Seguici su

Pagelle

Fiorentina-Verona 1-1, le pagelle: Ribery inconsistente, Veloso decisivo

Esultanza gol Vlahovic Fiorentina
twitter.com/acffiorentina

L’anticipo della 13^ giornata termina con un pareggio di rigore: Ribery inconsistente, Veloso decisivo. Le pagelle per il fantacalcio

La 13^ giornata di Serie A – penultimo turno prima della pausa natalizia – viene aperta dalla sfida tra Fiorentina e Verona che termina col risultato di 1-1. Un pareggio che serve di più agli scaligeri che salgono a 20 punti in classifica in settima posizione. La Fiorentina invece resta al quartultimo posto, col fiato sul collo da parte delle inseguitrici e ancora aspetta la prima vittoria con Prandelli sulla panchina.

Il Verona parte subito forte e dopo appena 80 secondi gli viene accordato un calcio di rigore per un fallo – abbastanza discutibile – di Barreca su Igor. Dopo ben sei minuti di controlli, l’arbitro conferma il penalty e Veloso lo trasforma portando in vantaggio gli scaligeri. Altro rigore al 19′ per un fallo di Gunter su Vlahovic, sul dischetto va lo stesso attaccante serbo che riporta in parità la sfida. Il primo tempo si conclude senza ulteriori sussulti.

Il primo squillo del secondo tempo arriva addirittura al 67′ con lo scambio Colley-Lazovic che manda quest’ultimo da solo davanti al portiere viola che però calcia addosso a Dragowski. La Fiorentina riesce a rendersi pericolosa solo all’83’ con un colpo di testa di Milenkovic che finisce di poco al lato. La partita si trascina verso la conclusione senza ulteriori scossoni, ed in generale con tante interruzioni e poco gioco.

Pessime le prestazioni di Ribery e Bonaventura che sembrano le controfigure rispetto ai giocatori visti nelle precedenti stagioni. Nei viola il migliore è stato senza dubbio Vlahovic che riesce a pareggiare e segnare per la seconda partita consecutiva. Veloso è invece l’anima del Verona che mette in scena un altra partita tosta e portare a casa un pareggio prezioso. In ombra Zaccagni e Lazovic forse stanchi viste le tante partite ravvicinate. Altro capolavoro di Juric viste le numerose assenze che porta la propria formazione in un’ottima posizione di classifica. Di seguito le nostre pagelle per anticipare i voti del fantacalcio.

Fiorentina-Verona 1-1: le pagelle del match

Fiorentina

Dragowski 6,5: quasi inattivo nella prima frazione di gioco, ma comunque incassa il gol su rigore per la sesta partita consecutiva. Perfetto nell’uscita su Lazovic a metà ripresa.

Milenkovic 6: gli attaccanti scaligeri non fanno niente di eccezionale per impensierirlo. Ordinaria amministrazione quindi anche perchè Lazovic gioca spesso arretrato in copertura su Barreca.

Pezzella 6,5: puntuale e preciso nelle chiusure il capitano della Fiorentina che è notevolmente in ripresa dopo le prime prestazioni discutibili. Annulla completamente Salcedo che non riesce quasi mai a tenere la palla tra i piedi.

Igor 6,5: bella prestazione del difensore brasiliano che alla terza da titolare sembra aver trovato gli automatisti giusti nella difesa a tre viola.

Venuti 6: l’esterno destro viola è molto è più attento in fase difensiva – anche perchè è un terzino di ruolo – tralasciando la spinta in avanti. Prandelli lo schiera da titolare per la terza partita consecutiva.

dal 60′ Lirola 5,5: sostituisce il compagno vista la maggiore spinta che dovrebbe garantire in avanti, ma è costretto a giocare sulla difensiva contro Colley che ha ridato vivacità e pericolosità agli ospiti.

Bonaventura 5: non sembra più quello ammirato negli anni precedenti. Spesso fuori posizione, quasi come se non si fosse ancora integrato nella nuova squadra. Già ammonito rischia l’espulsione per il gomito largo contro Ceccherini alla mezz’ora del primo tempo.

dal 60′ Callejon 5,5: non riesce ad entrare nel vivo della partita, come se non fosse mai entrato in campo. Ripete quasi la stessa prestazione del compagno sostituito.

Amrabat 6: gioca nell’ombra e il suo lavoro è fondamentale per la squadra ma non si vede ad “occhio nudo”. Un po’ impreciso nella fase di impostazione e non brillante come nella passata stagione affrontata con la maglia gialloblu del Verona.

Castrovilli 5,5: viene ben contenuto da Tameze che lo segue quasi ovunque. Questo lo innervosisce e gli fa commettere qualche errore nei passaggi verso gli attaccanti che fanno sfumare le offensive dei viola.

dall’86’ Cutrone sv

Barreca 6: prima volta dal primo minuto in maglia viola (finora solo 18 minuti contro l’Atalanta). Commette il fallo da rigore su Salcedo – molto discutibile – quindi non è da condannare. Nella fase offensiva è avvantaggiato dal fatto che Faraoni si accentra per raddoppiare Ribery, ma non ne approfitta particolarmente.

dal 60′ Biraghi 5,5: entra per cercare di sfruttare i suoi cross e le sue incursioni offensive, ma non ci riesce ed è spesso costretto a rincorrere Dimarco che riesce a spingere in contropiede anche al 90′.

Ribery 5: il francese è a secco di reti dal 27 giugno scorso (Lazio-Fiorentina 2-1) e si trova a quota zero gol stagionali. È ben contenuto da Dawidowicz e dal raddoppio di Faraoni, e continua nel suo periodo buio. Sembra il fantasma del giocatore ammirato nella scorsa stagione. Forse sostituito troppo tardi da Prandelli.

dall’84’ Valero sv

Vlahovic 6,5: si procura e segna il rigore del pareggio, e dopo un lungo digiuno riesce ad andare a segno per la seconda partita consecutiva. In attacco è l’unico a lottare contro gli avversari per crearsi spazi, ma è troppo isolato. Nel secondo tempo Magnani lo contiene meglio, ma paga la giornata storta di Ribery.

All. Prandelli 5,5: dopo lo choc iniziale dello svantaggio praticamente alla prima azione della partita, la sua squadra si riprende e cerca di fare la partita. Prova a cambiare volto alla squadra con tre cambi all’ora di gioco, ma i nuovi ingressi non danno i risultati sperati. È ancora alla ricerca della prima vittoria dal rientro sulla panchina viola.

Verona

Silvestri 6: non è mai impegnato dagli avanti della Fiorentina, infatti non si sporca mai i guanti nel primo tempo. Nulla può contro il rigore calciato centralmente da Vlahovic, che gli vale il gol subìto per la quarta partita consecutiva.

Dawidowicz 6,5: contiene benissimo le incursioni di Ribery – aiutato anche dal raddoppio di Faraoni – e annulla quasi totalmente il fantasista francese.

Ceccherini 6: sembra un po’ nervoso nelle prime fasi della partita – forse in quanto ex – poi si riprende e lotta bene contro Vlahovic.

Gunter 5,5: ingenuo il suo fallo su Vlahovic in occasione del rigore del pareggio dei viola. Dei tre difensori è quello più in difficoltà perchè  si trova a dover contenere la fisicità dell’attaccante serbo.

dal 50′ Magnani 6,5: entra per cercare di limitare la strapotenza fisica di Vlahovic – e ci riesce – che ha messo in difficoltà Gunter.

Faraoni 5,5: molto in ombra nella prima frazione di gioco, forse perchè la sua mente è più concentrata sul contenimento di Ribery piuttosto che sulla fase offensiva.

Tameze 6: molto aggressivo in mezzo al campo. Quando non riesce a fermare gli avversari con le buone maniere, utilizza quelle cattive e incappa spesso in falli. Tutto sommato la prestazione è sufficiente perchè contiene le offensive dei centrocampisti viola.

dal 70′ Ilic 6: continua nella buona scia del compagno e nella partita ruvida e rocciosa nel centrocampo veronese.

Veloso 7: impeccabile dal dischetto perchè spiazza Dragowski. La sua tecnica è alla base del gioco offensivo degli scaligeri, anche se gli attaccanti non sono particolarmente in giornata.

Dimarco 6: partita ordinata in fase difensiva per l’ex terzino dell’Inter. Spinge molto di più rispetto a Faraoni – bloccato dalla marcatura su Ribery – ma ha sempre troppo campo davanti a sè per potersi rendere pericoloso.

Lazovic 5,5: viene schierato sulla trequarti perchè Juric ha previsto una marcatura raddoppiata su Ribery con Faraoni, quindi è quasi costretto a giocare più largo sulla fascia per coprire le discese di Barreca. Non sfrutta una buonissima occasione alla metà del secondo tempo calciando addosso al portiere avversario.

dal 70′ Ruegg 6,5: entra con un buon piglio ed è molto più pericoloso rispetto a Lazovic. Riesce quasi sempre a liberarsi del diretto avversario e rendersi pericoloso.

Zaccagni 5,5: stavolta la sua partita è insufficiente perchè costretto a rincorrere gli avversari e senza la spalla di Barak non riesce ad essere incisivo come nelle precedenti gare. Forse affaticato viste le tante partite ravvicinate.

dal 78′ Yeboah sv

Salcedo 6: si guadagna la sufficienza semplicemente per il fatto che è astuto nel procurarsi il rigore in avvio. Poi sparisce dalla partita e addirittura sembra in difficoltà nello stoppare le poche palle che gli arrivano. Resta negli spogliatoi e lascia il posto all’altro 2000 Colley.

dal 46′ Colley 6: riesce con la sua velocità a mettere finalmente in difficoltà la difesa viola che nel primo tempo ha dominato.

All. Juric 7: come sempre la sua formazione è molto aggressiva in fase difensiva, ma si vede che gli manca tantissimo una prima punta in grado di far reparto da solo e di tenere la palla per far salire la squadra. Nonostante le tante assenze – e i tanti 2000 in campo – riesce a portare a casa un buon punto.


Commenta

Rispondi

Annuncio pubblicitario
Probabili formazioni Serie A
Annuncio pubblicitario

Rubriche

Classifica Serie A

Di più in Pagelle

Calciodangolo.com fornisce pronostici sulle principali competizioni calcistiche, confronta quote e offerte dei Bookmakers da noi selezionati, in possesso di regolare concessione ad operare in Italia rilasciata dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Il servizio, come indicato dall’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni al punto 5.6 delle proprie Linee Guida (allegate alla delibera 132/19/CONS), è effettuato nel rispetto del principio di continenza, non ingannevolezza e trasparenza e non costituisce pertanto una forma di pubblicità.   Loghi AAMS   © Calciodangolo.com - Testata reg. Trib. Locri (RC) n.1175/2016 del 18/07/2016 - P.IVA 03039540806 - Tutti i diritti riservati