Seguici su

Serie A

Napoli-Atalanta: orario, probabili formazioni e dove vederla in tv

esultanza gol Hirving Lozano Napoli
© imagephotoagency.it

Tutto quello che c’è da sapere su Napoli-Atalanta, partita della 4^ giornata di Serie A: come arrivano le squadre, precedenti e statistiche

La quarta giornata del campionato di Serie A si apre con un match scoppiettante. Napoli-Atalanta è la sfida tra due club che hanno entrambe come obiettivo finale quello di qualificarsi alla prossima edizione della Champions League.

I partenopei arrivano da due vittorie e dalla partita rinviata contro la Juventus dopo il presunto focolaio all’interno della squadra di Gattuso persa 3-0 a tavolino. Mentre i bergamaschi sono in testa alla classifica e sono partiti alla grandissima con il solito calcio scoppiettante dei ragazzi di Gasperini. Tutto quello che c’è da sapere sul match tra Napoli e Atalanta.

Come arriva il Napoli

Il Napoli attualmente ha cinque punti in classifica e la partita persa a tavolino contro la Juventus, zero reti incassate – sul campo ma ufficialmente sono tre – contro le otto messe a segno. La squadra di Gattuso avrà dalla sua parte il fatto di potersi concentrare al 100% sul campionato visto che l’impegno in Europa League è tutt’altro che proibitivo almeno nella fase a gironi (Real Sociedad, Az Alkmaar e Rijeka).

I partenopei dovranno fare a meno di capitan Insigne alle prese con un infortunio muscolare che potrebbe tenerlo fuori per quasi un mese. Però quest’anno il potenziale offensivo della squadra è davvero strepitoso con l’inserimento di Osimhen che ha portato imprevedibilità, velocità e qualità ulteriore rispetto a quanto non ne sia già presente in precedenza con Mertens, Politano, Lozano e lo stesso Insigne. A questo si aggiunge l’ottima fase difensiva che Gattuso ha saputo costruire in questi quasi 12 mesi alla guida del Napoli.

Come arriva l’Atalanta

L’Atalanta è ripartita alla grandissima in questa stagione, così come aveva terminato quella passata. È sempre la solita macchina da gol infatti con 13 reti in tre partite ha una media allucinante di 4,33 gol/gara. Di contro concede qualcosa nella fase arretrata anche perchè cerca sempre un pressing alto esasperato per poter recuperare velocemente la palla e riproporsi in avanti.

I bergamaschi sono a punteggio pieno, merito delle tre vittorie contro Torino (4-2), Lazio (1-4) e Cagliari (5-2). L’obiettivo stagionale è quello di confermarsi nelle prime quattro della classifica come nello scorso torneo, con il sogno di cercare di infastidire Juventus e Inter che sono le due indiziate principali per la corsa allo scudetto. Quest’anno però gli impegni sono raddoppiati e molto ravvicinati tra Serie A e Champions League e questo potrebbe alla lunga essere un problema per Gasperini che cercherà come sempre di lanciare il maggior numero di giocatori.

Orario di Napoli-Atalanta e dove vederla in tv o in streaming

La partita Napoli-Atalanta si giocherà sabato 17 ottobre alle ore 15:00 allo stadio San Paolo di Napoli, e alla gara potranno assistere mille tifosi in virtù dell’allargamento delle misure restrittive imposte inizialmente a causa della pandemia per il coronavirus. Il match sarà trasmesso in diretta ed in esclusiva sui canali Sky Sport Serie A (canale 202 e 249 del satellite) e Sky Sport Calcio Uno (canale 251 del satellite). Sarà visibile anche in streaming per gli abbonati sulle piattaforme Sky Go e Now TV.

Calendario Serie A: date e dove vedere le partite della 4^ giornata

Probabili formazioni Napoli-Atalanta

Gattuso dovrà fare a meno dell’infortunato Insigne – che dovrebbe rientrare per la prossima giornata – e di Zielinski ed Elmas risultati positivi al tampone per il coronavirus. In porta dovrebbe esserci Ospina – anche se è sempre vivo il ballottaggio con Meret – in difesa dovrebbero giocare Di Lorenzo a destra con Mario Rui a sinistra, mentre centralmente dovrebbero esserci Koulibaly e Manolas, anche se Maksimovic potrebbe prendere il posto del greco. A centrocampo dovrebbero esserci Fabian Ruiz e Bakayoko, con Demme e Lobotka che potrebbero impensierire quest’ultimo già dal primo minuto. Il centravanti dovrebbe essere Osimhen, che avrà alle sue spalle il trio dei trequartisti costituito da Politano, Mertens e Lozano. Possibile anche il passaggio al 4-3-3 con l’inserimento di uno tra Demme e Lobotka al posto di Osimhen – con Mertens che andrebbe a posizionarsi da punta centrale – o Politano.

Gasperini rinuncerà agli infortunati Gollini e Caldara, con Carnesecchi che è risultato positivo al tampone ed è in quarantena. In dubbio è la presenza di Pessina alle prese con problemi fisici. In porta ci sarà Sportiello, mentre in difesa dovrebbero giocare Toloi, Palomino e Romero, anche se Djimsiti e Sutalo potrebbero prendere il posto di uno degli ultimi due. Sugli esterni di centrocampo dovrebbero esserci Hateboer a destra con Gosens a sinistra, con Depaoli e Mojica che potrebbero anche essere lanciati dal primo minuto. A centro dovrebbero esserci de Roon e Freuler anche se Pasalic potrebbe prendere il posto di quest’ultimo. Questa volta dovrebbero esserci due trequartisti con Gomez che dovrebbe far coppia con Malinovskyi, anche se Miranchuk si è ripreso dall’infortunio e potrebbe anche scendere in campo al posto dell’ucraino. Per il posto di attaccante è ballottaggio tra Zapata e Muriel, anche se i due colombiani rientreranno tardissimo dal Sud America e potrebbe usufruirne Lammers per esordire come titolare. Possibile anche che Gasperini decida di schierare due attaccanti con un solo trequartista alle loro spalle, con i precedenti nomi sempre in ballottaggio tra loro per i tre posti disponibili.

Napoli (4-2-3-1): Ospina; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Rui; Ruiz, Bakayoko: Politano, Mertens, Lozano; Osimhen. All. Gattuso

Atalanta (3-4-2-1): Sportiello; Toloi, Romero, Palomino; Hateboer, de Roon, Freuler, Gosens; Gomez, Malinovskyi; Zapata. All. Gasperini

Consulta tutte le probabili formazioni della 4^ giornata di Serie A

Precedenti Napoli-Atalanta

Le due squadre si sono affrontate 98 volte nella loro storia in Serie A, con un bilancio di 43 vittorie per il Napoli, 28 pareggi e 27 successi per l’Atalanta. La partita è sempre stata ricca di reti, infatti lo 0-0 manca dall’11 aprile 2009. Nelle ultime dieci sfide sono state messe a segno 26 reti con una media di 2,6 a partita.

Nella passata stagione c’è stata una vittoria per l’Atalanta e un pareggio. La partita d’andata al San Paolo è finita sul 2-2 grazie alle reti di Maksimovic e Milik per i partenopei, e di Freuler e Ilicic per i bergamaschi. Mentre nella gara di ritorno a Bergamo c’è stata la vittoria dei nerazzurri per 2-0 con le reti nel secondo tempo di Pasalic e Gosens.

Napoli-Atalanta: i consigli per il fantacalcio

Il punto fisso dell’attacco partenopeo è Mertens che è anche l’unico ad essere sicuro del posto o come centravanti o come esterno d’attacco. Il belga nelle prime due partite è stato autore di due reti e due assist e questo potrebbe essere solo l’inizio di una stagione che potrebbe essere strepitosa. Osimhen anche da subentrato potrebbe essere molto pericoloso con la sua velocità in contropiede, nelle occasioni nelle quali i partenopei riescano a saltare la prima linea di pressing dei nerazzurri. Lozano ha iniziato la stagione con due gol e con la sicurezza ulteriore di potersi giocare in ogni partita un posto da titolare con i compagni, cosa che non accadeva l’anno scorso quando era indietro nelle gerarchie. Punto fisso della retroguardia napoletana è Koulibaly che dopo essere stato sul punto di lasciare la squadra in caso di offerte esagerate, è rimasto a Napoli con l’intenzione di portare a casa risultati importanti. Attenzione a Mario Rui che dovrà vedersela con Hateboer (o Depaoli) e potrebbe andare in seria difficoltà negli uno contro uno anche con i due trequartisti bergamaschi. Occhio anche a Demme e Lobotka che potrebbero essere costretti a commettere falli importanti per limitare le percussioni degli atalantini.

Gomez è il punto di riferimento dell’Atalanta con i suoi quattro gol e due assist nelle prime tre giornate di campionato, impossibile non consigliarlo al fantacalcio. Muriel anche da subentrato potrebbe dare il suo contributo visto che nello scorso campionato è stato il miglior “dodicesimo uomo”. Con Zapata – e lo stesso Muriel – che rientreranno venerdì dagli impegni con le nazionali – potrebbe essere l’occasione per Lammers di giocare dal primo minuto e incrementare i dubbi di Gasperini sul numero 9 titolare. Anche Miranchuk che è rientrato dall’infortunio potrebbe avere l’opportunità dal primo minuto, dimostrando tutta la sua tecnica. Sconsigliato Sportiello che ha sempre preso gol nelle prime tre partite e con il modo di giocare di Gasperini potrebbe accadere in molte partite. Anche de Roon e Romero potrebbero andare in difficoltà contro le sortite offensive del Napoli, ricorrendo a falli che potrebbero costare pesanti cartellini gialli.


Commenta

Rispondi

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Classifica

Di più in Serie A