Seguici su

Serie A

Sampdoria-Milan: orario, probabili formazioni e dove vederla in tv

esultanza fine gara Milan
© imagephotoagency.it

Tutto quello che c’è da sapere su Sampdoria-Milan, partita della 10^ giornata di serie A: come arrivano le squadre, precedenti e statistiche

Torna il campionato italiano dopo la tre giorni di coppe europee. Domenica 6 dicembre si sfideranno Sampdoria e Milan allo stadio Luigi Ferraris, in un match valido per la 10^ giornata di Serie A. I blucerchiati non hanno collezionato alcuna vittoria nel mese di novembre e vogliono iniziare dicembre con un passo differente. Mese che vedrà i blucerchiati impegnati subito in un test importante: a Genova arriva infatti il Milan capolista e ancora imbattuto in campionato. I rossoneri provengono inoltre dalla convincente vittoria per 4-2 con il Celtic in Europa League, che ha decretato la qualificazione della squadra di Pioli ai sedicesimi di finale. Tutto quello che c’è da sapere sul match tra Sampdoria e Milan. 

Come arriva la Sampdoria

La Sampdoria scenderà in campo domenica sera contro il Milan con una maglia speciale. La divisa a quarti bianchi e blu scelta per il match con i rossoneri è infatti volta a celebrare i 120 anni dell’Andrea Doria, società che fondendosi con la Sampierdarenese nel 1946 diede vita alla Sampdoria. Chissà che proprio questa maglia riesca a tirar fuori i doriani da un momento non proprio esaltante. La squadra di Ranieri, dopo aver vinto tutte le partite in programma nel mese di ottobre, non ha invece mai trovato la vittoria nel mese di novembre, in cui ha raccolto esclusivamente due pareggi e due sconfitte. Nell’ultimo match contro il Torino i blucerchiati si erano resi protagonisti di una grande rimonta, ribaltando il vantaggio granata con i gol di Candreva e Quagliarella, salvo poi cadere sul colpo di testa di Meité che ha decretato il 2-2 finale.

La Sampdoria può comunque contare su un saldo undicesimo posto in Serie A. Con 11 punti conquistati nelle prime nove giornate può infatti giocarsi apertamente il suo campionato, senza ricevere troppe pressioni dalle classifica.

Come arriva il Milan

Contro la Sampdoria inizierà un mese che potrebbe consolidare il Milan come principale forza del campionato. Saranno infatti cinque le giornate di Serie A ospitate dal mese dicembre, con due turni infrasettimanali e tanti punti in palio. Punti che possono decretare i rossoneri “campioni d’inverno”, visto che al momento sono in testa al campionato con 23 punti. In mezzo a questo fitto programma di partite ci sarà anche l’ultimo turno dei gironi di Europa League contro lo Sparta Praga. La squadra di Pioli arriva però alla partita in programma per giovedì 10 dicembre con più tranquillità grazie alla vittoria sul Celtic per 4-2, che ha decretato la qualificazione ai sedicesimi di finale della competizione europea. Sarà comunque importante fare risultato contro i cechi per passare il girone da capolista.

Risultato che cercherà anche domenica sera contro la Sampdoria, motivata dalla possibilità di stabilire uno storico record. Se il Milan dovesse trovare il gol anche contro i blucerchiati arriverebbe a segnare per 30 partite consecutive in Serie A, migliorando così la striscia di 29 gare di fila in cui è andata a segno stabilita nella stagione 1972/73. Un dato che può sicuramente stimolare i rossoneri, intenti a centrare una vittoria per allungare sulle sue inseguitrici in classifica.

Orario di Sampdoria-Milan e dove vederla in tv o in streaming

Sampdoria-Milan andrà in scena domenica 6 dicembre alle 20:45 allo stadio Luigi Ferraris di Genova. La gara si disputerà a porte chiuse a causa del Dpcm del governo in seguito all’aumento dei casi di Coronavirus in Italia. Il match sarà trasmesso in esclusiva da Sky, sui canali Sky Sport Serie A (canale 202 e 249 del satellite) e Sky Sport Uno (canale 201 del satellite). Sarà visibile anche in streaming per gli abbonati sulle piattaforme Sky Go e Now TV.

Calendario Serie A: date e dove vedere le partite della 10^ giornata

Probabili formazioni Sampdoria-Milan

La Sampdoria arriva al duro confronto con il Milan certa dell’assenza di Keita Balde e di Askildsen, ancora in fase di recupero dai rispettivi infortuni. A consolare la squadra di Ranieri sarà però il rientro di Colley in difesa, finito out all’ultimo momento in vista della scorsa trasferta di Torino per via di una gastrite. Proprio la partita contro i granata ha però regalato al club doriano diverse certezze, a partire dai più esperti come Quagliarella e Candreva, fino alla saracinesca Audero. I blucerchiati dovrebbero quindi scendere in campo con un consueto 4-4-1-1, proprio con l’ex Juventus fra i pali difeso da Yoshida e il rientrante Colley al centro della difesa e Bereszynski e Augello come terzini. A centrocampo dovrebbero agire Thorsby e Adrien Silva a discapito di Ekdal, con Candreva a destra e il ballottaggio Jankto/Damsgaard sulla sinistra. Dietro alle spalle del solito Quagliarella difficile la presenza dal primo minuto Manolo Gabbiadini, con Verre in vantaggio sull’ex Napoli per una maglia da titolare.

Nel Milan gli indisponibili sono invece Ibrahimovic e Leao, a cui si sono aggiunto nelle ultime ore Kjaer e Bennacer. Il centrale danese, sempre titolare finora in campionato e in Europa League, è infatti finito ko dopo soli 10 minuti con il Celtic per via di un infortunio muscolare. In attesa di capire l’entità del suo infortunio, Pioli dovrà affrontare questo fitto mese di partite con i soli Romagnoli e Gabbia disposizione nel ruolo di difensori centrali, in attesa di rinforzi sul mercato. A centrocampo non convocato invece Bennacer, rivisto in campo contro il Celtic nel secondo tempo, ma vittima di un nuovo affaticamento muscolare in allenamento Al suo posto dovrebbe partire dall’inizio Tonali, protagonista di ottime prestazioni contro Lille e Fiorentina. Milan dunque con il classico 4-2-3-1 disegnato da Pioli con Donnarumma fra i pali e linea difensiva composta da Calabria e Theo Hernandez sulle fasce e l’obbligata coppia centrale composta da Gabbia e Romagnoli. In mediano al fianco dell’instancabile Kessié spazio a Tonali. I dubbi principali del tecnico rossonero sorgono invece sulla trequarti, con Calhanoglu unico sicuro di una maglia da titolare. Dopo la grande prestazione in Europa League Hauge parte in vantaggio su Brahim Diaz e Castillejo, con Saelemakers principale indiziato a completare il reparto. In avanti Rebic unica punta.

Sampdoria (4-4-1-1): Audero; Bereszynski, Colley, Yoshida, Augello; Candreva, Adrien Silva, Thorsby, Jankto; Verre; Quagliarella. All. Ranieri

Milan (4-2-3-1): Donnarumma; Calabria, Gabbia, Romagnoli, Theo Hernandez; Tonali, Kessie; Saelemakers, Calhanoglu, Hauge; Rebic. All. Pioli

Consulta tutte le probabili formazioni della 10^ giornata di Serie A

Precedenti Sampdoria-Milan

Dei 124 precedenti in Serie A fra Sampdoria e Milan 64 sono stati vinti dai rossoneri, 30 sono terminati in pareggio e 30 sono in favore dei blucerchiati. Il Milan è dunque la seconda squadra dopo l’Inter (69 vittorie) ad aver battuto più volte la Sampdoria nella storia del massimo campionato italiano. In favore dei rossoneri anche l’ultimo confronto al Ferraris fra le due squadre. Lo scorso 29 luglio gli uomini di Pioli si imposero infatti con un sonoro 4-1 in casa della Sampdoria.

Sampdoria-Milan: i consigli per il fantacalcio

Come detto il Milan scriverebbe un importante record in caso dovesse trovare almeno un gol contro la Sampdoria. Ecco perchè fra i blucerchiati è sconsigliato schierare Audero e i due terzini Bereszynski e Augello, che avranno a che fare con clienti difficili da arginare sulle rispettive fasce. Si può invece puntare su Quagliarella, tornato al gol contro il Torino e voglioso di ripetersi anche contro il Milan. Ai rossoneri l’attaccante campano ha segnato solo due volte in carriera e domenica vorrà certamente migliorare questo score. Da non schierare ma da tener d’occhio per il proseguimento della stagione Adrien Silva, centrocampista portoghese ex Leicester che avuto un buon impatto nel secondo tempo di Torino-Sampdoria.

Per quanto riguarda il Milan invece è consigliabile al fantacalcio l’intero reparto difensivo ad esclusione di Gabbia, che nelle sue poche presenza finora non ha dimostrato di essere completamente affidabile. A centrocampo va invece schierato Kessie, attualmente rigorista della squadra in attesa del rientro di Ibrahimovic. Ci si aspetta una grande prestazione anche da Calhanoglu, che al compito di fornire esperienza ad un Milan sempre più giovane. A tal proposito se avete deciso di puntare su Hauge è la partita giusta per schierare il giovane talento norvegese, in grande forma dopo l’ottima partita contro il Celtic, impreziosita da un gol e da un assist.


Commenta

Rispondi

Annuncio pubblicitario
Probabili formazioni Serie A
Annuncio pubblicitario

Rubriche

Classifica Serie A

Di più in Serie A

Calciodangolo.com fornisce pronostici sulle principali competizioni calcistiche, confronta quote e offerte dei Bookmakers da noi selezionati, in possesso di regolare concessione ad operare in Italia rilasciata dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Il servizio, come indicato dall’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni al punto 5.6 delle proprie Linee Guida (allegate alla delibera 132/19/CONS), è effettuato nel rispetto del principio di continenza, non ingannevolezza e trasparenza e non costituisce pertanto una forma di pubblicità.   Loghi AAMS   © Calciodangolo.com - Testata reg. Trib. Locri (RC) n.1175/2016 del 18/07/2016 - P.IVA 03039540806 - Tutti i diritti riservati