Seguici su

Champions League

Champions League, possibile un nuovo format dal 2024

Uefa Champions League
© imagephotoagency.it

L’Uefa vuole eliminare gli otto gironi e creare un gruppo unico in Champions League. L’idea è seguire il modello del campionato svizzero

L’Uefa fa sul serio. L’organo di governo del calcio europeo sta pensando seriamente apportare delle modifiche alla competizione più celebre del calcio internazionale: la Champions League. L’idea è quella di applicare il nuovo format a partire dal 2024, creando un girone unico ed eliminando gli otto gironi con quattro squadre, così da poter offrire più partite europee ai club coinvolti. Una via di mezzo tra un vero e proprio campionato e l’attuale format. Se questa riforma verrà applicata, non sarà la prima volta che il torneo più ambito dai club si rifà il look.

Dal 1991 la fase a gironi sostituisce il primo storico format

Un club per nazione e sfide ad eliminazione a diretta: dal 1955 al 1991, per ben 36 anni, questo è stato il primo storico formato dell’ex Coppa dei Campioni – così chiamata fino al 1992 – che non prevedeva nessun girone. A inizio anni novanta, arrivò la modifica che portò la competizione ad avere inizialmente solo due gironi e due squadre qualificate direttamente alla finale.

I gironi diventano quattro tre anni dopo e vengono introdotti i quarti di finale e le semifinali. Nel 1996 si passa a sei gironi, fino ad arrivare al 2003, quando i gruppi diventano otto con l’introduzione degli ottavi di finale, format che, a parte qualche piccola modifica riguardante le gare di qualificazione, è ancora quello attuale. Trentatré anni dopo, il torneo potrebbe cambiare nuovamente veste. Ma quali sarebbero le principali novità?

Le principali novità sulla nuova Champions League

Girone unico, dieci partite ciascuno e niente sorteggio nella fase ad eliminazione diretta. L’idea dell’Uefa è quella di seguire il modello della massima competizione svizzera. Niente più gironi, ma gruppo unico, da capire se con 32 0 36 squadre. Ogni squadra partecipante disputerebbe 10 partite, cinque in casa e cinque in trasferta e gli incontri verrebbero stabiliti da un sorteggio.

Le prime sedici approderebbero alla fase ad eliminazione diretta. Qui, subentrerebbe un ulteriore novità: anziché procedere con il classico sorteggio con incontri tra prime e seconde, si procederebbe con la seguente formula: la prima affronterebbe la sedicesima, la seconda la quindicesima e via di seguito fino a comporre le otto sfide degli ottavi di finale, mentre dalla diciassettesima posizione alla ventiquattresima ci sarebbe la retrocessione in Europa League.


Commenta

Rispondi

Annuncio pubblicitario
Probabili formazioni Serie A
Annuncio pubblicitario

Rubriche

Classifica Serie A

Di più in Champions League

Calciodangolo.com fornisce pronostici sulle principali competizioni calcistiche, confronta quote e offerte dei Bookmakers da noi selezionati, in possesso di regolare concessione ad operare in Italia rilasciata dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Il servizio, come indicato dall’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni al punto 5.6 delle proprie Linee Guida (allegate alla delibera 132/19/CONS), è effettuato nel rispetto del principio di continenza, non ingannevolezza e trasparenza e non costituisce pertanto una forma di pubblicità.   Loghi AAMS   © Calciodangolo.com - Testata reg. Trib. Locri (RC) n.1175/2016 del 18/07/2016 - P.IVA 03039540806 - Tutti i diritti riservati