Seguici su

Pagelle

Cagliari-Udinese 1-1, le pagelle: Lykogiannis perfetto, Lasagna entra e spacca

Esultanza De Paul Pussetto Deulofeu Udinese
© imagephotoagency.it

Alla Sardegna Arena finisce 1-1: Lykogiannis fa una magia, ma Lasagna pareggia i conti. Le pagelle per il fantacalcio

Alle 15:00 a Cagliari è andato in scena Cagliari-Udinese, match valevole per la 13^ giornata di Serie A. Termina senza vincitori ne vinti tra Cagliari e Udinese, il match è stato ricco di emozioni e ribaltamenti di fronte. La squadra di casa conquista un pareggio che la porta a 14 punti in classifica. La squadra di Gotti rimane stabile a metà classifica con 15 punti in graduatoria. La gara è stata frizzante e senza esclusioni di colpi.

La partita inizia con una leggera spinta offensiva da parte dell’Udinese, che fa possesso palla e prova a sfondare la difesa sarda, ma Cragno ci mette come sempre del suo. Continua l’avanzata dell’Udinese, che senza pungere prova a scardinare la difesa rossoblu. Si accende il match al 27′, quando su punizione Lykogiannis apre le danze con un gol bellissimo. L’Udinese reagisce bene, costringendo il Cagliari a rintanarsi nella propria metà campo. Prima frazione che si conclude coi casteddu in vantaggio. I bianconeri fanno possesso ma non riescono a far male alla squadra di casa.

Il secondo tempo si apre con un’Udinese nettamente più aggressiva e vogliosa di fare. La squadra di Gotti suona la carica e schiaccia nella propria metà campo il Cagliari. Suona la carica Lasagna, che tre minuti dopo il suo ingresso in campo riporta la partita in parità. Il match a questo punto si accende, e con continui ribaltamenti di fronte le due squadre provano a sbilanciarsi per portare a casa i tre punti. Il nervosismo sale e cominciano perciò anche a fioccare alcuni cartellini. Si conclude dunque sull’1-1 la partita, nonostante entrambe le squadre abbiano attaccato fino alla fine.

 

Cagliari-Udinese 1-1: le pagelle del match

Cagliari

Cragno 6,5: parte subito a bomba, come suo solito, effettuando una gran parata al terzo minuto di gioco. Dopo una  leggerezza nel primo tempo, effettua altre parate decisive per tenere la porta inviolata, ma non ci riesce. Resta comunque la grande prova dell’estremo difensore.

Zappa 6: il duello con Zeegelaar nel primo tempo lo mette a dura prova, ma l’esterno sa reggere bene il confronto, In fase offensiva non sorprende come suo solito, merito anche della grande prova dell’avversario. La progressione del terzino è paurosa, ma viene limitato dalla retroguardia avversaria.

Godin 6,5: torna titolare dopo più di un mese out ed il covid è un lontano ricordo. L’uruguagio è protagonista di chiusure ferree che impedisce all’Udinese di essere pericolosa. All’inizio del secondo tempo si sostituisce a Cragno con un intervento che evita il gol del pareggio. Un ritorno col botto, la sua mancanza si era sentita.

Carboni 5: parte davvero insicuro, si nota che è ancora acerbo. In crescita poi nell’ultima metà del primo tempo, scherma più volte le ripartenze dell’Udinese, impedendogli di segnare. Purtroppo per lui e la squadra è sua la responsabilità sul gol del pareggio.

Lykogiannis 7,5: la sua velocità gli permette di effettuare chiusure ed interventi fondamentali nei primi 45 minuti. Neanche il tempo di porgli questi elogi che segna un gol spettacolare da punizione e porta in vantaggio la squadra. Ha corso per tutta la partita tra difesa e attacco, per poco non serve due assist clamorosi per portare in vantaggio i suoi. Migliore in campo.

Marin 6: un po’ anonima la sua prestazione nel primo tempo, si fa vedere poco e non crea nulla di pericoloso. Anche nella seconda frazione non inverte la rotta, fa il suo compito senza mai eccedere in negativo ed in positivo.

Rog 6,5: a centrocampo è l’equilibratore del Cagliari. Con i suoi dribbling ed i passaggi precisi e puntuali fa girare i sardi a dovere. È suo il fallo che si è guadagnato sulla trequarti e che ha poi regalato il vantaggio dei casteddu.

dall’88’ Oliva sv

Nandez 6: il motorino cagliaritano da sempre gran prova di forza e aggressività. L’Udinese gli chiude gli spazi e non lo fa giocare come vorrebbe nel primo tempo. Si innervosisce nel secondo tempo, e con la sua fallosità si fa ammonire.

Joao Pedro 5,5: si fa notare poco nella prima frazione, sbaglia appoggi facili e non si accende la sua solita lampadina. Manca a tutta la squadra la sua qualità. Non cambia la musica nella secondo tempo, impreciso e mai pericoloso in fase offensiva.

dall’88’ Pereiro sv

Sottil 6: il talentuoso esterno cerca con i suoi guizzi di bucare la difesa bianconera, a volte prova tiri dalla distanza e dribbling non semplici da neutralizzare. Qualche imprecisione in più andando avanti coi minuti, normale date le tante energie spese.

dall’80’ Simeone sv

Pavoletti 5: un po’ per colpa dei suoi compagni che non lo servono a dovere, un po’ per demeriti suoi, ma Pavoletti non riesce a farsi largo nella metà campo dell’Udinese. Viene spesso sovrastato dai centrali della stessa e si fa ammonire a fine primo tempo. Esce dal campo conscio di aver creato poco.

dal 64′ Ceppitelli 6,5: entra e tranquillizza difensivamente i sardi, pulito negli interventi e nei passaggi, ciò che voleva Di Francesco. Negli ultimi dieci minuti di gioco chiude bene sui lanci lunghi dell’Udinese. Più che promosso.

All. Di Francesco 6: per come si era messa la partita, questo per Di Francesco è un punto conquistato. La gara l’ha preparata bene sia in fase offensiva sia in quella difensiva. L’Udinese ha dimostrato grande forza, che spesso il Cagliari non è riuscito a contrastare.

Udinese

Musso 6: incolpevole sul gol subito su punizione, era davvero ben piazzato. In un tiro dalla distanza è un po’ insicuro ma nulla di grave. Nel secondo tempo non subisce gol e fa ciò che deve fare, mai impegnato troppo seriamente.

Becao 6: nel terzetto difensivo è quello che si spicca di meno. La sua prestazione è comunque ampiamente sufficiente, ma non eccelle come gli altri due compagni di reparto. Se l’Udinese non ha subito gol da palle attive è anche merito suo.

Bonifazi 6,5: sovrasta più volte Pavoletti, che non è un cliente semplice da tenere. Chiude bene difensivamente, ed è preciso nelle trame di gioco nonostante il gol incassato.

dal 90′ De Maio sv

Samir 7: un piacere per gli occhi vedere certe chiusure del centrale. Aggressivo ma pulito, Samir scherma ogni avversario gli si ponga davanti. Al 67′ salva in scivolata un tiro cross che stava per trasformarsi in gol. Decisivo.

Stryger Larsen 6: tante energie spese dall’esterno, che rispetto al solito non crea occasioni offensive rilevanti. Difensivamente non fa mai mancare il suo apporto, Sottil deve impegnarsi tanto per impensierirlo.

dal 90′ Ter Avest sv

De Paul 6,5: è mancata la sua qualità alla formazione di Gotti. Non insufficiente nel primo tempo, ma nessun elogio per l’argentino, che a parte qualche strappo non ha creato gran che. Si riprende nel secondo tempo, dove fa girare bene la squadra come al solito e carica i compagni. Instancabile.

Walace 6: si piazza in mediana per non far passare Joao Pedro e compagni, e ci riesce senza ombra di dubbio. I suoi interventi sono precisi e puliti, missione compiuta.

Pereyra 5: il suo solito apporto in fase offensiva non arriva. Roberto Pereyra prova con incursioni offensive a creare occasioni ma non riesce nell’impresa, e questa è una notizia, date le sue prestazioni spesso eccellenti. Innervosito nella seconda parte del secondo tempo, commette falli ed imprecisioni.

dal 78′ Mandragora sv

Zeegelaar 6,5: il duello con Zappa è bellissimo, i due si cercano molto, ma l’esterno dell’Udinese ha spesso la meglio. Continua bene anche nei minuti a venire, dove in difesa fa vedere i sorci verdi a chiunque gli si presenti davanti.

Deulofeu 5: nel primo tempo cerca di impensierire il Cagliari con la sua velocità ma non viene supportato a dovere dai suoi compagni, viene perciò chiuso dalla difesa. Esce dal campo a testa bassa, consapevole di aver dato tutto, ma di non esser riuscito nell’impresa di far male agli avversari.

dal 54′ Lasagna 7: entra e segna, queste le tre parole per descrivere la sua prestazione. Voleva dare una scossa ai suoi compagni e ci è decisamente riuscito. Nei minuti successivi si sente che è fresco, e va a mille.

Pussetto 5,5: si intestardisce con dribbling fini a se stessi e non trova il guizzo per impensierire la retroguardia del Cagliari, il suo primo tempo è grigio. Nella ripresa va in crescendo la sua prestazione, e serve l’assist a Lasagna per il pareggio. Si va avanti col tempo e migliora la sua prestazione, senza però ricevere lodi.

dal 79′ Nestorovski sv

All. Gotti 7: che partita per Gotti e la sua squadra. L’Udinese ha giocato bene ed organizzata, in fase offensiva è stata molto pericolosa ed anche in fase di non possesso sembravano sempre ben piazzati tutti i giocatori. Intuizione vincente quella di inserire Lasagna, che ha segnato il gol del pareggio pochi minuti dopo il suo ingresso in campo. Peccato per i due punti persi, ma la squadra di Gotti ha giocato davvero bene.


Commenta

Rispondi

Annuncio pubblicitario
Probabili formazioni Serie A
Annuncio pubblicitario

Rubriche

Classifica Serie A

Di più in Pagelle

Calciodangolo.com fornisce pronostici sulle principali competizioni calcistiche, confronta quote e offerte dei Bookmakers da noi selezionati, in possesso di regolare concessione ad operare in Italia rilasciata dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Il servizio, come indicato dall’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni al punto 5.6 delle proprie Linee Guida (allegate alla delibera 132/19/CONS), è effettuato nel rispetto del principio di continenza, non ingannevolezza e trasparenza e non costituisce pertanto una forma di pubblicità.   Loghi AAMS   © Calciodangolo.com - Testata reg. Trib. Locri (RC) n.1175/2016 del 18/07/2016 - P.IVA 03039540806 - Tutti i diritti riservati