Seguici su

Approfondimenti

Maradona, la storia della “Mano de Dios” e la rivincita di un’intera nazione

Maradona Mano de Dios

Ricordando Maradona, la storia del gol più controverso di sempre. La “Mano de Dios”, la vittoria del Mondiale e la rivalsa di un’intera nazione

Nel 1986, allo stadio Azteca di Città del Messico, vanno in scena i quarti di finale della Coppa del Mondo tra Argentina e Inghilterra. A rendere particolarmente sentita e avvincente la sfida ci sono motivi che vanno oltre il calcio. Maradona sconfigge l’Inghilterra con due gol che riscrivono la storia. Il primo è ad oggi il gol più controverso di sempre, in quanto El Pibe de Oro lo segna con la mano. L’Argentina passerà il turno e andrà avanti a vincere il Mondiale. Un trofeo che rappresenta la rivincita di un’intera nazione.

La rivalità tra Argentina e Inghilterra

L’incontro tra le due nazionali è molto di più di una semplice partita di calcio. Inghilterra e Argentina sono legate da una forte rivalità che va oltre il pallone, toccando scenari storici, politici e sociali. Appena quattro anni primo dell’incontro, i due stati si erano scontrati nella guerra delle Maldive, per il possesso delle isole Falkland. Dopo tanti combattimenti, i britannici riuscirono a vincere la guerra, e le isole tornarono in possesso del Regno Unito.

Le conseguenze politiche sui due stati furono molto forti. A seguito della vittoria, una nuova ondata di patriottismo si diffuse per tutto il Regno Unito, rinforzando il governo Thatcher. In Argentina la sconfitta portò a forti proteste contro il governo militare causandone la caduta.

La “Mano de Dios” e la rivincita di una nazione

Quattro anni dopo questi avvenimenti, arriva il momento per la vendetta argentina. Il palcoscenico è perfetto, quello dei quarti di finale del Mondiale. Maradona, leader indiscusso della squadra, ha addosso il peso e la responsabilità di un’intera nazione.

Comincia la partita, e il primo tempo si chiude in parità per 0-0 nonostante entrambe le squadre abbiano creato occasioni da gol. La svolta arriva al 51′ minuto. Il difensore inglese Hodge con uno strano tentativo di disimpegno calcia il pallone verso la sua porta. Si fiondano sulla sfera Maradona e il portiere Shilton, 20 centimetri più alto dell’argentino. Il Pibe de oro, che non sembra avere molte speranze, in maniera confusa anticipa Shilton e mette in porta il pallone dell’1-0. L’argentino ha colpito il pallone col pugno.

Attimi di grande confusione: Maradona esulta come niente fosse, i suoi compagni in un primo momento titubanti corrono verso di lui, i giocatori inglesi tutti con il braccio alzato a segnalare un’irregolarità. L’arbitro e i suoi assistenti convalidano il gol, non accorgendosi del tocco di mano di Maradona. l’Argentina è in vantaggio.

Passano quattro minuti, Maradona riceve palla a centrocampo, scarta tutti i difensori, salta il portiere e segna il gol del 2-0. Viene definito il gol del secolo e probabilmente ancora oggi è il gol più bello nella storia del calcio. Maradona è riuscito in pochi minuti a riscrivere la storia, mettendo a segno il gol più bello e il gol più controverso di sempre.

L’Argentina vince la partite per 2-1, per il riscatto di un’intera nazione. In semifinale, l’Albiceleste supera il Belgio per 2-0 con doppietta di Maradona. L’ultimo ostacolo in finale è rappresentato dalla Germania Ovest, sconfitta per 3-2. L’Argentina è campione del mondo. Non è solo la vittoria di un trofeo, ma la rivincita del popolo argentino, guidato dal suo condottiero, Diego Armando Maradona.

5 curiosità su Diego Armando Maradona, tra vita privata e calcio


Commenta

Rispondi

Annuncio pubblicitario
Probabili formazioni Serie A
Annuncio pubblicitario

Rubriche

Classifica Serie A

Di più in Approfondimenti

Calciodangolo.com fornisce pronostici sulle principali competizioni calcistiche, confronta quote e offerte dei Bookmakers da noi selezionati, in possesso di regolare concessione ad operare in Italia rilasciata dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Il servizio, come indicato dall’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni al punto 5.6 delle proprie Linee Guida (allegate alla delibera 132/19/CONS), è effettuato nel rispetto del principio di continenza, non ingannevolezza e trasparenza e non costituisce pertanto una forma di pubblicità.   Loghi AAMS   © Calciodangolo.com - Testata reg. Trib. Locri (RC) n.1175/2016 del 18/07/2016 - P.IVA 03039540806 - Tutti i diritti riservati