) n.1175/2016 del 18/07/2016 - P.IVA 03039540806 - Tutti i diritti riservati