Seguici su

Serie A

Inter-Milan: orario, probabili formazioni e dove vederla in tv

lautaro-romagnoli-inter-milan
© imagephotoagency.it

Tutto quello che c’è da sapere su Inter-Milan, partita della 4^ giornata di Serie A: come arrivano le squadre, precedenti e statistiche

Dopo la sosta per gli impegni delle Nazionali in Nations League, ritorna la Serie A con il derby di Milano che rappresenta il big match della quarta giornata. Inter-Milan è sempre stata una partita molto sentita da entrambe le tifoserie con la vittoria che rappresenta una medaglia da sfoggiare fino al successivo scontro.

I nerazzurri devono fare i conti con un piccolo focolaio che ha messo fuori gioco sei calciatori ma vista l’ampia rosa non avranno problemi a mettere in campo una formazione adeguata. I rossoneri sono a punteggio pieno in campionato e puntano a tornare alla vittoria in un derby a distanza di quasi cinque anni dall’ultimo trionfo. Tutto quello che c’è da sapere sul match tra Inter e Milan.

Come arriva l’Inter

L’Inter ha sette punti in classifica per merito di due vittorie nelle prime due partite – 4-3 contro la Fiorentina e 5-2 contro il Benevento – e un pareggio nell’ultima gara contro la Lazio per 1-1. La squadra di Conte ha dimostrato di essere molto abile in fase offensiva con le dieci reti messe a segno, ma molto vulnerabile in difesa con sei gol incassati, a dispetto della miglior retroguardia nel passato campionato con soli 36 gol in tutta la stagione 2019/20.

I nerazzurri quest’anno si sono rinforzati inserendo in una rosa già competitiva moltissimi giocatori di esperienza internazionale e dotati di ottima qualità tecniche come Vidal, Nainggolan, Hakimi e Kolarov. Quindi hanno come obiettivo quello di interrompere il dominio juventino dopo nove anni di incontrastati successi.

Come arriva il Milan

Il Milan si trova in testa alla classifica a punteggio pieno, con tre vittorie in altrettante partite disputate e con sette gol fatti e nessuno subito. La squadra di Pioli arriva da una striscia di 19 risultati utili consecutivi con sei vittorie nelle prime sei partite della stagione considerando anche il successo ai rigori contro il Rio Ave in Europa League.

I rossoneri sono l’unica squadra a non aver incassato gol finora dimostrando di essere notevolmente migliorati rispetto ai 46 gol incassati nella passata stagione. Come obiettivo stagionale hanno quello di ritornare in Champions League, quindi con un piazzamento nei primi quattro posti. Ma la partenza a razzo potrebbe far segnare i tifosi che sperano anche in qualcosa in più rispetto all’obiettivo dichiarato dalla dirigenza, col sogno scudetto che inizia a far capolino nella testa dei supporters rossoneri.

Orario di Inter-Milan e dove vederla in tv o in streaming

La partita Inter-Milan si giocherà sabato 17 ottobre alle ore 18:00 allo stadio Giuseppe Meazza di Milano, e alla gara potranno assistere mille tifosi in virtù dell’allargamento delle misure restrittive imposte inizialmente a causa della pandemia per il coronavirus. Il match sarà trasmesso in diretta ed in esclusiva sui canali Sky Sport Serie A (canale 202 e 249 del satellite) e Sky Sport Calcio Due (canale 252 del satellite). Sarà visibile anche in streaming per gli abbonati sulle piattaforme Sky Go e Now TV.

Calendario Serie A: date e dove vedere le partite della 4^ giornata

Probabili formazioni Inter-Milan

Conte dovrà rinunciare allo squalificato Sensi, all’infortunato Vecino, e a Skriniar, Young, Gagliardini, Nainggolan e Radu che sono in quarantena perché positivi al coronavirus. Fuori causa anche Bastoni che è stato dichiarato guarito dal Covid ma deve effettuare ulteriori esami che lo renderanno disponibile a partire dalla prossima partita. In porta ci sarà Handanovic, mentre in difesa dovrebbero esserci D’Ambrosio, de Vrij e Kolarov. Sugli esterni di centrocampo dovrebbero giocare Hakimi a destra con Perisic a sinistra- anche se Darmian potrebbe essere già utilizzato dal primo minuto – mentre centralmente dovrebbero essere schierati Barella e Brozovic. Sulla trequarti il principale candidato dovrebbe essere Eriksen, anche se Vidal potrebbe sostituire sia lui che Brozovic. L’utilizzo del danese porterebbe la squadra di Conte a schierarsi col 3-4-1-2, mentre con il cileno si passerebbe ad un centrocampo a cinque. La coppia d’attacco dovrebbe essere costituita da Lukaku e Lautaro Martinez, con Sanchez in dubbio visto l’affaticamento muscolare riportato nel corso della sfida con la nazionale cilena.

Pioli farà a meno degli infortunati Musacchio e Rebic – che non ha ancora recuperato dalla lussazione al gomito – e di Duarte e Gabbia che sono in quarantena in seguito alla positività al Covid. In dubbio anche la presenza di Conti sempre alle prese con problemi al ginocchio. Gianluigi Donnarumma difenderà i pali dei rossoneri e avrà davanti a se una difesa a quattro che dovrebbe essere costituita da Calabria a destra – anche se Dalot potrebbe già essere lanciato dal primo minuto – con Theo Hernandez a sinistra e la coppia Kjaer-Romagnoli centralmente. La diga di centrocampo dovrebbe essere costituita da Kessie e Bennacer, con Tonali pronto a subentrare a quest’ultimo. La linea dei trequartisti dovrebbe essere costituita da Saelemaekers, Calhanoglu e Brahim Diaz anche se Castillejo potrebbe sostituire quest’ultimo. Unica punta sarà Ibrahimovic che avrà sulle sue spalle l’intero peso dell’attacco milanista. Possibile anche l’utilizzo di Leao in modo da avere più peso offensivo e in questo caso il sacrificato potrebbe essere Saelemaekers.

Inter (3-4-1-2): Handanovic; D’Ambrosio, de Vrij, Kolarov; Hakimi, Barella, Brozovic, Perisic; Eriksen; Lukaku, Martinez. All. Conte

Milan (4-2-3-1): G. Donnarumma; Calabria, Kjaer, Romagnoli, Hernandez; Kessie, Bennacer; Saelemaekers, Calhanoglu, Diaz; Ibrahimovic. All. Pioli

Consulta tutte le probabili formazioni della 4^ giornata di Serie A

Precedenti Inter-Milan

Le due squadre si sono affrontate 172 volte nella loro storia in Serie A, con un bilancio di 66 vittorie per l’Inter, 55 pareggi e 51 successi per il Milan. Il derby della Madonnina è sempre stata una partita diversa rispetto a tutte le altre, nella quale il pronostico difficilmente è stato rispettato. L’ultima vittoria rossonera in campionato risale al 3-0 del 31 gennaio 2016 con le reti di Alex, Bacca e Niang. Da allora in otto match ci sono state cinque vittorie nerazzurre – quattro delle quali nelle ultime quattro partite – e tre pareggi.

Nella passata stagione entrambe le sfide sono terminate con la vittoria dell’Inter che si è imposta per 2-0 all’andata grazie ai gol di Brozovic e Lukaku. Mentre ha vinto per 4-2 al ritorno rimontando il doppio vantaggio milanista firmato da Rebic e Ibrahimovic con le reti nel secondo tempo di Brozovic, Vecino, de Vrij e Lukaku.

Inter-Milan: i consigli per il fantacalcio

Nei consigliati al fantacalcio dei nerazzurri non si può non partire dalla coppia d’attacco Lukaku-Lautaro Martinez che hanno messo a segno sei reti – sulle dieci totali – in tre partite di campionato. A questo si aggiunge anche le loro medie voto che sono rispettivamente di 6,67 e 7,17 e per essere ad inizio stagione sono già altissime. Potrebbe essere l’occasione giusta anche per Eriksen di dimostrare tutto il suo talento con la maglia dell’Inter, il danese dovrà approfittare di queste partite nelle quali mancheranno i centrocampisti assenti perchè positivi al Covid per prendere in mano il gioco dei nerazzurri. Anche Hakimi si è dimostrato essere l’acquisto migliore del calciomercato interista. Il difensore finora ha messo a segno un gol e due assist e questo fa ben sperare per il prosieguo della stagione per tutti i fantallenatori che hanno puntato su di lui. Attenzione a Kolarov che nelle prime due partite della stagione è sembrato molto in difficoltà nel ruolo di centrale sinistro. Stesso discorso anche per Perisic che contro Saelemaekers o Castillejo avrà il suo da fare per tenerli a bada. Anche Handanovic potrebbe risentire delle assenze nel reparto arretrato visto che nelle prime tre partite del campionato non è riuscito a mantenere la porta inviolata, subendo già sei reti (una media di due a partita).

Nei rossoneri rientra Ibrahimovic che sarà il nemico numero uno per la difesa interista. Lo svedese nelle prime partite aveva dimostrato di essere in grande forma ma è stato fermato dal coronavirus e vorrà guidare il Milan alla vittoria nel derby dopo quasi cinque anni senza. In grande forma è anche Calhanoglu che ha fatto grandissime cose in Europa League ma ancora non è riuscito a trovare il primo gol in campionato. Theo Hernandez sulla sinistra avrà dalla sua stessa parte Hakimi e potrebbe essere il duello decisivo dell’intero derby della Madonnina con il francese in grandissima forma soprattutto nella fase offensiva. Anche Donnarumma è da schierare vista l’ottima tenuta difensiva dei rossoneri che in campionato non subiscono reti da più di 300 minuti (compresa l’ultima parte dell’ultima partita della stagione scorsa). Attenzione a Calabria che in difesa è l’anello debole della squadra e inoltre la sua titolarità è insidiata anche dal neo-acquisto Dalot. Sconsigliato anche Bennacer che oltre ad essere in ballottaggio con Tonali, difficilmente porta a casa bonus, piuttosto sono i cartellini gialli il suo pezzo forte.


Commenta

Rispondi

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Classifica

Di più in Serie A