Seguici su

Pagelle

Napoli-Torino 1-1, le pagelle: Izzo è dominante, Insigne la risolve da solo

Napoli-Torino
Twitter.com/sscnapoli

Termina 1-1 allo Stadio Diego Armando Maradona, Izzo fa gol e spettacolo, Insigne la pareggia. Le pagelle per il fantacalcio

A Napoli va in scena lo scontro tra Napoli e Torino per la 14^ giornata di Serie A. I partenopei sono reduci da un ricorso vinto per la partita contro la Juventus, che si giocherà. Il punto di penalizzazione ed il 3-0 a tavolino inflitto è stato ritirato. Gli azzurri giocano l’ultima partita in casa prima della sosta con grande motivazione e voglia di agguantare altri punti importanti. Ultimo match prima della sosta che finisce con il pareggio del Napoli contro il Torino, per i granata sembra vedersi la luce in fondo al tunnel.

La partita inizia col Napoli a battere il calcio d’inizio, che gestisce il pallone e fa possesso palla. In campo sembra accusare un problema Zielinski, che nei primi minuti sembra non essere al meglio, per fortuna nulla di grave per il centrocampista che prosegue la gara. Il Torino parte molto aggressivo nei contrasti, che spesso stendono i giocatori azzurri. Nei granata l’unico a non mollare mai è Belotti, che tramite incursioni e tiri dalla distanza mette a dura prova la difesa partenopea. A farsi male è Demme, che in seguito ad un colpo subito deve abbandonare il rettangolo verde e far entrare Elmas. Nella seconda parte del primo tempo molto meglio il Torino, che è sicuramente più propositivo. La squadra ospite gioca bene e non si fa schiacciare dal Napoli. Finisce sullo 0-0 una primo tempo che da copione doveva regalare emozioni e gol, ma che si è spento a reti bianche.

Ricomincia la partita con il solito piglio del Torino, che è compatto e ben organizzato. Il Napoli prova con tanta volontà di attaccare e bucare finalmente la difesa ospite ma tutti i tentativi sono fini a se stessi. Arriva la svolta del match al 56′, dove Izzo segna un gol spettacolare al volo e porta i suoi in vantaggio. La squadra di Gattuso prova a testa bassa a rincorrere ed agguantare il risultato, ma Izzo e compagni sono delle sentenze. Continua a spingere il Napoli fino alla fine, ma crea poco, il Torino ha dimostrato un’organizzazione invidiabile. La gara prende una svolta al 92′, dove Insigne tira fuori un gioiello dei suoi, che va ad insaccarsi all’incrocio dei pali riportando il match in parità. Finisce poi per 1-1 a Napoli, dopo sei minuti di recupero, con gli azzurri in attacco, ma che non riescono a ribaltare la partita.

Napoli-Torino 1-1: le pagelle del match

Napoli

Meret 6: nella prima frazione di gioco viene impegnato solo un paio di volte, dove si fa trovare pronto. Subisce un gol da Izzo su cui poco può fare. La difesa non ha garantito sicurezza, e Meret ne ha risentito.

Di Lorenzo 6: il terzino come suo solito è un treno sulla fascia, offensivamente spinge e si affaccia spesso in area. Non perde mai la sua corsa nonostante faccia fatica a contenere le ripartenze della squadra ospite. Nel secondo tempo si spegne come tutta la squadra. Fatica ad attaccare.

Maksimovic 5,5: la difficoltà nel tenere una furia come Belotti si vede, e tanto, nel primo tempo. Sembra sempre in ritardo nelle chiusure e deve rincorrerlo per tentare di fermarlo. Non migliora nei minuti seguenti la prestazione, nel gol subito c’è anche della sua responsabilità.

Manolas 5,5: a differenza del suo compagno di reparto non si fa intimidire dai vari contropiedi del Torino, tiene in piedi la difesa non senza qualche difficoltà. Discorso diverso nella seconda frazione di gioco, dove come tutto il Napoli è con la corrente staccata, sbagliando anche qualche passaggio sanguinoso. Si riprende verso la fine, quando scongiura qualche attacco pericoloso del toro. In complesso è sufficiente.

Hysaj 5,5: viene impegnato seriamente nel marcare Singo, che non è un cliente facile. Spesso lo perde di vista e fatica a tenerlo fisicamente, l’esterno del Torino ha spesso spazio libero per crossare. Si fa trovare impreparato sul gol di Izzo.

dal 74′ Rui 6: fa sicuramente meglio del suo compagno di corsia, spinge di più (essendo più fresco) ed amministra meglio i pallone. Non fa il fenomeno, ma non è quello il suo ruolo. Gioca bene per la squadra e si nota nella partita.

Demme 5,5: soli ventinove minuti per Diego Demme, costretto ad uscire per infortunio. Il centrocampista azzurro è abbastanza anonimo nei pochi minuti giocati, si vede poco e fa fatica a tenere le ripartenze del Torino.

dal 29′ Elmas 5,5: entra per sostituire un Demme acciaccato. Fa il suo compitino senza mai eccellere. Va in calare la sua prestazione nella seconda frazione. Spesso fuori tempo ed irruento. Viene ammonito ed è poco utile alla causa.

Bakayoko 5: parte molto bene nei primi minuti, ma le tante incursioni del Torino lo mettono in seria difficoltà e finisce il primo tempo senza infamia ne lode. Il suo secondo tempo è un calare continuo, è falloso e poco utile alla manovra offensiva.

dal 73′ Ruiz 5,5: entra in campo con la mentalità sbagliata, gioca con sufficienza e dà poco apporto alla manovra offensiva. Viene inserito in campo per offrire la qualità che non era presente con Bakayoko, ma fallisce la missione. Rimandato.

Politano 5: l’uomo che dovrebbe creare la superiorità numerica con le sue giocate è abbastanza appannato. Non si mette in luce e crea poco, non da lui. Anche nella ripresa sembra non trovare la scintilla per accendere il match. Spesso contenuto da Rodriguez non fa mai nulla di interessante. Bocciato.

dal 62′ Lozano 6: il suo ingresso in campo è dettato dalla necessità del Napoli di dare una scossa. Non riesce nell’intento, fermato da un muro granata che oggi è sembrato invalicabile. Incolpevole sulla sconfitta, i suoi compagni non lo hanno supportato a dovere.

Zielinski 6: è uno dei pochi che nel primo tempo prova ad offrire qualcosa in fase offensiva. Corre senza sosta, si procura molti falli e tira anche, senza però far mai male alla retroguardia granata. Uno dei migliori in campo del Napoli.

Insigne 7: nel primo tempo non fa mai male a Sirigu, che non deve impegnarsi per contenere i suoi tiri. A differenza di quasi tutti i suoi compagni di squadra prova ad inventare qualcosa, seppur poco utile ma ci prova. La svolta della partita però porta il suo nome, e segna un gol capolavoro all’incrocio dei pali che regala il pareggio al Napoli. Trascinatore vero.

Petagna 4,5: la sua struttura fisica è enorme, ma nonostante ciò sembra invisibile in campo. Si accaparra la sua posizione da boa al centro dell’area ma non viene mai servito. Anche lui stesso non si cerca mai il pallone. Appare demotivato e poco aggressivo, la sua prova non sarà piaciuta a Gattuso. Non ha ringhiato.

dal 72′ Llorente 6: viene inserito per fare da torre e cercare di sfruttare i calci da fermo e proteggere il pallone per far salire la squadra. Non riesce nell’intento anche perchè viene servito davvero poco.

All. Gattuso 5,5: non una delle migliori prove del Napoli sino ad ora. Per quasi tutta la partita i partenopei sono stati contenuti da un ottimo Torino, sicuramente meglio organizzato della sua squadra. La partita è stata risolta da un gioiello del capitano Insigne, che salva in corner la bruttissima prestazione offerta dal Napoli quest’oggi. L’aggressività è mancata, e non farà di certo piacere al tecnico.

Torino

Sirigu 6: nel primo tempo è quasi uno spettatore non pagante. Effettua poche parate dato il buonissimo schermo della difesa granata. La ripresa lo ha visto leggermente più “inquadrato dalle telecamere”, ma solo una è una parata degna di nota, il resto normale gestione. Il gol subito è una perla rara difficilmente prendibile.

Singo 7: mette in grande difficoltà Hysaj nel primo tempo, le sue incursioni offensive ed il suo fisico permettono al Torino di attaccare bene e far salire la squadra. Se nel primo tempo ha spinto tanto, nel secondo ha offerto una prova difensiva da paura. Presente in tutte le palle aeree, che sono sue, si fa poi trovare al posto giusto quando serve. Freddo e deciso.

Izzo 7,5: le sue chiusure difensive sono fondamentali per schermare le ripartenze pericolose del Napoli. Nella ripresa si conferma insormontabile, chiudendo tante delle ripartenze di Insigne & Co. Arriva la ciliegina sulla torta quando segna il gol dello 0-1 per i suoi con un tiro al volo di controbalzo. Migliore in campo senza ombra di dubbio.

Bremer 6,5: parte un po’ irruento nel match, facendo subito fallo su Zielinski e concedendo una punizione pericolosa. Il resto dei primi 45 minuti li gioca con diligenza e sicurezza. Riprende a giocare con la testa bassa e le sue chiusure sono oro per tutta la retroguardia. Aggressivo e mai irruento.

Buongiorno 6: viene data ancora fiducia al giovane centrale, che si inserisce benissimo nel match. Nel primo tempo offre sicurezza e organizzazione a tutto il reparto difensivo. Andando avanti coi minuti viene fuori un pizzico di inesperienza che viene però colmata dai suoi compagni di reparto.

Rodriguez 6: non fa cose spettacolari nei 45 minuti iniziali, ma si batte molto in fase difensiva, recuperando palloni importanti per il proseguo della manovra della sua squadra. Negli ultimi minuti è fondamentale nelle chiusure, che non lasciano passare gli avversari.

dall’88’ Vojvoda sv

Lukic 6: uno degli uomini del Torino che si è preso meno la scena, ma che è stato imprescindibile in fase di non possesso. Non ha mai brillato ma non ha nemmeno mai sbagliato. Un equilibratore che è servito tanto al Torino in questo match.

dall’88’ Meite sv

Rincon 6,5: anche Rincon non inizia la gara molto tranquillo, fa molteplici falli, spesso utili a fermare “con le cattive” le ripartenze partenopee. Dietro è una diga, nonostante non sia pulitissimo negli interventi è fondamentale. Dominatore.

Linetty 6: parte davvero propositivo, spesso però contenuto dai partenopei. Come Lukic però ha gestito bene il pallone, servendo passaggi precisi e puntuali ai suoi compagni. Fondamentale nel gol di Izzo il suo apporto alla manovra offensiva.

dal 94′ Segre sv

Verdi 6: l’ex del match, come spesso accade è poco incisivo e spesso distratto. Non desta mai preoccupazioni alla difesa partenopea e fa giocate banali. Nella ripresa si respira un’altra aria. Detta trame di gioco interessanti ed offre tutta la sua qualità alla squadra.

Belotti 6,5: nonostante la squadra non stia facendo bene, il gallo è l’unico che non si arrende mai. Prova spesso il tiro in porta e fa ammattire la difesa del Napoli da solo, fanno fatica a tenerlo. Non ha segnato ma ha offerto una grande prova di sacrificio, da capitano vero.

dall’88’ Zaza sv

All. Giampaolo 7: finalmente una prestazione degna di nota del Torino di Giampaolo. La partita è stata approcciata con la giusta mentalità sin da subito. In fase difensiva è stata la miglior partita del Torino fino ad ora. Ed in fase offensiva, anche grazie ad un’instancabile Belotti, punisce il Napoli. Importante sottolineare di come la squadra non abbia staccato la spina nel secondo tempo, mantenendo la stessa mentalità fino alla fine. Ora testa bassa e laoìvorare, questo è un punto d’inizio.


Commenta

Rispondi

Annuncio pubblicitario
Probabili formazioni Serie A
Annuncio pubblicitario

Rubriche

Classifica Serie A

Di più in Pagelle

Calciodangolo.com fornisce pronostici sulle principali competizioni calcistiche, confronta quote e offerte dei Bookmakers da noi selezionati, in possesso di regolare concessione ad operare in Italia rilasciata dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Il servizio, come indicato dall’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni al punto 5.6 delle proprie Linee Guida (allegate alla delibera 132/19/CONS), è effettuato nel rispetto del principio di continenza, non ingannevolezza e trasparenza e non costituisce pertanto una forma di pubblicità.   Loghi AAMS   © Calciodangolo.com - Testata reg. Trib. Locri (RC) n.1175/2016 del 18/07/2016 - P.IVA 03039540806 - Tutti i diritti riservati