Seguici su

Chi schierare

Consigli fantacalcio, chi schierare e chi evitare per la 7^ giornata

esultanza gol Zlatan Ibrahimovic Milan
© imagephotoagency.it

Dubbi su chi schierare e chi evitare al fantacalcio nella 7^ di Serie A? Ecco i nostri consigli per fare bene in questa giornata

La settima giornata di Serie A partirà con l’anticipo del venerdì tra Sassuolo e Udinese, per continuare sabato con altre tre partite non di primissima fascia. Il clou sarà domenica 8 novembre con Lazio-Juventus delle 12:30 e Atalanta-Inter delle 15:00. Questa giornata anticiperà la seconda sosta per le nazionali della stagione. Come sempre nell’ultimo periodo, tanta attenzione per i possibili indisponibili e positivi al coronavirus. Di seguito tutti i nostri consigli di fantacalcio per questo turno di campionato.

Sassuolo-Udinese (venerdì 6 novembre ore 20:45)

Il Sassuolo è partito alla grandissima in questo campionato e con un successo si ritroverebbe in vetta in attesa del Milan. Caputo e Berardi sono in dubbio, quindi potrebbe esserci nuovamente spazio per il giovane Raspadori e Boga che sono ancora alla ricerca delle prime gioie stagionali. A centrocampo ormai la coppia titolare dovrebbe essere quella composta da Maxime Lopez e Locatelli che garantiscono tanta qualità. In difesa sta facendo molto bene Ferrari, ma non Ayhan – che dovrebbe sostituire l’infortunato Chiriches – mentre potrebbe non essere più un azzardo il fatto di puntare su Consigli visto che contro il Napoli ha ottenuto il primo clean sheet dell’anno.

Senza dubbio i migliori di questo inizio difficile dei friulani sono stati De Paul e Okaka – capocannoniere della squadra – che però non hanno ricevuto l’adeguato sostegno dai compagni di reparto. A deludere le attese è stato sicuramente Lasagna ancora a secco, e anche Pereyra che aveva fatto bene nella prima uscita per poi eclissarsi nuovamente. Stryger Larsen è rientrato però paga la scarsa propensione offensiva della sua squadra. In difficoltà anche Becao e De Maio, che potrebbe addirittura essere sostituito da Bonifazi. Attenzione a Deulofeu che potrebbe avere l’occasione di giocare da seconda punta insieme a Okaka e sfruttarne il gioco fisico.

Consigliati: Locatelli, Consigli, De Paul

Sconsigliati: Ayhan, Becao, Lasagna

Possibile sorpresa: Raspadori

Cagliari-Sampdoria (sabato 7 novembre ore 15:00)

Simeone e Joao Pedro sono finalmente tornati ad essere decisivi come nella passata stagione, ma a pagare il gioco offensivo di Di Francesco è la fase difensiva. Infatti Godin e Walukiewicz si trovano spesso a dover fronteggiare le punte avversarie con due contro due che spesso si rivelano deleteri anche per Cragno che ha incassato molte reti quest’anno. Molto bene sta facendo anche Nandez, mente sono in netto calo le prestazioni di Rog che rischia anche la panchina in favore di Oliva. Sottil e Lykogiannis hanno trovato le prime gioie della carriera contro Crotone e Torino, e le loro sortite potrebbero essere determinanti nell’andamento del match.

La Sampdoria dopo le prime due sconfitte ha trovato la quadratura con soli tre gol subiti nelle ultime quattro giornate disputate. Quagliarella ha raggiunto già quota quattro reti in stagione e punta alla doppia cifra per il quinto campionato consecutivo (record per i doriani). Dovrebbe rientrare Candreva e con lui tutti i cross e le sortite offensive che ha regalato nelle prime uscite, ma il giovanissimo Damsgaard non ha demeritato nelle ultime due partite giocate da titolare. In formissima è Thorsby che è un jolly del centrocampo di Ranieri. In difficoltà invece Tonelli che ha già incassato quattro gialli ed è il primo calciatore ad andare in diffida, e Bereszynski che finora ha racimolato poco con una votazione spesso sotto la sufficienza.

Consigliati: Simeone, Nandez, Quagliarella

Sconsigliati: Walukiewicz, Tonelli, Bereszynski

Possibile sorpresa: Sottil

Benevento-Spezia (sabato 7 novembre ore 18:00)

Sarà squalificato Caprari che lascerà il posto ad uno tra Sau e Iago Falque – leggermente affaticato – con Insigne che avrà il compito di inventare le giocate per mandare in porta il bomber Lapadula che finora ha raggiunto quota tre reti e due assist ed è fresco di convocazione con la nazionale peruviana. Potrebbe esserci l’esordio da titolare per Viola che tanto bene ha fatto nella scorsa stagione con la maglia dei sanniti. In cerca di riscatto invece Glik e Caldirola che stanno facendo molto male non assistiti al meglio però dal centrocampo. Sconsigliato il portiere Montipò che oltre ad essere il più battuto di tutta la Serie A, ha anche la peggiore fanta media voto (2,80).

Il capocannoniere della formazione spezzina Galabinov rientrerà molto probabilmente dopo la sosta di novembre, quindi ancora una volta sarà Nzola al centro dell’attacco. Il francese è ancora a quota zero gol però le sue prestazioni sono finora buonissime con un 6,50 di media voto. Peggio invece i compagno di reparto Gyasi che non sta facendo vedere quanto di buono espresso lo scorso anno in Serie B. Dovrebbe rientrare Ricci dal primo minuto che è una certezza come battitore ufficiale dei calci piazzati dello Spezia. Molto sottotono invece Terzi che da riserva si è trovato spesso a ricoprire il ruolo di titolare viste le tante assenze nei liguri. Provedel è anche spesso costretto a raccogliere più di qualche pallone dal fondo della rete, infatti sono ben otto le reti incassate nelle ultime tre partite.

Consigliati: Lapadula, Insigne, Nzola

Sconsigliati: Montipò, Terzi, Provedel

Possibile sorpresa: Viola

Indisponibili Serie A: tutti gli infortunati e gli squalificati in vista della prossima giornata

Parma-Fiorentina (sabato 7 novembre ore 20:45)

Il bel pareggio contro l’Inter – dopo essere stati in vantaggio di due reti – ha ridato anima al Parma che era in una fase abbastanza negativa. Molto bene Gervinho che è il capocannoniere della squadra con due reti segnate entrambe contro i nerazzurri. Sta andando alla grande anche Hernani con due gol ed un assist ed è l’unico dei centrocampisti sempre presente in stagione. Attenzione a Kucka che è il designato per calciare punizioni e rigori e a Kurtic sempre molto pericoloso sulle palle inattive e col tiro da fuori area. Dovrebbe rientrare Bruno Alves ma Gagliolo dovrebbe essere confermato in mezzo dopo le buone prestazioni precedenti, quindi a rischiare il posto è Iacoponi che non ha brillato nè come centrale nè come terzino destro. Finora a secco anche le punte: Inglese e Cornelius si giocano il posto e sono a quota zero gol.

Castrovilli è ripartito alla grandissima anche in questa stagione e con quattro reti è il capocannoniere della Fiorentina. Scarsa finora l’assistenza delle punte con un solo gol segnato da Kouame, uno da Vlahovic e nessuna rete per Cutrone. Tutti e tre stanno soffrendo delle tante assenze di Ribery che sta saltando tante partite causa infortunio, ma contro il Parma dovrebbe essere della partita, e forse anche dell’assenza di Chiesa. Biraghi è un motorino sulla fascia sinistra ed è già a quota tre assist, cosa che non sta riuscendo a fare sull’altra Lirola. Con Pezzella infortunato e Martinez Quarta squalificato è emergenza in difesa e potrebbe esserci il passaggio alla difesa a quattro anche per limitare le amnesie di Caceres.

Consigliati: Hernani, Castrovilli, Ribery

Sconsigliati: Iacoponi, Lirola, Caceres

Possibile sorpresa: Kouame

Lazio-Juventus (domenica 8 novembre ore 12:30)

Contro la Juventus dovrebbe rientrare Immobile che è stato fermato dall’Uefa per la partita di Champions League, ma il bomber non ha mai brillato contro i bianconeri. Molto in palle è Caicedo che ha spesso punito la Juventus così come Correa che però è ancora a quota zero bonus in stagione, forse soffrendo la troppa concorrenza tra Caicedo e Muriqi. Milinkovic-Savic è sicuramente il faro del centrocampo anche vista la probabile assenza di Luis Alberto. Acerbi in difesa è una garanzia, ma Hoedt e Partic spesso si addormentano regalando facili occasioni agli avversari. In porta dovrebbe esserci Reina che come secondo portiere è un vero lusso.

Il rientro di Ronaldo dopo la positività al Covid e l’assenza di quasi venti giorni ha portato subito vitalità e pericolosità nell’attacco juventino e il portoghese punta a riprendersi il trono di capocannoniere sottrattogli l’anno scorso da Immobile. Molto bene anche Morata – che nonostante i numerosi fuorigiochi – sta dimostrando di essere la spalla perfetta di Ronaldo in avanti. A pagare tutto questo è proprio Dybala che in campionato sta deludendo molto le attese nelle prime uscite. Anche Bentancur è sembrato al di sotto delle aspettative rispetto alla passata stagione, non riuscendo ad amalgamarsi bene nel nuovo modulo proposto da Pirlo. Bene anche Chiesa da esterno di centrocampo e Danilo da centrale nella difesa a tre.

Consigliati: Milinkovic-Savic, Ronaldo, Chiesa

Sconsigliati: Correa, Hoedt, Bentancur

Possibile sorpresa: Arthur

Atalanta-Inter (domenica 8 novembre ore 15:00)

L’Atalanta dopo una partenza lanciatissima con tre vittorie e bel gioco nelle prime tre partite della stagione, ha avuto un calo che nonostante nell’ultima contro il Crotone sia ritornata alla vittoria non ha impressionato come nella passata stagione. Molto bene come sempre Gomez, Zapata e Muriel dieci gol in totale per i tre a cui si aggiungono anche cinque assist. Molto probabilmente mancherà ancora Gosens e sarà Mojica a doverlo sostituire e nelle ultime uscite ha fatto molto male. Con l’assenza di de Roon stanno soffrendo anche in mezzo al campo sia Pasalic che Freuler. E anche in difesa Romero non sta dando le garanzie che Gasperini si aspettava dall’ex Genoa. Ilicic deve ancora riprendere il ritmo partita dopo molti mesi di assenza e molto probabilmente contro l’Inter non verrà schierato dall’inizio.

Lukaku dovrebbe ancora guardare da casa i compagni, quindi l’intero attacco sarà sulle spalle di Lautaro Martinez che è ritornato al gol contro il Real Madrid non riuscendo però ad evitare la sconfitta per i nerazzurri. Molto in difficoltà Vidal che sta commettendo errori banali che però stanno costando caro alla squadra di Conte. Anche Perisic da punta non sta facendo molto bene, dimostrando di non sapersi muovere in quella posizione. Potrebbe quindi toccare a Pinamonti dal primo minuto che contro il Parma nel finale ha dato la scossa giusta per riuscire a pareggiare la partita. Vorrà rifarsi anche Hakimi che però rischia il posto in favore di Skriniar con D’Ambrosio che potrebbe essere la fascia destra ed è sempre un calciatore da tenere in considerazione.

Consigliati: Muriel, Gomez, Lautaro Martinez

Sconsigliati: Mojica, Pasalic, Vidal

Possibile sorpresa: D’Ambrosio

Genoa-Roma (domenica 8 novembre ore 15:00)

L’unica partita vinta dal Genoa risale alla prima di campionato contro il Crotone, quindi la formazione genoana è molto sotto pressione e così anche il suo tecnico Maran che rischierà molto grosso in caso di nuovo ko contro la Roma. In palla è Scamacca che ha trovato i primi due gol nelle ultime due partite, e da tenere sempre sotto controllo è Pandev che con la sua esperienza è pronto a sfruttare sempre tutte le occasioni. Pessime le prestazioni di Goldaniga che nell’ultima uscita contro il Torino sono costati i tre punti, e anche Berhami che spesso deve ricorrere al fallo per ovviare a pericolose situazioni. Rovella è la rivelazione dell’anno e dovrebbe essere nuovamente titolare per cercare di trascinare la squadra ad una difficile salvezza.

L’attacco della Roma è tornato quello dei tempi migliori dopo la conferma di Dzeko che assistito da Pedro e Mkhitaryan hanno messo a segno sei gol e quattro assist. Attenzione sempre a Veretout che essendo il rigorista della formazione giallorossa può sempre regalare preziosi bonus (finora già quattro reti). Un po’ in ombra le prestazioni di Pellegrini che sta risentendo forse del fatto di essere lontano dalla porta avversaria. Molto bene anche Spinazzola, mentre meno Karsdorp sull’altro lato che sta risentendo della competizione costante con Bruno Peres. In difesa il ritorno di Smalling ha ridato sicurezze in un reparto completato egregiamente da Ibanez, Mancini e Kumbulla.

Consigliati: Rovella, Dzeko, Mkhitaryan

Sconsigliati: Goldaniga, Behrami, Karsdorp

Possibile sorpresa: Spinazzola

Probabili formazioni serie A 2020/21

Torino-Crotone (domenica 8 novembre ore 15:00)

Il Torino nel recupero contro il Genoa ha trovato la prima vittoria stagionale e si è un po’ risollevato, risalendo dall’ultima posizione occupata fino a domenica sera. Belotti è senza dubbio il capitano fisico e morale della formazione granata con sei reti è dietro al solo Ibrahimovic nella classifica cannonieri. In netta ripresa Lukic – già tre gol per lui – che sta sfruttando al meglio la nuova posizione da trequartista che Giampaolo gli ha regalato. Verdi sta deludendo le attese ed è fermo tristemente ad un solo assist. Le prestazioni del Torino passano per i piedi di Linetty che sta migliorando partita dopo partita. Mentre sono molto scarse le prestazioni dei difensori – Vojvoda, Rodriguez, Bremer – che sono costantemente sotto la sufficienza. La sorpresa della giornata potrebbe essere il clean sheet di Sirigu contro un attacco non di certo eccezionale come quello del Crotone.

Simy e Messias sono le punte di diamante di una squadra che soffre moltissimo in difesa con Marrone, Magallan e Cordaz perennemente sotto la sufficienza e con la peggiore difesa del torneo. La formazione di Stroppa pagherà nuovamente a caro prezzo l’assenza di Molina ancora positivo al Covid, e al suo posto ballottaggio tra Vulic – che però ha fatto discretamente bene contro l’Atalanta soprattutto nel secondo tempo – e Petriccione che finora è riuscito a dimostrare pochissimo. Rientra Cigarini che è da evitare perchè incappa spesso in malus pericolosi nell’andamento della partita. Attenzione a Reca che con le sue discese potrebbe essere una vera e propria spina nel fianco della retroguardia granata.

Consigliati: Belotti, Lukic, Messias

Sconsigliati: Rodriguez, Cigarini, Magallan

Possibile sorpresa: Sirigu

Bologna-Napoli (domenica 8 novembre ore 18:00)

Soriano è l’uomo che ha più brillato nel Bologna in questo inizio di campionato con quattro gol e tre assist. In ripresa anche Barrow che ha trovato i primi due gol nella vittoria contro il Cagliari. Palacio in avanti è una certezza e non da punti di riferimento però ai felsinei manca una punta fisica che riesca a tenere la palla e fare da sponda per l’inserimento degli avversari. Svanberg e Schouten non stanno convincendo in coppia a centrocampo, e l’assenza di Poli e Medel contemporaneamente si sta facendo sentire tanto. Male sta facendo anche Danilo e anche Skorupski che prende gol ininterrottamente da 39 partite consecutive.

Il Napoli arriva dalla sconfitta contro il Sassuolo e vorrà rifarsi per riprendere la corsa verso la vetta occupata dal Milan. Dovrebbe rientrare Insigne che insieme a Mertens e Lozano dovrebbe comporre il trio di trequartisti alle spalle di Osimhen, tutti e quattro consigliati e pericolosi contro la fragile difesa felsinea. Sta facendo abbastanza male Mario Rui che oltre ad essere in bilico la sua titolarità – Hysaj è pronto a subentrargli – è sempre sotto la sufficienza e in difficoltà rispetto al compagno di reparto Di Lorenzo. Fabian Ruiz a centrocampo potrebbe anche trovare l’occasione giusta per andare in rete, così come anche Koulibaly al centro della difesa è stato finora imprescindibile per il tecnico Gattuso.

Consigliati: Barrow, Insigne, Lozano

Sconsigliati: Skorupski, Svanberg, Rui

Possibile sorpresa: Osimhen

Milan-Verona (domenica 8 novembre ore 20;45)

Sicuramente il 39enne Ibrahimovic – capocannoniere della Serie A con sette gol – è l’umo più in forma del Milan. Insieme a lui anche Rafael Leao che ha trovato la continuità che gli è mancata nella passata stagione e si trova benissimo con lo svedese. Sempre pericoloso è Theo Hernandez che con le sue sgroppate sulla fascia da il cambio di passo necessario in qualche occasione spenta del match. Anche Kessie sta trovando sempre più spesso la via del gol anche con incursioni senza palla che prima non riusciva a fare. In calo rispetto alle aspettative sicuramente Tonali che da titolarissimo è diventato la riserva di Bennacer e Kessie, e spesso guarda i compagni dalla panchina. Anche Donnarumma è una sicurezza e la sua dote di para-rigori è un plus per i fantallenatori che hanno puntato su di lui.

Il capocannoniere del Verona è Barak che cercherà di rendersi pericoloso contro l’ottima difesa rossonera, anche se gli scaligeri hanno uno dei peggiori attacchi di tutta la Serie A, il quarto per l’esattezza davanti solo a Crotone, Udinese e Genoa. Attenzione anche alla voglia di Kalinic di segnare contro la sua ex squadra. Le cose migliori però la squadra di Juric le ha fatte vedere in difesa dove ha il miglior score con soli tre reti incassate: Empereur, Ceccherini e Lovato stanno disputando un ottimo inizio di campionato, assistiti dal portiere Silvestri che è quello che finora ha raccolto più clean sheets in stagione (tre a pari merito con Donnarumma). Scarse le prestazioni degli esterni con Lazovic che ancora deve trovare la migliore condizione dopo aver saltato le prime tre giornate e Faraoni infortunato che dovrebbe essere nuovamente sostituito da Dimarco. Occhio anche a Tameze che finora è stato notato più per i malus che per i bonus.

Consigliati: Ibrahimovic, Hernandez, Lovato

Sconsigliati: Tonali, Dimarco, Tameze.

Possibile sorpresa: Rafael Leao

Programma completo 7^ giornata Serie A: dove vedere le partite su Sky o Dazn


Commenta

Rispondi

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Classifica

Di più in Chi schierare

Calciodangolo.com fornisce pronostici sulle principali competizioni calcistiche, confronta quote e offerte dei Bookmakers da noi selezionati, in possesso di regolare concessione ad operare in Italia rilasciata dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Il servizio, come indicato dall’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni al punto 5.6 delle proprie Linee Guida (allegate alla delibera 132/19/CONS), è effettuato nel rispetto del principio di continenza, non ingannevolezza e trasparenza e non costituisce pertanto una forma di pubblicità.   Loghi AAMS   © Calciodangolo.com - Testata reg. Trib. Locri (RC) n.1175/2016 del 18/07/2016 - P.IVA 03039540806 - Tutti i diritti riservati